Maurer: occhio alla UE, meglio una Svizzera indipendente

di ALTRE FONTI

Il presidente della Confederazione Ueli Maurer mette in guardia contro un allineamento della Svizzera all’UE e vi vede un pericolo per la sovranità e l’indipendenza. Il democentrista pensa che questo dibattito segnerà la politica svizzera nei prossimi anni, come 20 anni fa quello sull’adesione allo Spazio economico europeo. “L’allineamento non è fatto per la Svizzera”, rileva Ueli Maurer un’intervista al domenicale “Schweiz am Sonntag”. Il presidente della Confederazione è critico nei confronti della ripresa automatica del diritto e del riconoscimento da parte di Berna di un tribunale in caso di conflitto come rivendicato dall’Ue.

Per conservare la sua indipendenza, la Svizzera deve essere pronta a prendere il rischio di subire eventuali svantaggi. “Se la Svizzera corre sempre dietro agli altri, rischiamo di perdere il nostro profilo”. La scelta di una linea autonoma si è dimostrata valida, ha aggiunto. Ueli Maurer costata inoltre che i cittadini “temono una sovrappopolazione straniera e una immigrazione sempre più importante”. Ciò risulta da varie votazioni, per esempio quella del 22 settembre sul divieto di portare il burqa in Ticino.

FONTE ORIGINALE: http://www.cdt.ch

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. fabio ghidotti says:

    Maurer è da anni il segretario del partito svizzero anti-UE da sempre. Il fatto che sia presidente di turno della Confederazione è un effetto del sistema svizzero di turnazione della carica; non lo rende rappresentativo come se fosse il presidente eletto personalmente da una maggioranza elettorale governativa.

Leave a Comment