Migranti, Salvini: obiezione di coscienza contro i prefetti che ci requisiscono casa

prefetto

“Io invito tutti all’obiezione di coscienza. Le imposizioni folli dei prefetti che requisiscono alberghi, parrocchie, appartamenti , sono assurde. Io invito i cittadini a dire no, le parrocchie a dire di no. Perfino Papa Francesco ha detto che bisogna iniziare a distinguere tra immigrati e  rifugiati. Bisogna dire dei no. Serve la disobbedienza civile”. Lo ha detto il segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini a conclusione della visita al centro di accoglienza di richiedenti asilo di bagnoli (Padova). “Il si porta allo scontro sociale, state due giorni qui dentro e vi rendete conto che ad essere arrabbiati sono i cittadini fuori , ma anche loro dentro – ha sottolineato – l’unica strada e’ spostare la frontiera italiana al di la del Mediterraneo e riconoscere li’ chi scappa da zone di guerra”.

Print Friendly

Articoli Collegati

1 Commento

  1. luigi bandiera says:

    Le istituzioni o sono con i cittadini o sono contro per cui nemiche: cosi’ si devono combattere.

    Va ben che stanno presto a dare la cittadinanza italiana a tutto il mondo per cui tutti compagni, ma allora serve ripristinare la ghigliottina e usarla alla komunista maniera.
    Rivoluzione francese docet. Beh, anche rivoluzione d’ottobre…

    Salam

Lascia un Commento