Frau Merkel: “Almeno 5 anni ancora per uscire dalla crisi”

di REDAZIONE

”Ci vorranno più di cinque anni per superare l’attuale crisi economica”. Lo ha detto oggi a Sternberg, in Germania, la Cancelliera Angela Merkel, secondo quanto riferisce Bloomberg, che cita l’agenzia tedesca Dpa.

La Cancelliera ha sottolineato che ”c’è bisogno di rigore per convincere il mondo che vale la pena investire in Europa”. ”Dobbiamo trattenere il fiato per almeno cinque anni” perché questo è il periodo che ci vorrà per uscire dalla crisi, ha spiegato la Merkel in una riunione del suo partito nell’est della Germania. E’ necessario ”essere rigorosi per convincere il mondo che è redditizio investire in Europa”, ha aggiunto sottolineando che ”molti investitori non credono che manterremo le nostre promesse in Europa”.

Intanto, sul fronte interno, lo stacco cresce: per i tedeschi Angela Merkel è più simpatica, più capace di imporsi, e più credibile del suo sfidante Spd Peer Steinbrueck. E’ quello che rivela un sondaggio di Focus, secondo il quale lo scarto dei consensi fra i due candidati alla cancelleria per il 2013, col passare dei mesi, aumenta. In un confronto diretto, i tedeschi preferiscono nel 51% dei casi la cancelliera, e solo il 26% voterebbe per l’ex ministro delle Finanze della Grande colizione. A fine settembre, invece, il 46% sceglieva Frau Angela, contro un 37% che indicava Steinbrueck.

La ‘forchetta’ si allarga ancora di più nelle regioni dell’est: la cancelliera – a tutti gli effetti una ‘ossi’ della DDR, dove ha trascorso infanzia e giovinezza, e dunque un simbolo del riscatto delle regioni un tempo comuniste – riceve il 60% delle preferenze, contro il 18% accordato per il suo avversario.

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

12 Comments

  1. Mangiafuoco says:

    Ma tu guarda se per sentire un parere autorevole e sincero sulla situazione economica attuale devo andare ad ascoltare la Merkel.
    I nostri ci raccontano solo balle :”vedo già la luce in fondo al tunnel” (Monti) e mi arrabbio perchè credono che noi si sia così stupidi da credergli.
    Oppure ci prendono sonoramente in giro ” non è vero che aumento l’IVA di un punto , perchè invece di aumentarla di due la aumento di un punto solo , quindi ve la diminuisco di uno” (Grilli).
    Prima ancora di recuperare consensi questi devono acquisire credibilità ex novo.

  2. Dan says:

    5 anni ancora ?

    Me li vedo i greci, me li vedo gli spagnoli, me li vedo i portoghesi fare bel viso a cattivo gioco e prenotare per i prossimi anni al ristorante “le bidon d’la patumier”.

    Purtroppo mi vedo anche italiani… farlo serio però…

  3. Bacchus says:

    Una piccola considerazione su Steinbrück: se continua di questo passo non arriva neanche ad essere lo sfidante della Merkel nell’autunno del 2013. Sulla stampa tedesca continuano ad uscire scandali legati ai suoi onorari e alle sue attività collaterali, Peer Steinbrück ha ammesso di aver incassato solo 1.25 milioni di euro, ma il settimanale Focus è già arrivato a quota 2 milioni. E sappiamo che in Germania per essere scaricati basta poco, specialmente se si ha la stampa contro: in dicembre c’è il congresso della SPD…

  4. Maicol says:

    O riformiamo subito l’europa traformandola come la Federal Reserve, o meglio uscirci il prima possibile e cioè prima che l’economia reale sia totalmente compromessa. Studi di settore, redditometro, conti correnti aperti, soglia dei 1000 euro in contanti….adesso gli rimane solo di venire a lavorare al posto mio ! All’inizio pensavo che fossimo in uno stato di Polizia, invece mi rendo sempre più conto che siamo in uno stato di casta ladrona che pure di mantenersi tutti i privilegi, stipendi e pensioni d’oro riduce i Cittadini alla povertà. Fà bene Marchionne…tutti fuori dall’italia…con queste manovre non si cresce, ma ci si riduce in povertà!

    • Dan says:

      L’europa è già una specie di federal reserve ma non può andare oltre perchè di super potenza militare costituita e mantenuta esplicitamente per poter spalmare il proprio debito al resto del mono ce ne sta già una.
      Cercare di prendere il posto agli usa vuol dire scatenare le prossime tre guerre mondiali in una botta sola

  5. Fabrizio says:

    Molto più semplicemente, Frau Merkel non avrà più i voti dei disoccupati. Potrà anche vincere le elezioni ma, le sue profezie, non hanno mai fatto presa su quei mercati a Lei tanto cari. A tutto ciò, va aggiunto che oggi la Germania sta perdendo tutto il mercato interno Europeo per sua stessa colpa ovvero, per colpa di quel rigore che mina i fatturati delle maggiori aziende metalmeccaniche tedesche oggi imposssibilitate a vendere come prima a causa le ristrettezze conomiche derìivate dal rigore. Infine, insistere col rigore farà collassare la baviera che oggi non è più in grado di garantire il benessere ai suoi cittadini.

    • mr1981 says:

      La Baviera ha lo stesso problema della Lombardia, ha attirato sul proprio territorio troppa migrazione economica e ha perso la sua identità iniziale. Questi nuovi cittadini non si integrano negli usi e costumi locali, tendo ad imporre le scellerate usanze tipiche dei loro posti di provenienza per sentirsi un po’ più a casa, rovinando tutto. Qualsiasi forma di migrazione non è una risorsa, è una minaccia…

      • Culitto Salvatore says:

        tendo ad imporre le scellerate usanze tipiche dei loro posti di provenienza

        in base a cosa sono scellerate? hanno il brutto vizio di salutarsi per strada, di coprirsi la bocca se hanno un colpo di tosse, di mangiare con la bocca chiusa, di lavarsi le mani, ma sopratutto hanno di scellerato quella cattiva brutta e disgustosa abitudine di fare due docce al giorno…odiosi vero?

  6. Diego Tagliabue says:

    Frau Merkel dissanguerà i contribuenti tedeschi, così come sono stati dissanguati quelli lombardi e veneti.

    • EnzoN says:

      Lei non conosce la situazione tedesca. Qui nessuno si muore di fame. Ognuno ha un tetto sulla testa, da mangiare e da vestirsi, oltre la propria dignità di essere umano.
      La Germania è uno stato liberale-sociale.

      • Culitto Salvatore says:

        in sicilia ognuno ha un tetto sulla testa, da mangiare vestirsi, la propria dignità ecc ecc però non hanno un lavoro e se lo hanno non è retribuito, anche la sicilia quindi è liberal-sociale

        ah alcuni miei amici residenti da ormai più di un trentennio in germania hanno preso l’amara decisione di tornare in italia perchè almeno la hanno una casa e si sentono a casa, non è ovviamente per tutti così ma dopo tanti anni dover andare via da quella che consideravano casa non è stata una cosa piacevole

Leave a Comment