Maroni: referendum per l’indipendenza in tutto il Nord

di REDAZIONE

Il referendum per l’autodeterminazione del Veneto e, di conseguenza, per l’indipendenza di quella regione, sara’ una formula  proposta dalla Lega Nord anche nelle altre regioni. Lo ha confermato a Udine il segretario federale Roberto Maroni. “Ho detto che quella del referendum e’ una buona iniziativa, che mi piace molto, che non e’ in contraddizione rispetto al progetto della Lega Nord, cioe’ la ‘Macroregione del Nord’. E’ una spinta che va in questa direzione. Ho chiesto al presidente Zaia – ha specificato – solo di aspettare un attimo che io diventi governatore della Lombardia, cosi’ il referendum lo facciamo insieme. E questo – ha concluso Maroni – vale anche per le altre regioni del Nord”.
“Sono d’accordo con il presidente del Veneto, Luca Zaia, ad oggi la Lega Nord correra’ da sola”. Lo ha detto ancora Maroni. “Per quanto riguarda le alleanze – ha precisato – e’ presto per decidere, per adesso siamo concentrati sul programma, sulla idee, sulle nostre proposte. Le alleanze vengono dopo. Condivido quello che ha detto Zaia, non possiamo allearci con un partito, il Pdl, che sostiene il Governo Monti, noi siamo all’opposizione. E ad oggi questa e’ la strada che seguiremo”.

Nonostante l’indicazione nazionale di andare da sola, la Lega Nord in Friuli Venezia Giulia correra’, alle prossime Regionali, con il Pdl ed il centrodestra. Lo ha confermato a Udine il segretario federale, Roberto Maroni.   ”Ho incontrato il presidente della Regione Fvg, Renzo Tondo, ci siamo parlati, come e’ avvenuto gia’ altre volte. Qui in Friuli Venezia Giulia, per quanto ci riguarda, decide la segreteria nazionale le alleanze. Posso, infatti, esprimere un giudizio positivo sul Governo che c’e’ stato e che c’e’ in Fvg, cosi’ come su quello della Lombardia, pero’ non decide la segreteria federale. Ciascuno deve assumersi la responsabilita’ delle scelte. Decideranno loro – ha concluso Maroni – in piena autonomia, se vogliono chiedermi un parere sono disponibile”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

24 Comments

  1. Kornt93 says:

    LEGHISTI A CASA!!! Stanno sputtanando il referendum per l’indipendenza!! Mai sotto Milano!!

  2. Franco says:

    Sono VENTI ANNI che sentiamo dire le stesse CAZZATE,prima da BOSSI e adesso da MARONI.La storiella ormai la abbiamo imparata a memoria come una cantilena.L’unico obiettivo che i TRADITORI DELLA LEGA hanno, è quello di ritornare nel parlamento italiano per dividere,assieme a ladri,corrotti e mafiosi I NOSTRI SOLDI.E’ ora di farla finita con queste menzogne,LA LEGA DI MARONI E’ MORTA esattamente come quella di chi lo ha preceduto.Chi vuole l’INDIPENDENZA della sua terra non può votare la lega(che non è MAI stata nord).

  3. Federico says:

    Per la Lega ormai è troppo tardi. Adesso il progetto veneto è partito e non ci sarà più alcun modo di fermarlo. Maroni mostra imbarazzo e cerca di venirne fuori alla meno peggio, ma in Lombardia perde e la cosa del Nord unito si chiude li’. A questo punto Zaia è costretto a battersi per l’indipendenza per non morire politicamente, data la concorrenza politica che viene da Veneto Stato e Indipendenza Veneta. Il treno è partito e – grazie all’Europa, all’Onu ma soprattutto grazie al sostegno popolare in crescita (perché l’approvazione del 28 novembre ha ridato entusiasmo ai veneti) – si arriverà a votare per la propria autodeterminazione.

  4. giannarcixo says:

    La superficialità che dimostra alain è pari se non superiore a quella dimostrata da maroni.
    Non mi stancherò mai di ribadire che il percorso di autoderminazione dei popoli presuppone l’esistenza di un popolo (storia e lingua requisiti minimiI).
    Il progetto di indipendenza Veneta è proprio questo:
    sulla base dell’esistenza del popolo Veneto (mai messa in discussione neanche dall’italia) il diritto internazionale ci consente di indire il referendum.
    Non è così per il resto del nord che anzi è stato promotore ed artefice dell’unità nazionale.
    Quindi la strada intrapresa dal Veneto ha delle peculiarità che gli altri si sognano e che, per questo, probabilmente non accettano. Hanno il terrore di rimanere soli, come si dice: mal comune mezzo gaudio.
    Ma ormai l’inganno è svelato e la nostra consapevolezza / determinazione ci porterà al referendum prima di quanto alain/maroni possano immaginare.

  5. Albert Nextein says:

    Su un referendum del genere il potere ci piscia sopra.
    Eventualmente fa finta di far la voce grossa,ma se ne fotte.
    Diverso sarebbe se qualcuno organizzasse un incisivo sciopero fiscale al nord.
    Allora il potere si allarmerebbe.
    Maroni conferma la sua inconsistenza.

  6. Merlin Cocai says:

    Il marroni vuole l’ indipendenza per farci il califfato dei signorotti leghiosti e soci. No grazie. E trutti gli emigranti del sud italia e del centro dove li vuole mandare il marroni li vuole mandare giu’. Va fo’ dei bale marron te ghet rot i marroni.

  7. NicoBS says:

    Come sputtanare di nuovo l’indipendenza. Le pagherete tutte traditori.

  8. Trasea Peto says:

    Zaia ghe ndarà drio a Maroni come un bravo cagneto. L’inportante xe no ndarghe drio a Zaia.

  9. alain says:

    Ecco dove si voleva arrivare con la farsa del consiglio regionale del 28 novembre!altro che indipendenza del Veneto, questa è una manovra leghista per traghettare i voti degli indipendentisti veneti verso il progetto insulso di macroregione del Nord!Sveglia veneti non facciamoci fregare!

  10. Salvo says:

    Sarebbe più corretto dire “il ritiro dalla colonia”.

    Secedere da se stessi non ha molto senso. L’Italia siete voi (chiamatevi come volete, ma l’Italia è il nord…l’avete fatta voi a vostro uso e consumo)

    • Trasea Peto says:

      Si bravo, infatti i bastardi veneti hanno aspettato 5 anni per far parte del Regno d’italia perché tramavano tutto dall’esterno per poi prendere il controllo dello Stato: Prefetti, esercito, uffici pubblici, scuole, etc…
      I sud tirolesi e triestini sono stati ancora più bastardi perché hanno aspettato 58 per calare la maschera.

    • Peccato che il Veneto fu annesso militarmente nel 1866… io non ce l’ho con le altre popolazioni italiche, ma qui fai un torto alla tua gente, non scrivere idiozie… Il Veneto (lasciamo perdere la regione italiana che non c’entra nulla e serve solo ai ladri della lega e di VS e IV per farsi propaganda) non è mai stato legalmente annesso, quindi è una nazione da liberare. Non dare la colpa a noi, dalla semmai a personaggi come quelli in foto, che sfruttano la nostra sofferenza per gabbare i più deboli.

  11. se maroni diventa governatore della lombardia mi sa che alle prossime regionali ,per sfizio, mi candido anch’io che non so una pippa d’amministrazione pubblica. Se veramente esistono dei cretini che lo votano io il programma me lo faccio fare da paperino così ho la certezza di stravincere

  12. Fabrizio says:

    Delirante. Aspettare che Maroni diventi governatore della Lombardia per indire un referendum in contemporanea con quello Veneto, è la piú grande stronzata che poteva dire. Alzare la posta per ottenere i voti necessari a superare lo sbarramento previsto per le politiche è inutile.

  13. Unione Cisalpina says:

    Catalunya x i katalani kiede l’indipendenza dalla Spagna…
    il Galles x i gallesidal UK … e poi c’è
    uno stato NON nazione kiamato italia ke ha degli sciagurati ciarlatani ke kiedono l’indipendenza del Polo Nord …
    in Padania noi cisalpini siamo ridotti a mera espressione geografika … ai cisalpini si toglie il diritto d’idntifikarsi (o ci si vergogna ad esserlo) Padani, Padalpini o Alpinopadani ! …

    brava lekka nodde… bravo maroni !

    • Unione Cisalpina says:

      … Ho chiesto al presidente Zaia solo di aspettare un attimo che io diventi governatore della Lombardia, cosi’ il referendum lo facciamo insieme. …

      ankora ciarlatanerie …ahahahahahahahahahahahahah basta maroni ! … fai i fatti … non diverrai mai presidente della Lombardia e xò intralci anke l’azione del Veneto !
      … nella foto ke ti ritrae, tra l’altro, c’è anke una certa somiglianza kol Toso … si vede ke vi piacete … 😀

      xkè kontinui kon gli inganni e boutades x deficenti ke speri abbokkino ankòra !? xkè rimandi sempre le kose giuste da fare… e da fare subito !?

    • massimo says:

      ma smettila di scrivere con queste k, sei infantile comunistello e un po’ ignorante

      • Unione Cisalpina says:

        buffone ke stai in redazione e ke passi kuesti kuesti insulti personali kontro altro utente sei un KOGLIONE ! … PROTESTO …

  14. UN VENETO PER UN VENETO STATO INDIPENDENTE says:

    Cari fratelli Veneti e perchè no anche ai Lombardi che credono ad una vera Indipendenza, Politica, Economica e storica, non cadiamo ancora nell’inganno di questi falsi predicatori, che per 20anni hanno deluso e fatto pagare il conto sempre insistentemente a noi creduloni illusi, ora dobbiamo ripagare la moneta per quello che ha prodotto cioè il nulla, dobbiamo voltare le spalle a chi l’ha fatto spudoratamente a noi popoli del nord, con una campagna descriminatoria nei confronti del sud, ma in realtà il marcio sono loro lo sappiamo bene come è finita.
    dico solo che il cancro non è tutto al sud, ma lo abbiamo in casa nostra il cerchio del cancro malefico!!!
    diciamo no all’autonomia da barattare con roma, progettata da falsi predicatori

    Prendiamoci l’Indipendenza!!!
    W San Marco W il Lombardo Veneto per l’indipendenza dei popoli!!!

    • un Veneto Vero says:

      io sono un veneto vero che non crede una parola di quello che scrivi e cerchi solo di mettere zizzania

      w san marco

    • Sottoscrivo tutto quello detto da “Un Veneto per un Veneto…”, mentre un Veneto Vero, se lo fosse realmente, saprebbe che dobbiamo ben guardarci da qualsiasi marcia istituzione italiota, compresi i partiti cosiddetti “indipendentisti”, specchi per le allodole per i creduloni e i disperati

      • caterina says:

        il Veneti non sono i Lombardi anche sono stati per cinquant’anni un regno unico… che cosa sono cinquant’anni nella storia di un popolo!
        Ciascuno ha le sue ragioni per riconquistare l’indipendenza, e non si possono annacquare perchè l’identità di popolo è la vera forza!.
        Bene, prima la si conquisti l’indipendenza, poi fra pari ci si può federare!

Leave a Comment