Michelin, 578 tagli al Nord

michelinMichelin — la multinazionale francese delle gomme che ha come simbolo un omino composto da camere d’aria di pneumatici — taglierà 578 posti di lavoro in Italia entro il 2017, nell’ambito del piano strategico 2016-2020 che prevede la chiusura di tre impianti in Europa di cui uno in Italia: entro la fine del 2016 chiuderà il sito di Fossano in Italia e quello di Oranienburg in Germania ed entro la metà del 2018 anche quello di Ballymena nel Regno Unito. Sono complessivamente quasi 1.500 i dipendenti interessati dalle tre chiusure. «Per finanziare questi progetti di ristrutturazione» il gruppo Michelin, si legge in un comunicato, registra un accantonamento di circa 280 milioni di euro di perdite nel bilancio consolidato al 31 dicembre. Il gruppo ha deciso di riorganizzare le filiali di Gran Bretagna, Germania e Italia dove la maggior parte dei tagli italiani riguarderà i 400 lavoratori di Fossano, in provincia di Cuneo, per cui Michelin parla di una flessione dei volumi del 45%, che si traduce in una «situazione di cronica non saturazione degli impianti». Lo stop al sito è previsto entro la fine del 2016. Gli altri esuberi sono ad Alessandria (30), Torino (120) e Tribano (Padova) (28).

Print Friendly

Articoli Recenti

Lascia un Commento