Maroni: l’obiettivo sono le regionali del 2015, poi passo la mano

REDAZIONE

L’obiettivo per me sono le elezioni regionali del 2015, data di scadenza del mio mandato di segretario: dopo di che, passo la mano”. Lo dichiara Roberto Maroni, leader della Lega Nord, in un’intervista a Panorama domani in edicola. Alla vigilia degli stati generali della Lega al Lingotto (il 28 e il 29 settembre), Maroni affronta con il settimanale il futuro del movimento. ”Non abbiamo ancora sciolto la riserva sulla nostra partecipazione alle elezioni politiche, per noi e’ importante stravincere alle regionali, leggiamo le politiche solo in quella prospettiva”. Alla domanda se sara’ lui l’eventuale candidato premier, Maroni risponde: ”Lo decidera’ la Lega nel congresso di febbraio”. Quanto alla candidatura di Umberto Bossi, visto che le liste dovranno essere presentate entro il 7 marzo, si decidera’ il 6 marzo.

Dopo aver criticato l’atteggiamento di Renata Polverini (”doveva dimettersi immediatamente”) e del presidente della Lombardia Roberto Formigoni (”ha commesso leggerezze imperdonabili”), Maroni apre un canale verso il Pdl a patto che Alfano ”non copra lo scandalo, ma fondi un partito nuovo modello Lega, una federazione di movimenti del partito della liberta”’. Nell’intervista domani in edicola il segretario della Lega preannuncia a Panorama i sei nomi di giovani che vuole buttare subito nella mischia per preparare, oltre che con Luca Zaia, Roberto Cota e Flavio Tosi, la nuova classe dirigente della Lega. E sul Sinpa, il sindacato padano guidato da Rosi Mauro, taglia corto: ”Sono pronto a vendere la sede, non mi interessa”.

da  www.tmnews.it

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Leave a Comment