Maroni: riparte la battaglia per liberare il Nord. Ancora?!

di GIANMARCO LUCCHI

La nuova battaglia per liberare il Nord è appena iniziata, ne vedremo delle belle! Ohibò, chi lancia questo proclama, un nuovo protagonista della scena politica? No, il segretario della Lega Roberto Maroni. Appena iniziata? E venticinque anni di battaglie con obiettivi mai raggiunti cosa sono, uno scherzo della natura? C’è da restare basiti…

Comunque oggi nella Lega ci sara’ un’analisi del voto delle comunali, ma senza drammatizzarne l’esito raccontano le agenzie. Roberto Maroni  discutera’ con il Consiglio federale  di che cosa non ha funzionato in questa campagna elettorale e di che cosa si dovra’ fare per recuperare elettori. E’ intenzionato a ribadire che entro la primavera 2014 occorre celebrare il nuovo congresso, e si vedra’ poi se sara’ anche il caso di farlo un po’ prima, magari alla fine di quest’anno come indicano alcuni rumors. Di una cosa Maroni sembra pero’ convinto: che lo stato di salute della Lega non sia cosi’ incerto come viene descritto soprattutto dalla stampa. Maroni non ha risposto direttamente a Umberto Bossi, che non solo ha chiesto di fermare i provvedimenti disciplinari ma gli ha anche mandato a dire che sarebbe meglio se facesse un passo indietro ”perche’ non puo’ fare tutto, deve scegliere”.

Il duello che si ripresenta fra i due appare comunque stanco. Le preoccupazioni di quei leghisti che vedono nero sono piu’ complesse: via Twitter il segretario federale ha cercato di tranquillizzarli. ”La nuova battaglia della Lega per liberare il nord e’ appena iniziata – ha sostenuto Maroni -. Ne vedremo delle belle. Riprenderemo presto la fiducia degli astenuti. Chi ci da’ per morti ci vuole morti”. Primo impegno, nel ruolo anche di governatore: ”Fuori Equitalia dalla Lombardia, siamo quasi pronti, i soldi nostri devono rimanere a casa nostra”.Una sparata o l’annuncio di una rivoluzione? Domanda e perplessità legittime, perché non basta cambiare sigla all’esattore per non mandare i soldi a Roma… Il segnale viene comunque lanciato per riprendere il discorso con gli elettori. Ma prima di digitarlo, Maroni su Twitter ha rilanciato anche una immagine curiosa. Due fotografie affiancate di Flavio Tosi e Matteo Salvini con una scritta appena sotto, su sfondo verde: ”I have a dream…”. I segretari di Veneto e Lombardia, da poco promossi a suoi vice, sono fra quelli che lo stesso Maroni vorrebbe vedere presto al suo posto di segretario federale. I diretti interessati preferiscono non parlarne, anche perche’ nel movimento c’e’ chi vedrebbe meglio figure meno ingombranti al posto di Maroni. ”Spero che Maroni resti il segretario della Lega – ha spiegato il sindaco di Verona – perche’ e’ stato eletto meno di un anno fa e, adesso che siamo in una fase importante perche’ riparte il progetto politico della costruzione della macroregione, alla Lega non serve fare un cambiamento di segreteria”. Salvini continua a chiedere di lavorare e di non polemizzare: ”Osare di piu’ – e’ la sua ricetta -, rischiare, esserci, non dividersi ma attaccare. E la Lega puo’ crescere”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

20 Comments

  1. Miki says:

    Si da Maroni.
    ..e dagli altri infiltrati da mamma Roma come lui.
    Secessione

  2. AUVERNO says:

    … fa più ridere l’originale che l’imitazione di Crozza.

  3. oppio49 says:

    io sono duro di comprendonio ma non ho ancora capito a che cosa serve la macroregione.., che progetto politico è? è l’anticamera dell’indipendenza o una puttanata megagalattica? che funzioni avrebbe questa macroregione, che fine farebbero le tasse pagate in questa macroregione, prenderebbero ancora la strada di roma o rimarrebbero qui? e chi lo sa… io mi sono fatto l’idea che per quei figli di buona donna degli italioti sarebbe più semplice rapinare una regione (macro o non macro) che rapinarne tre. c’è qualcuno nella lega che mi può spiegare questo progetto sbilenco ed inconcludente? ma lo sa maroni quali sono i problemi della gente in lombardia o in veneto? non credo proprio visto che non tira fuori i coglioni. spera di trattare con il governo letta? preparem i sciop che l’è mei.

    • Miki says:

      Hai presente il Pd quando proponeva un’alleanzastrategicatattica tra Chiamparino,Cacciari e un altro (Penati forse)? Ecco:aria fritta unitarista coi piccioli solidali verso Roma: Macro-nazione se ciàma.

  4. lorenzo canepa says:

    ancora le solite parole. Possibile che in 25 anni non siete riusciti a concludere nulla. Nessun programma della lega, ma proprio nessuno, si e´realizzato. Bata con i proclami. Continuate a perdere voti e non avete capito che di balle sono tutti stufi anche i militanti

    • Miki says:

      Il federalismo era (è) legge dello stato. Ringrazi i suoi gombagni di sinistra e il presidente napoletano se è stato buttato nel sanitario. Poi se per lei una riforma federale dello stato è una sciocchezzuola da nulla (vera,cioè soldi spendi i tuoi e kultura studi la TUA storia,non quella dell’invasore. Idem per magistratura e f.o) non la macronazione startappizzata; bè imbracci il mitra allora..

  5. Bortolo Manin says:

    maledetti traditori

  6. Luca says:

    “Roberto Maroni discutera’ con il Consiglio federale di che cosa non ha funzionato in questa campagna elettorale”
    Si perchè è la campagna elettorale che non va bene. L’idea che non vada bene quello che hanno fatto (o meglio, che non hanno fatto) fino ad oggi non li sfiora nemmeno…

  7. ingenuo39 says:

    Roberto Maroni discutera’ con il Consiglio federale di che cosa non ha funzionato in questa campagna elettorale e di che cosa si dovra’ fare per recuperare elettori? Non credo sia difficile rispondere a questo quesito. Basterebbe stare zitti e fare e ripeto FARE quello che si è promesso ai loro elettori e ai loro aderenti e tanti oramai ex fino ad ora, poi dire lo abbiamo fatto. Semplice neh!

  8. Maurizio says:

    Aspetto ; basta che non se ne escano come è successo spesso con l’analisi che se uno non viene eletto è colpa dei militanti che non hanno distribuito abbastanza materiale. Ne ho piene le tasche di questi segretarietti giovani e rampanti.

  9. BRUNO DOLFINI says:

    Certamente hanno ” rotto…..” per una sedia (rotta) !
    MA, ” We have a dream ” :
    — MARCIARE CON LA LEGA NORD 3.0 ,
    CHE SONO IO,DOLFINI BRUNO —
    LEGA NORD 3.O : the wonderful dream for Padania!
    LIBERTA’,LIBERTA’,LIBERTA’ !
    LA COSTITUZIONE ITALIANA HA PORTATO ALLA
    DISTRUZIONE IL NOSTRO POPOLO CON TUTTI
    I SUOI VALORI : –NON STUPIRTI . E’ LI’ DAVANTI
    AI TUOI OCCHI E TRA LE TUE MANI VUOTE! NON
    FINGERE DI NON VEDERE ! –
    SE MI DICI CHE SEMBRAVA UN FATTO IMPOSSIBILE
    A VERIFICARSI,TI DO’ RAGIONE,MA LA REALTA’
    NON LA PUOI NEGARE : LA COSTITUZIONE
    ITALIANA,ALLA LUNGA,PORTA DISTRUZIONE.
    EVIDENTEMENTE CHI L’AVEVA REDATTA,
    SCRIVEVA IN ASTRATTO,IDEALIZZAVA E NON
    TENEVA CONTO DELLE NECESSITA’ CONCRETE
    DEGLI ITALIANI.
    — E’ LA COSTITUZIONE LA RADICE DI TUTTI
    I NOSTRI MALI DEL MOMENTO !!!–
    Saluti Sinceri.

  10. Roby says:

    Vogliamo la padana Votino prossimo segretariooo!!!!!!!!

  11. Riccardo S. says:

    E’ dal 1982 che è iniziata la battaglia per il nord!

    BASTA BALLE! VERGOGNA!

  12. braveheart says:

    MARONI:…..bla…bla…bla…bla….
    BASTA CON LA CASTA DI VIA BELLERIO….FUORI TUTTI DAI MARRONI….

  13. lory says:

    Maroni hai rotto marroni !!!!!!!!!!!!!!!!

    • Veritas says:

      Ma che scrivete a fare? Potete anche farne a meno……
      Quanto al’odierna situazione leghista, pare che il grande Tosi lo sia in altezza e chiacchiere ma cerchi di evitare responsabilità, quindi fatica…
      Viva Matteo!

Leave a Comment