M’E’ PRESO UN COLPO, IL FELTRI PRO “TERUNI”

di TONTOLO

Ohibò, questo proprio non me l’aspettavo. Tutto potevo spetarme nella mia lunga vita, ma non di leggere un articolo di quel cancher di Vittorio Feltri a favore del Mezzogiorno. Sì, sempre un qualcosa fatto alla Feltri, una botta di qua e una di là, insomma un’operazione di paraculaggine in cui è per altro maestro uno dei più grandi giornalisti italici viventi. Ma certo leggere il Vittorio da Ponteranica spendere delle parole a favore dei “teruni” proprio mi ha sorpreso.

Forse son diventato vecchio e troppo tontolon. Per farla breve un paio di giorni fa il nostro celeberrimo driver (ghe piase i cavalli, per chi non lo sapesse, più degli uomini e solo un pelino meno delle donne) scrive un articolo sul Giornale della famiglia Berlusconi, dove è editorialista senza funzioni direttoriali (quelle sono del Sandro de Comm, il Sallusti), in cui plaude alla decisione di Mario Monti di far morire le speranze olimpiche della Capitale. E fin qui tutto previsto.

E’ quel che è venuto dopo a farmi trasecolar. Scrive il Feltri, infatti, che adesso il professore milanes dovrebbe mettersi d’impegno e dare una mano al Sud (quindi immagino quattrini, palenche, schei!!!), dove tutto fa schifo, ma essendo il posto più bello del mondo o quasi, biogna fare in modo di far decollare la risorsa principe, il turismo, con tutto quanto ciò si porta appresso. Per la verità non un discorso originalissimo, ma che a farlo sia il Vittorio da Ponteranica mi ha proprio sorpreso, Lui che, raccontano gli amici, si possono contare le volte che ha messo piede sotto Roma e che è stato è più leghista di Bossi, solo che non s’è mai preso bene col Senatur.

Che ci sia sotto qualcosa da scoprire solo vivendo?

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

17 Comments

  1. Alex Rebellium says:

    Che par l’onor de cronoca non gaveria mia tuto el sangue teron, parche mi nono X’era de sora el po’… ma mi ste monade non le vardo mia!

    • luigi bandiera says:

      Savemo che ghe xe tanti teroni del nord.

      I xe i pexo dato che i pol esar confondesti co i fradei e i amisi nostrani.

      E gavemo subio tutti, co sta kax de unita’ del tubo.

      I TRIKOGLIONII I GA DEPREDA’ PRIMA EL NORD E PODOPO EL SUD… o viceversa.
      I GA FATO MANBASA.

      Xe da tanto che specie i venethi xe ojeto de RAPINE CONTINUE e de sofarense da no credar..!

      Unkuo’ i se kopa parke’ no i ghe a fa pi’.

      BASTA CO STE MONAE..!!!

      I FATI PACIOEA E NO I SOGNI..!

      Amen

  2. luigi bandiera says:

    Ma quanti proff d’itaglianstrakan.

    Trovo abbastanza avvilente il richiamo continuo al DOVERE di scrivere perfettamente nel dialetto itagliano.

    Parlarlo poi basta accendere la TiVi o la Radio per sentire come parlano BBENE in taglianstrakan.

    Perfino il proff Monti preferisce parlare in inglese per non essere richiamato dai super proff d’itaglianstrakan dato che anche lui sbaglia.

    Ma siamo obbligati davvero a scrivere perfettamente se no veniamo lapidati o e’ come lo dico da sempre che (per quel che mi riguarda) io scrivo come voglio io e non come vuole l’itaglia di merrrrdddd..?

    E’ come il parlar in dialetto itaglian (lingua toscana) ai bambini. Se gli parli in lingua locale, non so venetha, e’ un reato. Mentre se gli parli in dialetto itaglian sono gia’ proff.

    Ma leggete mai il SENSO del discorso..??

    E’ il SENSO quello che conta, ke fa il MEZZO PIENO..!!
    Il mezzo vuoto, non pesa MAI..!!!!!

    Fate i buoni… i seri dai, non siamo mica ai concorsi di stato kax.

    O si..??

    Kax, mi ricordo quando si era alle elementari tagliane.

    Il razzismo usato era come l’aria che si respirava dopo una gran corsa a piedi.

    E si continua…

    Ah, il disk oggi e’ che noi del continente europeo siamo i razzisti e ecc., gli altri sono i santi angeli…e apostoli romani.

    Poveri noi in che mondo di merrrrdddd che siamo.

    Sim sala bim (e’ la formula magica usata dal mago Silvan, serve a far sparire i conigli).

    • luigi bandiera says:

      Se sbagliamo a scrivere e a parlare dimostra che..?????????

      NON SIAMO ITAGLIANI… SPECIE NOI VENETHI..!!
      Noi, i senza doppie.
      Gli altri invece con triple…

      Poi qualcuno per passione o dote emerge, ma e’ l’eccezione che conferma la regola.

      IL POPOLO ITAGLIANO: NON ESISTE..!!

      Amen

  3. dante says:

    I giornalisti di professione scrivono per soldi e per soldi scriverebbero qualsiasi cosa.
    Una cosa che mi ha molto deluso è che alla prima presentazione di l’indipendenza all’hotel cavalieri qualcuno ha chiesto di iscriversi perchè non è bene che i giornalisti scrivano gratis….. (io ne ho dedotto che prima o poi si stancano e cambiano idea)

    • gianluca says:

      Mi scusi ma qualunque sia il suo lavoro, lei lo farebbe gratis? E allora perché uno che ha deciso di fare il giornalista dovrebbe farlo gratuitamente?
      Altro discorso è se un giornalista si vende al miglior offerente e scrive quel che il padrone gli chiede. Ma non è proprio il nostro caso…
      dir

      • Leonardo says:

        Confermo.

      • dante says:

        E’ normale che chiunque sia congruamente remunerato per l’attività, la professione o il lavoro che fa.. E se è libero imprenditore la congruità la stabilisce il mercato. Ma, secondo me, in questo caso i soldi dovrebbero servire a diffondere le idee non a remunerarle. Uno non fa l’indipendentista, il rivoluzionario o il politico di professione. La politica si fà per ideale. Se poi il tale viene eletto allora riceverà una congrua remunerazione, come manager, (non è più un politico) per attuare il programma (la sua parte di competenza e sotto stretto controllo) che viene stabilita dalla collettività. La politica si fa con sacrificio e passione. I partiti non devono essere finanziati dalla collettività. Come per la religione ognuno sborsa e lavora per la diffusione della propria. Sempre secondo me naturalmenbte.

  4. antonio says:

    tontolo… impara l’italiano va, che scrivi come un cane.

    • Alberto Pento says:

      A mi me piaxe come kel scrive Tontolo … pì lonsi kel stà da li “bravi” ke li scrive en tajan pì el me piaxe.

  5. sciadurel says:

    quella del mezzogiorno come posto più bello del mondo è una delle classiche bufale da retorica patriottarda…

    comunque abbiamo già dato… se il sig. Feltri li vuole aiutare, lo faccia di tasca propria e sopratutto si trasferisca in meridione con tutti suoi amici di Arcore e dintorni, non ne sentiremo di sicuro la mancanza

  6. Alex Rebellium says:

    @ Lugi Bandiera. Il Nord Italia, cosi come è strutturata la politica Europea, subirà quello che ha passato il meridione 150 anni fa.
    Pero’, ogni tanto spunta un difensore del Nord africa… Meglio essere nordafricano che razzista credulone. Il Sud sarà la tomba del sistema! E sul carrozzone dei vincitori non ci sarano solo meridionali, fidati!

    @ Tontolo vorrei chiedere semplicemente se quella frase “al sud dove tutto fa schifo” è relativa al suo articolo o a parole di Feltri.

    Ps. al Sud abbiamo subito l’unità con furti e omicidi di massa nel passato e il furto, imperterrito continua ancora!

    http://www.facebook.com/photo.php?fbid=10150606169318948&set=a.10150129053298948.299302.302334778947&type=1&theater

    • luigi bandiera says:

      Per quel che mi riguarda dico: ci sei e ci fai..!

      Non ho mai capito del perche’ si dia del razzista a un (in generale) padano alpino.

      Si puo’ essere con idee contrarie ma l’offendere
      non giova a fare tutti fratelli d’itaglia. Anzi. Uno che mi offende dandomi del razzista tout court lo considero nemico e basta. Altro che fratello.

      Ma il termine razzismo non sara’ come democrazia che e’ usato a sproposito e ignorantemente..??

      Nessuno sa piu’ cosa realmente significhino.

      Democrazia vuol dire tener sotto altri. GLI ALTRI CHE PRODUCONO SOLITAMENTE..!

      RAZZISMO vuol dire che se alzi la testa sbagli, secondo loro. LA TESTA, LA DEVI TENERE SEMPRE SOTTO LA SABBIA. DIREI IN AETERNUM..!

      Il perche’ sta che il NORD AFRIKA (mezzo di’) e’ superiore e quindi ha il comando; mentre i NORDALPINI DEVONO per volonta’ divina LAVORARE (fare gli ILOTI) appunto in AETERNUM.

      Mika mone i terroni da sempre predoni..!!

      Pero’, anche in GRECIA (la loro patria, dicono sia il loro origine del MAGNA’) dove gli ILOTI erano ivi presenti, un bel di si liberarono dalla schiavitu’ mandandoli a FC o a RAMENGO..!

      Alex, se tu allunghi una mano tocchi l’AFRIKA. Se sei in nord afrika inteso mezzo giorno di cuoko.

      Mentre noi che siamo in zona, con una spanna tocchiamo le ALPI.

      E dal continente (non penisola) padano-alpino sono nati GLI ALPINI. Oggi, invece, sono provenienti dal NORDAFRIKA di cui il mezzo di’..!!

      Ovviamente come il cucculo si serve del nido altrui voi vi servite della GLORIA ALPINA (NON VOSTRA) ottenuto dai VERI ALPINI, per mostrarvi al mondo.

      E’ PLAGIO lo sfruttare le positivita’ altrui. Di solito viene condannato con la galera to kax di plagio.

      Oggi invece, pur di INVADERCI, li fanno eroi.

      Siete nei posti chiave…

      Dai, fate gli Al Capone… e’ un ruolo che vi calza come un calzino.

      E, mai dare del razzista ad un altro essendo razzista.

      Mi ricordo che solitamente un ubriaco, fatto del tutto, dava a tutti degli ubriachi: era per giustificare il suo stato.

      Ne avrei un’altra, ma e’ molto vecchia che recita: CHI LO DICE, SA DI ESSERLO..!

      Quel che conta, concludendo, sono i FATTI..!!

      Essi vi condannano..!

      Amen

  7. luigi bandiera says:

    Caro Tontolo,
    chi vivra’ vedra’ si dice…

    Ma proprio adesso, scrivevo in tempi non sospetti, che mi stavo divertendo devo morire..??

    E ne vedremo e sentiremo ancora delle belle… basta attendere e appunto non fare il gateway.

    Magari vedremo la Belen senza farfalle e senza veli..!

    Sicuramente con tanti fuchi attorno.

    Pero’, ogni tanto spunta un difensore del nord africa…

    Avra’ interessi..??

    Boh, certo che solitamente mi piace da come e quel che scrive o dice.

    Che dire ancora..?

    AUGURI e, fin che la barca va… alla via cosi’.

    LB

    • Alex Rebellium says:

      Luigi Bandiera, si informi sulle generalità dei morti delle guerre… Ad Asiago (Vi) c’è un cimitero di soldati Sardi… strapieno! Io sono Duo-Siciliano e nono Afrikano, come lei sarà alpino e non Kurdo. Io non sono razzista e reputo tutte le persone uguali, e in TUTTA franchezza le dico che anche dalle parti mie c’è gente che ragiona come lei. Il mondo è bello perchè è vario. “Terroni da sempre predoni”…,Lei merita un riconoscimento ufficiale di “ESSERE SUPERIORE” in quanto ALPINO. Per il suo futuro spero che non ci sia mai un “REgno Sabaudo” che la invada per: ammazzare centinaia di migliaia di persone, svuotare il III° banco più ricco d’Europa, distruggere una società che 150 anni fa aveva l’occupazione femminie al 21% (all’epoca la più alta d’europa”, rubarle fabbriche intere “Mongiana” ,in Calafrika, ricostruita a Lumezzane.. Noi da st’Italia del cavolo abbiamo ricevuto sin troppi scempi, il nostro gas, il nostro petrolio, tutto per aziende non meridionali… Cosa cavolo vuole da noi TERRONI!?! nOI SIAMO PIù INCAZZATI DI VOI, perchè per fare una vita “NORMALE” siamo quasi sempre costretti ad emigrare, spero per lei che non dovrà mai trovarsi in questa situazione… che fino a 150 anni fa era esattamente all’incontrario!! E’ libero di SCHIFARE I TERRONI ma non di dire idiozie, il popolo Duosiciliano è stato l’unico stato sul suolo dell’italia nazionale ad avere 700 anni di storia!!! Sarebbe meglio informarsi un po prima di Parlare, e nonostante tutte le risorse del terzo regno più ricco dell’Europa sono andate verso Torino, io non mi sento di colpevolizzare tutti i Torinesi. Solo uniti ci divideremo…

Leave a Comment