Maroni: meglio votare a ottobre dopo aver approvato la riforma elettorale

di REDAZIONE

Il segretario federale della Lega Nord, Roberto Maroni, ribadisce la sua richieste di elezioni anticipate a ottobre e considera “un regalo” l’ipotesi che Pdl, Pd e Udc possano di nuovo governare insieme lasciando la Lega all’opposizione. “Sarebbe fantastico” ha detto al termine della riunione della segreteria politica in via Bellerio, ma ha anche aggiunto “non credo che ci faranno questo regalo. In ogni caso noi non siamo per il ‘tanto peggio tanto meglio’, ma siamo molto preoccupati per la drammaticità della situazione”. L’ex ministro dell’Interno ha aggiunto che comunque “quello delle alleanze rimane l’ultimo dei problemi, non ci interessa se non sappiamo quanto durerà questo governo e quando si voterà”. Maroni ha detto che nei prossimi giorni sentirà i leader degli altri partiti e dirà loro “che non si può più aspettare e non si può buttare via il mese di agosto” con una chiusura delle Camere mentre si potrebbe invece approvare la riforma della legge elettorale. “Siamo di fronte a una drammatica accelerazione della crisi, lo scenario è cambiato, tutti i calcoli e le strategie precedenti vanno azzerati” ha continuato il segretario. A suo parere “c’è di mezzo la tenuta dell’economia del nord che vuol dire imprese, famiglie e persone. Tutto il resto viene dopo, ma il nuovo scenario richiede solo questa immediata decisione: staccare la spina” al governo Monti.

Print Friendly, PDF & Email

36 Comments

  1. La Lega appartiene ai militanti e Maroni ne è solo il segretario. ne sono certo, diventeremo il primo partito del nord, grazie Umberto e forza Maroni!! La lotta continua.

  2. E al Senato il semipresidenzialismo passa grazie ai voti della Lega…un partito dichiaratamente federalista che va, ancora una volta, a sostenere una riforma centralista in cambio del solito niente…pazzesco…questa gente è proprio capace di tutto…

  3. Ma la legge elettorale non l’ha partorita il suo amico calderoli? E perchè adesso vuole riformarla? Ma lui non l’ha votata? Ma questo non era il vice della lega?
    ah già, ora è tutto diverso, è cambiato tutto.
    Ora è lega2.0, poi 3.0, poi 4.0..ZZZZZZZzzzzzzzzz…….

  4. che si voti, ma il prima possibile, in modo che nessun leghista sieda più in parlamento. Qualcuno crede veramente che la lega superi lo sbarramento del 4%?

  5. Dear direttore, l’unico partito, movimento o come@@@@@ che vuoi chiamarlo è la Lega Nord, tolta la lega c’è il vuoto. Ormai è chiaro che tantissimi sono gli infiltrati provenienti dal socialdi “OKNO notizie”, tutti rigorosamente sinistroidi nazionalisti i quali si sono gettati a capofitto a elencaree insulti anche su questo giornale, non mi rivolgo di certo a lor signori nazionalisti italioti, ma mi rivolgo a quei pochi indipendentisti veri rimasti che disprezzano la LEGA NORD, a loro mi rivolgo, tolta la lega a voi……. che rimane?

    LF

  6. Sono un affezzionato lettore della Padania che trovo davvero utile, vorrei solo chiedere a quei che ne comanda in quel bel giornal di usare una carta più morbida e a doppio velo perchè quella di adesso non val la spesa. Grassie.

  7. Senti parlare Maroni è come leggere un Magazine di Barzellette invece per quanto riguarda Bossi un intera enciclopodia Treccani.
    AMEN

    • Deve decidere una volta per tutte. MARONI faccia un atto di coraggio e dica di non presentarsi più a Roma. Altrimenti non mangia il panettone e verra defenestrato da altri più decisi di lui, anche se meno intelligenti.

  8. Il la squadra la vedrei così, Cota e Tosi segretari, Zaia e Salvini uscieri, Maroni piazzista, Reguzzoni centralinista, Calderoli alle pubbliche relazioni. E poi via con la vendita delle pentole Padania, la pentola che non attacca! (sempre meglio di tutte le cazzo di iniziative messe in piedi dal circo in poi…)

  9. Ormai la Lega non fa più politica, fa ridere, guardate quel che è successo oggi……….ma dove vanno? movimentismo fine a se stesso, inconcludenti azioni di disturbo, roboanti annunci mai seguiti dai fatti, ricattini politici da sottogoverno…e tanta, tanta sudditanza ai poteri forti o al cavaliere e ai suoi accoliti…bravi, bene, bis! Tanto quei pirla dei padani sono tonti…

  10. dal “via da roma” a commentare tutti i giorni ipotesi elettorali… “non si può buttare via il mese di agosto” detto da uno che ha buttato via 20 anni di governo.
    omen nomen est.

    • ma no! Isabella è molto più fine e con forme più provocanti. Dove hai gli occhi Berry? La Rosy ormai è passatiella, senza offesa. E poi la Isabella ha l’occhi da gattina, che conta molto. La Rosy ha l’occhio maschile e rapace.

      • e nessuna osi dire che il commento politico scade perchè da gente che ha creato, organizzato e seguito con i sorrisi stampati sul viso Miss Padania per tanti anni non accetto commenti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

        • Ma che cariche ha questa Votino nella Lega?
          Ha per caso affisso manifesti, distribuito volantini? Si é fatta il mazzo….che ne so…arrostendo salamelle o predisponendo piatti di casonsei?

          • salotti romani, portavoce “personale” di Maroni (ricordo foto di Chi….), cene romantiche in lussuosi ristoranti e alberghi romani, voli di Stato… Campana/padana doc…!!

  11. E’ significativo sentire parlare il maroni di elezioni nazionali italiane e di nuova legge elettorale per rioccupare qualche seggio a roma padrona.E’ l’ennesima PALLA che questo “signore” crede che il nord ,TUTTO IL NORD, possa ancora digerire,è ormai chiaro che da buon ex ministro dell’interno avendo GIURATO FEDELTA’ alla REPUBBLICA ITALIANA è obbligato,e lo fa volentieri,a sostenere l’attuale sistema fatto di pensionati fasulli,di dirigenti fasulli ma soprattutto di TROPPI PARASSITI.Maroni non incanta più nessuno è il peggior esponente di questo sistema che non è in grado di garantire niente e nessuno.Altro che fase DUE,è sempre la solita minestra,un pò riscaldata ma sempre più indigesta.

  12. Ma Maroni non aveva detto basta Roma, d’ora in poi rimaniamo sul territorio ecc ecc? Perchè gli interessano tanto le elezioni politiche? Ovvio; perchè sono tutte parole al vento: i politici leghisti di andarsene dal parlamento romano non hanno proprio nessuna intenzione e alle politiche si candideranno come hanno sempre fatto finora. Parola d’ordine: diffidare di questo occhialuto personaggio…

    • Lui aveva detto basta ma Isabella e Matteo gli hanno detto no, no, mai mulà a Roma bbene se stà..ce magnamo la coda alla vaccinara e ce la fa la Polverini che c’ha due manine d’oro. Stemo boni e stemo bravi che i padani sono schiavi per non esserlo anche noi ci facimme i cazzi suoi!

      • Certo che la Isabella la “campana” gli ha detto di non mollare Roma…. Sai i ristoranti, gli alberghi 5 stelle, i salotti romani, i voli di Stato…. Ormai è 10 anni che fanno quella vita li’…..

        • Voi tirate la cinghia e la Rai leghista vi mostra quello che potreste vistare se avevate i soldi! Eccoli cosa sono andati a fare occupando la Rai con tanto di direttori! Fanculo a sorrate

  13. Non capisco, se non in chiave partitica, il voto a ottobre. In ogni caso, riguardo a tale ipotesi, serve un urgente progetto autonomistico-federale, dedicato soprattutto agli enti locali e alla loro azione, per poter contrastare il contabilismo di un Monti-bis da Grossekoalition, o fac-simile.

  14. Manu divina magona ha già operato e il veleno già scorre nel sangue flaccido delle esangui schiere dei barbari che sognan il nulla eterno arriva senza alcun rimpianto tutto finisce come lei disse in un tragico e ridicolo disfacimento, colano le loro facce di cera di traditori del vero verbo libertario. Senza di lui nulla può essere dopo che il tradimento è stato perpetrato, Manu si compia la tua profezia!

  15. Meglio votare ad ottobre? Ma no, meglio processare i dirigenti come maroni e la sua disinvolta combriccola verde e poi far restituire il malloppo dei rimborsi elettorali ai popoli padano-alpini. Mi sembra il minimo.
    Saluti
    Dario Catti

  16. Si certo, vedrai come si vota ad ottobre. Ma fino a quando ci terremo questi pulcinella? Sempre e per sempre. Del resto l’indipendentismo è ormai tramontato definitivamente, ha avuto il suo momento, durato quasi un anno, e non ne è venuto fuori nulla. Così andiamo avanti con la Lega o quel che resta, fino a consunzione, o meglio fino a quando a Roma sta bene così. La galassia indipendentista semplicemente non esiste e olo si vede anche dalle difficoltà in cui viene lasciata queste onorevole e coraggiosissima testata. Chicchiere, chiacchiere, finto sdegno, finta rabbia che poi si convoglia in masturbazioni mentali…cosa volete farci, teniamoci Salvini, Paragone e soci….auguri.

    • Perché fare confusione?
      Salvini é uno che si é sempre dato tantissimo da fare e mi pare una persona seria.
      Paragone ha fatto una super carriera ed é diventato un giornalista di punta della carta stampata e della TV: quello a cui aspirava, dopo avere zappato “l’orto” della Lega ed essere stato con i “frati” leghisti.
      Mi sembrano due robe diverse.
      Il primo mi piace, il secondo mi é a volte indifferente e a volte un poco odioso.
      Così la penso io.

      • Detto da Feltri intervistato da Radio Padania: “Salvini è un uomo su cui si può contare”.
        Contenti?
        Paragone : l’unico conduttore che sorride, bèh, si può apprezarlo, tra tanti musoni.

      • pappagone è leghista come i pinguini sono rinoceronti. non c’entra nulla con l’indipendentismo nè con le idee di libertà della Padania. maroni ha sbagliato ad andare a farsi intervistare da lui.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Befera fa il simpaticone: "Il fisco italiano è un pachiderma impossibile"

Articolo successivo

Crescono gli operai che formano coop per rilevare le aziende in crisi