MEGLIO LA SECESSIONE CHE RICOMINCIARE CON L’INFLAZIONE

di DIEGO TAGLIABUE

Il “pareggio del bilancio” si chiama, nell’Europa Centro-Nord, limite di debito, inteso come limite di spesa, prima di aumento della pressione fiscale. Questa è la differenza sostanziale tra i Paesi dell’Europa Centro-Nord e quelli del Sudeuropa, pur avendo uno di questi – l’Ita-G-lia – cinque regioni ancora più produttive di Baviera, Baden-Würrtemberg e Austria. Un federalismo funzionante fa sì che le unità locali (Länder/cantoni) da un lato godano di un’autonomia ben più ampia delle regioni italiane e non siano costrette a versare tutto il gettito fiscale al governo centrale, dall’altro però debbono starci dentro con i loro bilanci.

Dai primi anni cinquanta, esiste nella costituzione il paragrafo della costituzionalità della legge finanziaria per Bund e Länder: se l’ammontare dei debiti previsti con le banche (al netto degli interessi) supera gli investimenti previsti, la finanziaria è anticostituzionale e viene bocciata. Il conguaglio fiscale dai Länder più virtuosi a quelli più spendaccioni (comunque non paragonabili a quelli verso Campania, Sicilia ecc.) ha un tetto massimo del 35% del disavanzo di ognuno di questi Länder in rosso. Esempio: se Nord-Reno-Westfalia ha un disavanzo di 10 miliardi di Euro (per via di investimenti sbagliati, non di debiti arbitrari e di assistenzialismo), riceverà dalla Baviera al massimo il 35% di questo disavanzo, cioè 3,5 miliardi di Euro. Gli aiuti, peraltro, sono legati a un piano di risanamento di bilancio, da mettere sul tavolo. Praticamente, una proposta vergognosa e spudorata come quella di Caldoro (ricordate no?, datemi 40 miliardi per risanare il bilamcio campano) non esiste proprio.  Ecco il segreto della stabilità monetaria di tutti i Paesi dell’Europa Centro-Nord, sia con l’Euro (Germania, Austria, Olanda, Finlandia, Lussemburgo), sia con le monete nazionali (Svezia e Danimarca).

Cosa accade in Ita-G-lia (e negli altri P.I.G.S.)? L’esatto contrario. E questa tendenza a svalutare la moneta, fare comunque altri debiti e aumentare costantemente la pressione fiscale esiste almeno dai primi anni ’70, non da ieri. Perché? Per “finanziare” con un “pagherò con moneta svalutata” tutta una serie di privilegi, inefficienze, clientele (non solo del bunga, si pensi alle coop rosse), malversazioni ecc. Ora il serbatoio delle regioni virtuose del Nord è vuoto. Il vaglia arriva da fuori, ma non incondizionato. Nessun Paese europeo serio, con o senza Euro, è disposto ad accollarsi il debito dei P.I.G.S., frutto della loro sciagurata politica economico-finanziaria. In altri termini: nessuno vuole diventare la Lombardia d’Europa.

Per informazione: l’Ita-G-lia era già fallita e svenduta nel 1992, anche senza UE, EURO, BCE e quant’altro! Un Paese-barzelletta di serie B, che scimmiottava gli USA, facendo debiti sopra debiti, più di quanto potessero essere gli introiti, falsificando conti per fare ancora più debiti ecc. Poi l’Ita-G-lia si pavoneggiava sulla scena mondiale, mostrando muscoli e finanze che non aveva, in tutti i vertici G7, G8, G-vari e in tutte le costosissime “missioni” militari all’estero, per le quali nessuno ha mai chiesto l’intervento della repubblica bananifera italiota.

L’esercito di marmittoni, che da solo non avrebbe mai vinto e non vincerebbe mai un torneo di briscola, è sempre stato un “peso” per gli alleati. Ora gli “alleati” americani fanno fuori l’Ita-G-lia stracciona a colpi di rating. Ricordiamoci che le tre agenzie non vengono dall’Europa “brutta e cattivona”. No, vengono da quei simpaticoni a stelle e strisce, i quali davano AAA alla Lehmann il giorno prima del fallimento. Questa aveva concesso mutui a gente senza lavoro e appena uscita di galera, vendendo poi certi “fondi d’investimento” come “affari sicuri e lucrativi” agli “amici europei”. Che in altre parole si chiama truffa di Stato!

A questi dovremmo chiedere noi tutti, nazione per nazione, i danni! Non solo: il debito pubblico (spesa pubblica, per giunta malversata, costantemente più alta delle entrate; esportazioni minori delle importazioni) ha raggiunto livelli tali, che anche le cinque regioni virtuose (anche con azzeramento completo dell’evasione fiscale) non riuscirebbero mai a colmarlo. Sarebbe anche ora di fare pulizia – nel vero senso della parola – in casa propria per la propria idiozia e disonestà, anziché accusare altri per le proprie. Fare anche la secessione oggi significa liberarsi di una zavorra (Magna Grecia). Creare inflazione il giorno dopo significa rifare l’Ita-G-lietta.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

4 Comments

  1. Marco says:

    Mi dispiace ma l’avete voluta voi del nord questa situazione assurda in Italia.
    Quando avete unito l’Italia e avete succhiato il sangue al sud, vi siete arricchiti con il denaro della gente del sud? Avete goduto? Avete brindato alla vostra ricchezza? Avete prosciugato mezzo paese? L’avete usato ed abbandonato al suo destino?
    Adesso questo è quello che vi spetta.
    Siete stati egoisti e privi di scrupoli.
    L’avete sgruttato il sud.
    Ma adesso anche al nord i vostri soldini sono finiti e vi state rotrovando anche voi nella “m” come il resto del paese, bene così capite cosa avete fatto passare a migliaia di italiani meridionali.
    Peggio per voi, dovevate immaginravelo che un briciolo d’Italia non poteva campare tutta l’Italia!
    La vostra ingordigia ed il vostro egoismo sono stati la vostra stessa mazzata. Autogol.
    Fatela pure sta secessione e vediamo dove finite senza li sud…
    Una cosa è certa, il sud senza la ‘zavorra’ del nord che continua a sfruttarlo come più gli aggrada, senza questo peso si riprenderebbe alla grande.
    Siete contenti così? Leghisti di m?
    Andate a fan****o voi e il vostro ottuso modo di ragionare.

  2. enea says:

    BHE’ NON CREDO CHE VOI LEGHISTI VE SIETE DATI MOLTO DA FARE,A LIMITARE LA SPESA PUBBLICA,VISTO COME SAPEVANO SPENDERE BENE I SOLDI I VOSTRI POLITICI E COMPANY!!TRA DIAMANTI E PORSCHE,TRA SINDACATI FANTASMI,E RIMBORSI BENZINA AL TROTA,ECC ECC .. NON VEDETE O NON CAPITE,CHE CON L’INDIPENDENZA NON SI RISOLVE NULLA??DOBBIAMO TUTTI NOI,E DICO TUTTI NEL MONDO,RIPRENDERE IL CONTROLLO DELLA SITUAZIONE…NOI POPOLI,E NON SOLO ITALIANO,CI SIAMO FATTI ABBINDOLARE DA GENTAGLIA CHE PARLAVA PARLAVA,MA CHE TUTTO FACEVA,TRANNE PENSARE AL PAESE,DA DESTRA A SINISTRA ALLA LEGA!!GUARDATE COSA HANNO FATTO IN ISLANDA…QUELLI SI CHE HANNO LE PALLE!!NON VOI CHE CONTINUATE A PIAGNUCOLARE DANDO LA COLPA SEMPRE AGLI ALTRI…FATE UN ESAME DI COSCIENZA…SE STA LA MAFIA AL SUD,ALLORA DITEMI CON CHI TRATTAVA PER I RIFIUTI TOSSICI NELLE DISCARICHE??ERA GENTE DEL NORD…E LE ARMI DOVE SI PRODUCONO,QUELLE USATE PER UCCIDERE??NON CERTO AL SUD..E LE CASE FARMACEUTICHE CHE SPECULANO SULLA POVERSA GENTE,DI DOVE SONO?DEL SUD??MA DAIII.QUA C’E’ BISOGNO DI UN UNICA COSA..RESETTARE TUTTO,E INIZIARE CON NUOVE E INCONFUTABILI REGOLE PER ELIMINARE IL CANCRO CHE SI ANNIDA DAPPERTUTTO…DA NORD A SUD,,DISTINTI SALUTI

    • Luca says:

      “VOI LEGHISTI”
      Mai votato Lega Nord in vita mia.

      “NON VEDETE O NON CAPITE,CHE CON L’INDIPENDENZA NON SI RISOLVE NULLA?”
      A me sembra che i paesi recentemente diventati indipendenti, dal Montenegro alla Slovenia, passando per la Repubblica Ceca, di problemi ne abbiano risolti parecchi.

      “GUARDATE COSA HANNO FATTO IN ISLANDA”
      Cominciamo con le balle complottiste lette su qualche sito spazzatura

      “CHI TRATTAVA PER I RIFIUTI TOSSICI NELLE DISCARICHE??ERA GENTE DEL NORD”
      Certo, sempre colpa del “nodde” cattivo. Al sud la gente non butta per terra neanche una carta di caramella.

      “LE CASE FARMACEUTICHE CHE SPECULANO SULLA POVERSA GENTE,DI DOVE SONO?”
      Altre balle complottiste

      “ELIMINARE IL CANCRO CHE SI ANNIDA DAPPERTUTTO”
      Grazie per il consiglio, ma temo che il cancro in questione si chiami stato italiano.

  3. sciadurel says:

    infatti … lira o euro, la “minestra” non cambia: l’itaglia è fallita per troppo debito (dovuto all’assistenzialismo e al parassitismo) per le spese correnti bisogna collocare titoli di stato a raffica (che vuol dire chiedere altri prestiti), altrimenti NON ci sono soldi per pensioni, welfare e stipendi statali

    il tutto nonostante una pressione fiscale record con dei servizi nettamente inferiori allo standard del centro-nord Europa

Leave a Comment