Metamorfosi di un Capitano

pontida 2015 matera

di Marcello Ricci – Matteo Salvini, auto-definitosi Capitano (non Capo) è platealmente passato dalla LEGA NORN PER L’INDIPENDENZA DELLA PADANIA a NOI CON SALVINI. Onore e merito per aver avuto l’onestà politica di aver esplicitato il legame con ROMA perennemente capitale e non più LADRONA.
L’aria del Viminale l’ha portato alla rivalutazione dei Prefetti e a guardare con altro sguardo la figura del Presidente della repubblica italiota, anche se è Mattarella. Ai capi di stato si deve rispetto, pertanto nessun commento.
Si torna a Salvino a cui si devono riconoscere qualità non di poco conto, come la forza fisica, le capacità di comunicare e polemizzare, buona preparazione politica e culturale, dunque una pagella più che buona.
Come impiega queste doti?
Figlio del Nord, sedotto dal Sud. Forse conquistato dal clima ha dimenticato che il meridione, da sempre, pesa e inquina.
Si è convinto, il buon Matteo, che sono proprio i Brambilla la causa del fanigottismo meridionale?
Certo che sì, perché fin dalla deprecata unità d’Italia, il Sud è stato mantenuto .
Si sono inventati di tutto e di più, contributi alle aree sottosviluppate, Cassa del Mezzogiorno, aree depresse, perfino le agevolazione per i terremoti si perpetuano nei secoli .

Il clima piacevole, la seduzione del sole, della musica e la comodità dei vasi comunicanti fanno il resto.
Nel meridione la sanità costa più che al Nord e non funziona , la scuola segue il medesimo ritmo, ma non c’è problema. In caso di malattie serie c’e la sanità della Padania che generosamente accoglie.
Ci si meraviglia dell’invasione di migranti economici, ma sotto certi aspetti sono emuli degli italioti.
Matteo, hai tante qualità e anche sentimenti buoni, ma sbambolati, non ti far accecare dal bollente sole meridionale, accontentati del Sole delle Alpi che è meno caldo, ma molto puro!
Hai delle ambizioni e te le puoi permettere. Guarda lontano.
Conviene spaccare, meglio sbriciolare l’Italia, significa far implodere l’Ue. Non per farla morire, ma per rifondarla. In questo nuovo equilibrio anche i Paesi economicamente deboli, se guidati, potranno rinascere con nuovi positivi equilibri.
Roma ti ha conquistato , ma ricorda, andando indietro nel tempo, secolo dopo secolo che LADRONA PER COSTITUZIONE , PER MESTIERE ed è felice di essere tale.
Matteo, hai l’occasione di guidare la storia, non finire in un col de sac confezionato da grilli e certopitechi.
Non sciupare l’occasione, la storia non offre momenti magici con frequenza.
Consentimi lo sfogo, nasce dall’esperienza e dalla nostra lunga conoscenza.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. caterina says:

    Il Meridione non inquina “da sempre”, ma da quando ha prevalso il disegno massonico anglo-francese di fare servendosi dei Savoia l’Italia unita, perché gli inglesi speravano di piazzarsi in Sicilia e gl’intellettuali napolitani, non tutti per la verità, sognavano ancora la rivoluzione francese che ghigliottinò i reali…un po’ come hanno fatto cinquant’anni dopo in Russia fomentati da Stalin, che quatto quatto prima se ne stava in Svizzera ovviamente in comoda attesa studiando il Capitale uscito per le stampe renane.
    Se continuiamo a ignorare la storia e a pensare che il meridione sia la causa dei suoi mali e di quelli di tutti, non ne veniamo a capo…Si deve lavorare per restituire l’onore a tutti, solo così ciascun popolo di questa penisola potrà adoperarsi per riacquistare energie e orgoglio che un tempo erano alla base dello sviluppo fondato sulle proprie peculiarità di posizione geografica, storia di rapporti, opportunità di sviluppo e ambizione degli ingegni che nel corsi di secoli avevano reso ricche e invidiate tutte le parti di questa benedetta penisola chiamata Italia…appunto dai greci antichi che sbarcarono in Calabria.
    .Il male assoluto oggi è Roma e la genia mastodontica di poltronari, sia quelli nuovi che quelli sclerotizzati, la cui unica visione e preoccupazione è conservare il posto che per ciascuno è la realizzazione di un sogno, il proprio ovviamente!…e non mi vengano a dire che lo fanno per il bene dell’Italia, e pensano a tutti gli italiani… perchè, per quanto detto sopra, gli italiani non esistono!…e non sono mai esistiti se non nella retorica ufficiale, che a pensarci bene, ha prodotto il peggio della nostra storia, guerre comprese, checchè ne dicano gli scrittori di libri… e gli imbonitori televisivi ovviamente pagati da tutti noi, che non possiamo privarci dell’energia elettrica… .

  2. Paul says:

    Purtroppo è andata così, dopo anni di tentennamenti il movimento leghista, creato da roma per infinocchiare le strane idee di autonomia, federalismo o secessione che già giravano in Padania, ha gettato definitivamente la “maschera” trasformandosi in un nuovo MSI. I Padani hanno sempre avuto grandi doti lavorative ed economiche, ma politicamente (è la storia che lo dimostra) sono sempre stati dei NANI politici facendosi la guerra tra loro o, peggio ancora accettando che altri (roma, Vienna, Parigi, Madrid, ecc…) comandassero come schiavi.
    Una bella gita in Svizzera sarebbe da mettere in tutte le scuole Padane.

Leave a Comment