Mi girano i gentiloni

Popolo pelizza

di MARCELLO RICCI – Quando un ambiente è saturo di gas basta una scintilla per provocare l’esplosione: Quando i cittadini di città diverse sembrano silenziosamente subire senza reagire, basta un evento come quello del Renzi bis per far girare i gentiloni a tutti. Da destra a sinistra ( merita attenzione il Buongiorno di Massimo Gramellini dal titolo: Estrazione del Lotti ) . Inutile spacciare per novità la resuscitata Anna Finocchiaro, carica di gioielli e riesumata per fare la differenza che non c’è. Errare humanum est, perseverare autem diabolicum.
C’è un limite a tutto, e l’aver ignorato il calcio nel sedere ricevuto con il referendum, rievoca un’ immagine carducciana :”Ma un asin bigio, rosicchiando un cardo rosso e turchino, non si scomodò: tutto quel chiasso ei non degnò d’un guardo e a brucar serio e lento seguitò”.
Senza molta fantasia, solo con l’aggiunta di un paio di orecchie asinine, sembra la foto di Gentiloni. Il quadro si completa lo l’immagine patetica della Boschi, che vuoi per la storia famigliare, vuoi per la faccia di tolla , finge di uscire di scena per occuparla più pesantemente. Bugiardi e sfrontati, allievi perfetti del seriale mentitore di Pontassieve, capace di replicarsi come il vibrione del colera.
I popoli sovente hanno la capacità di trasformare il negativo in positivo. Le piazze di molte città e paesi si riempiono di cittadini che sventolano proclamano la bandiera del dissenso. I sentimenti identitari sempre repressi, possono esplodere con il duplice obbiettivo di salutare Roma e Palazzo Chigi. >I prefetti, le catastrofi naturali che si sommano alla pilotata invasione di clandestini, sono tutti elementi che necessariamente debbono finire per esplodere. Sovente non ci si rende conto che sarà quella goccia a far traboccare il vaso. Renzi ha tirato la corda sino spezzarla;involontariamente potrebbe aver dato l’input anche alla liberazione del Lombardo-Veneto dalle catene romane.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. luigi bandiera says:

    A me girano piu’ i CO che i GE…
    Eh si, sono davvero una pestilenza e lo scrissi anni fa che siamo colpiti da una peste peggio del vaiolo.
    E cosi’, tanto per dirne una, sono andato a vedere il film IL LEONE DI VETRO e sono arrivato puntuale ma tutto era ormai esaurito: dovevo farmi le due ore in piedi e pensavo gia’ di andarmene un po’ sconsolato, ma successe un miracolo. Episodio da raccontare davvero sebben sembri insignificante: qualcuno raccogliera’ l’insegnamento..?
    Mah…

    E cosi’ entro in sala cinema (la piu’ grande perche’ il cinema Manzoni di Paese ne ha altre di piu’ piccole e piu’ intime probabilmente) e cerco posto e partendo da dietro scendo fino alla prima fila guardando se trovavo un posto.
    Arrivato sotto il palco mi fermo e osservo… e medito.
    Come un’apparizione una giovane donna, sembrava un angelo, davvero bella, mi chiede: cerca posto a sedere..?
    R: si.
    Non mi aspettavo una scena del genere.
    E lei: venga.
    “Sinceramente pensavo fosse una maschera addetta alla sala.”
    Ebbene mi porto’ nel suo posto a sedere e tolse dei cuscini a mo di rialzo per la sua bambina e mi disse: si accomodi.
    Imbarazzato ringraziai e mi sedetti dicendole: non so come ringraziarla.
    R: e’ un DOVERE.
    Kax, mi son detto, come avra’ visto, notato, la mia vecchiaia se le luci in sala erano molto tenui..?
    Fini’ il primo tempo e per poco tempo scambiammo alcune parole quali: io ho una nipotina grande come te, rivolto alla bambina. E la madre li’ vicina, la donna che mi invito’ a sedere al loro posto, mi replico’ e mi fece fare una lacrima perche’ disse: io non sono veneta, vengo dall’EST.

    Da libro cuore…

    Quindi dall’est arriva l’EDUCAZIONE..? I VALORI..? Anche i ladri sentendo le cronache…
    Ma questo fatto cancella in parte le malefatte, si o no..?

    UNA PERSONA FORESTA SI ALZA ASSIEME ALLA SUA BAMBINA PER DARMI IL LORO POSTO A SEDERE, mentre i veneti, li’ seduti ed incuranti. Anzi. Ho un altro fatto veramente contrario. Cioe’ la sedia me l’hanno strappata per non farmi sedere.

    Veramente il MONDO STA GIRANDO ALL’OPPOSTO, AL CONTRARIO..!!

    DOVERE mi ha risposto…

    Una persona foresta che ha sentito il DOVERE di darmi la poltrona perche’ mi ha visto, NEL BUIO, vecchio. Anziano. Forse anche rimbambito..?

    All’uscita ho salutato un militante di indipendenza veneta che stava in piedi a fianco della porta d’uscita a mo di guardia del presidente, con una battuta: ma se sveji mo..?

    Nella All di fronte alla biglietteria c’erano tre assessori comunali e guardandoli ho fatto questa battuta: e dopo sta passua de venetismo, femo ea rivousion..?

    Non lo hanno fatto fisicamente ma mentalmente, un bel passo indietro.
    …sara’ vera quella che dice: armiamoci e partite..?
    Devo andare io al fronte che quando avevo l’eta’ per farlo lo ho fatto, quelli la’ a quel tempo erano militanti nei partiti taliani e mi combattevano… oggi sono indipendentisti e o leghisti..?

    Poveri noi…

    Un grazie va ad Alessandro Mocellin che ha introdotto la gente nel bel clima dell’allora TRUFFA, che continua ma nessuno se ne accorge come a quel tempo non si accorse di C. Cattaneo, e anche al sindaco che ha aperto l’incontro tra FORESTI in sala.

    Kax, dall’est sono stato soccorso e non dai miei fratelli, forse.

    Non ho avuto il coraggio di chiederle il suo nome cosi’ rimane una signora dell’est, una bella signora bionda come lo sono da quelle parti: un angelo NN. Potrebbe essere un punto cardinale da seguire come se fosse la stella polare.

    Davvero triste e’ il mio cuore vedendo il PRESENTE perche’ vedo il FUTURO.
    Alessandro a dire che i veneti sono da sempre stati chiamati veneti da piu’ di 3.000 anni… e noi parliamo in talian ai nostri figli e nipoti: vergognatevi..!
    Fate almeno un conto aritmetico: sapere due lingue vale di piu’ o di meno di saperne una sola e magari quella dell’OCCUPANTE..?
    A quando mo sta kax di SVEGLIA..?
    Salam…

    PS:
    cartoline natalizie senza presepio e ma c’e’ la mezza luna, un tempo il cielo era solo stellato con appunto la stella cometa in primis. Ma forse non ho una buona memoria e vedo tutto differente da quando ero bambino e sotto i bombardamenti.
    Se non siamo STOCKOLMONE che altro siamo..?

Leave a Comment