Maroni: sarò governatore con carta bianca, non ho debiti da pagare

di REDAZIONE

“Non ho debiti da pagare a nessuno, ne’ riconoscimenti da dare a nessuno. Nel mio partito o fuori”. E’ quanto ha chiarito Roberto Maroni, incontrando a Milano, i rappresentanti di Federfarma Lombardia. “Saro’ un governatore con ‘carta bianca’”, ha assicurato il candidato della coalizione di centro-destra alla presidenza della Regione Lombardia. “Se mi convinco che una cosa e’ giusta, la faccio, sono molto laico da questo punto di vista”, ha continuato. Durante l’incontro Maroni ha insistito sull’importanza di garantire la sicurezza “controllando il territorio e prevenendo i fenomeni di criminalita’ nei luoghi piu’ esposti” come le farmacie. E ha elogiato la “professionalita’ di questo settore”, che “va salvaguardata”, perche’ ha anche un’importante “funzione sociale” sul territorio.

”Sono scaramantico anch’io, anche se sono padano. Ho la penna col cornetto, della serie ‘non si sa mai”. Roberto Maroni ha mostrato agli associati di Federfarma una piccola penna con cornetto portafortuna, estratta dalla tasca dopo aver detto di che cosa fara’ ”quando” sara’ governatore della Lombardia. Il candidato presidente di Lega e Pdl si e’ comunque detto fiducioso sull’esito delle elezioni. ”Non so chi vincera’ le elezioni fuori dalla Lombardia, qui non c’e’ partita”, ha sostenuto. E sul suo ruolo ha assicurato: ”Non ho debiti ne’ riconoscimenti da pagare a nessuno, nel mio partito o fuori. Ho carta bianca”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

17 Comments

  1. giovanni says:

    io non mi lamento, denuncio una verita’ assodata.
    lei non so cosa abbia fatto nella vita. io ho un curriculum invidiabile e con molti successi provati.

  2. elio says:

    dai commenti questo sito parebbe l’organo dei tromabati della lega, hahahaha, parebbe ma sono certo che è una casualità che i commentatori convergano quì, il giornale è ottimo.

    cmq la lega ha fatto bene a liberarsi di questi, come vedete non ha sbagliato proprio tutto.

    • renzina says:

      ma lo è carissimo amico! lo è. I trombati della lega già scrivono qui, come te, con solo 15 giorni di anticipo….sugli eventi

  3. corrado says:

    Maroni si sbaglia di grosso, ha un enorme debito da ripagare nei confronti dei leghisti e degli ex leghisti: TRENT’ ANNI DI PROMESSE MAI MANTENUTE.
    intanto in questi trenta anni, sono nate moltissime nuove Nazioni (Rep. Ceca e Slovacchia, Bosnia, Croazia, Slovenia, Macedonia, e’ crollato il comunismo, ecc.)mentre noi siamo qui ancora a mantenere Roma, dalla quale lui prende lo stipendio.

  4. francesco says:

    tanto Maroni perde

  5. micaela says:

    Be, qualche debituccio con noi di Fratelli d’Italia lo ha, caro Maroni. Il nostro aiuto lo abbiamo dato lealmente e non abbiamo fatto casino come invece avremmo potuto.

  6. geronimo says:

    Non ha debiti? E quelli di amicizia con La Russa? Guardate che è inutile censurare o mettere la polvere sotto il tappeto. In politica si fanno patti e affari e la Lega di Maroni li ha fatti con La Russa e ha utilizzato pure la Rai per fare da gran cassa alle loro belle iniziative tipo Mineo e il resto delle marchette siciliane! Perchè sono furbacchioni, strafanno…si ritengono intoccabili…più furbi degli altri…

  7. pallino says:

    Unione Padana
    per credere ancora in un sogno di indipendenza e di libertà.
    Detto questo, cosa altro posso dire : votate in coscienza
    amici padani e non rinunciate mai a tutto ciò cui aspirate.

  8. Rinaldo C. says:

    Il signor Giovanni ha ragione, quasi tutte le sezioni provinciali, le circoscrizioni locali, si fanno un mazzo e non vengono aiutate, soldi non ne arrivano mai in Lombardia non lo so ma in emilia è ancor più triste, i leghisti emiliani sono i più bistrati, Da Via Bellerio arrivano ordini dovete fare questo, quello ma aiuiti mai, ora ti hanno mandato un camioncino con la Vela, dovrebbero mettersi la vela dove dico io.
    Viva Unione Padana votate questo movimento indipendentista e libertario.

    Rinaldo Cometti

    • bra. says:

      via Bellerio fa benissimo a comandare! Ma che cazzo volete? Siete incapaci su tutto, e bibì e bibà sempre a spaccare il capello in quattro! seguite le indicazioni di Carcano e Iezzi e non rompete i cosiddetti! Lavorate, lavorate lavorate se volete essere liberi

  9. Giorgio Fidenato says:

    Della serie: non mi darò da fare a liberalizzare il settore delle farmacie. Quindi pagheremo i medicinali a caro prezzo. Esempio: qua in Spagna un tubetto di fastum gel di grandezza normale costa 2,60€. In Italia penso che non costi meno di 5-6€. Provate a vedere nelle farmacie!! Bella roba questa Lega!!! Ormai siamo al peggior democristianume che abbiamo visto negli anni passati.

    • lega2.0 says:

      Fidenato t’han cacciato ed allora cosa vuoi? Dei padani, caro Giorgio, non son proprio cazzi tuoi! I padroni dei padani Fidenato siamo noi! Lega 2.0

  10. ludovica g. says:

    Giovanni! I soldi ti sono stati restituiti sotto forma di programmi bellissimi fatti dai leghisti in Rai come quelli di Rai Parlamento. E poi devi essere contento di poter dire che anche tu hai contribuito ad avere dei direttori in rai e degli uomini che siedono nei consigli di amministrazione di enti e banche. Quindi, con le tue ridotte capacità hai consentito, a gente che mai avrebbe avuto la possibilità in un mondo serio, di avere lauti stipendi bei posti e onori! Devi esserne fiero e non rompere i coglioni!

    • giovanni says:

      ridotte capacita’ ? informarsi meglio prego. E la verita’ fa.male

      • ludovica g. says:

        vuol mettere le sue capacità con quelle, per esempio di una Bianchi Clerici, una Faverio, un Caparini? Ma dico io! Ma che presunzione, quelli sono supereroi padani e lei invece chi è? Un anonimo che si lamenta! Ma stia in riga e serva i suoi superiori

        • santelli says:

          Ma il vero supereroe padano è il grandissimo Para…Gone! Il re dei Para… Grandissimo, showman e gionaliston protetto da qulel genio di Giorgetti. Lui sì. Gli altri sono stati bravini ma in fondo dei dilettanti in fatto di paraculaggine! E di poltrone scaldate! Bravissimo il mio idolo!

  11. giovanni says:

    negli anni 90 le sedi e sezioni della lega sono state fatte con i soldi dei militanti e sostenitori, la lega non ha mai scucito niente anzi, si prendeva una quota delle tessere. non credi caro bobo che sarebbe ora di restituire i soldi a chi vi ha finanziato sul territorio e ha fatto crescere la lega e fatto sedere molti di voi in posti molto privilegiati e remunerativi senza merito? la mia ex sezione di soncino con i soldi dei militanti di prima(non quelli di adesso) ha fatto eleggere un deputato, un consigliere regionale,un sindaco, un assessore provinciale, un assessore comunale, ecc..qualche militante che ci credeva con i soldi che vi ha dato si poteva acquistare una BNW o altra auto parificata. percio’ i debiti caro bobo con qualcuno li hai solo che non li paghi.

Leave a Comment