Al Lingotto la Lega di Maroni ha scelto i “poteri forti”

di LUIGI PANDOLFI

Riceviamo e pubblichiamo:

Ho dato un’occhiata al programma degli Stati generali del Nord, la convention della Lega che si terrà il 28 ed il 29 settembre al Lingotto di Torino. La prima uscita di un certo rilievo, si potrebbe dire, della Lega in doppiopetto guidata dal “delfino” Roberto Maroni. Cosa colpisce di primo acchito? In primo luogo la stridente contraddizione tra alcune parole d’ordine dell’iniziativa, peraltro le stesse che il Carroccio ha fin dall’inizio riservato al governo Monti, ed il profilo degli ospiti che animeranno la discussioni nella due giorni.

Da un lato, infatti, si continuano a profondere strali contro banche e banchieri, contro la burocrazia europea asservita al potere finanziario, dall’altro si scelgono come interlocutori proprio i rappresentati della casta finanziaria italiana e continentale, i ministri-banchieri del governo Monti, i rappresentati della tanto bistrattata burocrazia europea. Una chicca: sul sito dell’iniziativa, in alto a destra, c’è un bottone con su scritto : “Fai una domanda a Passera”, cliccando sul quale si apre una finestra per inoltrare domande al Ministro dello Sviluppo Economico. Per carità, niente di nuovo: una pillola di coerenza Maroni ce l’aveva offerta già qualche mese addietro, allorquando affermava che il principio rigorista contenuto nel “Fiscal compact”, quello del pareggio di bilancio che per l’Italia rappresentava una cessione di sovranità alla burocrazia europea, doveva essere il pilastro su cui fondare la nuova Europa delle regioni (Doppiopesismo leghista).

Epperò non si può non rilevare che, accanto ad una palese schizofrenia in perfetto stile leghista, qui si assiste ad una precisa scelta di campo: si scelgono i poteri forti in luogo dei ceti popolari, dei commercianti e degli artigiani, dei piccoli imprenditori. Di quei segmenti della società che per anni sono stati l’ossatura della base militante ed elettorale della Lega. D’altro canto anche la formula e gli argomenti scelti per i tavoli tematici è indicativa: Maroni nella conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa ha dichiarato che nell’occasione la Lega  non farà proposte ma “ascolterà” cosa avranno da dire gli ospiti, cercando di “interpretarne” le esigenze, di tradurne in proposta politica le domande, le istanze, gli interessi. Ma nelle sue parole non è mai echeggiata la parola “popolo”, né mai ha fatto riferimento ai lavoratori precari, agli operai delle aziende in crisi, ai piccoli artigiani e commercianti, ai ceti deboli della società, segno che i soggetti di cui la “sua” Lega vuole “interpretare” gli interessi sono altri ed appartengono ad altri rami della società.

In passato, ai tempi del Bossi ruggente, sebbene i paradossi, le contraddizioni, abbiano sempre accompagnato il cammino della Lega, il tratto “popolano” di quest’ultima era esibito, valorizzato, inscenato a fini propagandistici, per affermare, anche visivamente,  una netta distanza del movimento dal mondo della grande impresa e della finanza. Ciò anche quando, crescendo, il partito in certi ambienti era finito per accreditarsi ed intrufolarsi.

Oggi invece sembra, al netto di qualche sparata residuale contro banchieri e finanza, più di rito che di sostanza, che la strada imboccata da Maroni sia un’altra: quella di fare della Lega il nuovo punto di riferimento dei poteri forti del nord. Su questo terreno anche i temi della secessione, dell’indipendenza, della Padania (Termine sempre meno usato), avranno solo una funzione di corredo; saranno lo zuccherino ideologico da dare in pasto alla base più popolare, la valvola di sfogo da offrire alle inquietudini di una parte dell’elettorato del nord. Nulla di più. A parte i danni che certe campagne producono anche a prescindere dalle reali intenzioni dei promotori.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

52 Comments

  1. Franco says:

    Questa lucidissima esposizione E’ PURA VERITA’ e ciò che in lunghissimi anni è mancata è stata proprio la VERITA’:chi ci ha creduto e l’ha inseguita,illudendosi,è rimasto deluso e nella stragrande maggioranza dei casi è stato “escluso”.I risultati sono sotto gli occhi di TUTTI,meno di zero,soltanto inutili parole che rappresentano la “continuità” dell’attuale “sistema democratico” fatto di menzogne,imbrogli,corruzione,nella folle corsa all’illecito arricchimento personale.Più di venti anni fa le speranze di troppi erano riposte in chi allora voleva “cambiare il”sistema” in senso “federale”,sinonimo di razionalità,organizzazione,vera giustizia sociale,libertà ma soprattutto “sistema leggero” a basso costo.Questa era la VERITA’ nella quale abbiamo creduto in tantissimi,invece abbiamo subìto lunghi anni di menzogne e di illusioni.Il primo a rendersi conto di tutto ciò è stato “allontanato” alla prima occasione,nel 1994,deriso,sbeffeggiato,offeso e umiliato proprio perchè ciò che oggi scrive il Sig. Pandolfi,era nell’aria già “allora”.Oggi,purtroppo,la proposta di Maroni,rappresenta l’ultimo inutile e patetico tentativo di sopravvivere NELL’ATTUALE SISTEMA e rivela l’ansia di perdere i privilegi che esso offre a chi lo riconosce e lo “puntella”,dimenticando che anni fa si parlava di indipendenza,di federalismo,di secessione,di CAMBIARE IL SISTEMA ,invece è cambiato chi voleva cambiare e non ha cambiato e non cambierà MAI niente.Chi ha un pizzico di buon senso e un pò di memoria,ricorderà sicuramente l’entusiasmo e la determinazione che aleggiava quando si parlava di”Indipendenza della Padania”,ed è con vera delusione e in assenza di qualsiasi forma di astio ,che rilevo quanto la”dirigenza leghista” vecchia e nuova abbia spento sia l’entusiasmo che la determinazione,avendo svenduto e asservito “IL PROGETTO DI CAMBIAMENTO”, pensato dal grande Gianfranco MIGLIO, a questo infame sistema che è in grado di generare soltanto corruzione,ladri,imbroglioni e fanfaroni, oltre alla FAME e al SUICIDIO di chi,piuttosto di rinunciare alla dignità e all’onore,preferisce andarsene in una diversa dimensione ! Il Mi complimento con il Sig. Pandolfi,ha il merito di ricordare che le bugie hanno le gambe corte,e chi per bugiardo è conosciuto,ammesso che dica il vero,non sarà mai più creduto !

  2. ulLuf says:

    davvero non capisco tu e molti di voi altri da che parte stiate!
    sono convinto che molti siano qui per dividere!
    o ci uniamo o è finita per tutti! chi non lo capisce è contro il nord, contro la sua gente!
    siamo populisti si! ci accusano di esserlo enoi fieramente lo siamo! sono leghista! sono populista ! appartengo al popolo e viva il popolo! viva me! viva noi! viva Maroni che è uno di noi! serriamo i ranghi veri indipendentisti!

  3. alfio cantarella says:

    Allora? Vien fuori roba grossa? Cosa han quagliato i genialoni? Ed è vero che il nuovo inno della Lega 2.0 è Perdere l’amore?

  4. Domenico Galluzzo says:

    Come previsto, e mi dispiace per Oneto e per il direttore Marchi, che speravano ancora in un miracolo, la lega si avvia ad una fine ingloriosa. Purtroppo se l’è meritata, su tutta la linea….

    • bandini attilio says:

      Ti spiace? Falsone, iporcita, tu te la godi…a me davvero spiace per Marchi (ma lo avevamo avvisato in tanti) meno per Oneto. Quel che vien fuori senza aver sbagliato è Facco che l’aveva detto…

  5. rifforaffo says:

    Ma Maroni ha rifilato i suoi occhiali anche alla direttora Piazzo? Lo vedo adesso in tv….Ma sono occhiali d’ordinanza della s…lega 2.0

  6. Filtness says:

    gli indipendentisti vogliono i voti dei leghisti che non avranno mai, dovranno forse accontentarsi del voto della moglie.

    • marcione says:

      sei grande, no tu sei veramente grande, hai delle intuizioni luminose, devi essere allieva dell’Avvocato che ti aspetta dove tu sai…

    • Flit says:

      I leghisti vogliono i voti degli indipendentisti che non avranno mai, dovranno forse accontentarsi del voto del figlio, ilTrota !

      Buona pesca !

  7. Luca Podestà says:

    Cari sedicenti vertici “RINNOVATI” della Lega Nord (???) basta continuare a “gettare la maschera”…oramai la vostra faccia l’abbiamo vista bene tutti…!!! 🙂

  8. Piero says:

    La Allega era come la fogna di Zurigo, la Allega 2.0 è come la fogna di Calcutta…sempre di pupù si tratta ma almeno prima credere in un ideale non era impossibile…chi si compromette con la Allega 2.0 dovrà risponderne come chi si è compromesso con Abbozzi e soci

  9. efrem meretti says:

    Ma non capite nulla! Oggi, pur di oscurare questo grandissimo evento ebefrenico-mediatico hanno fatto questa operazione sulla regione piemonte…Vuoi vedere che il Cota ruba così la scena al Bob? Mah chissà quali cianfruse ci sono sotto…

  10. luigi bandiera says:

    Facciamo una cosa, rinominiamo l’italia in BORDELLUM..!!!!!!

    Famo prima, dicono a roma da sempre predona.

    salam

  11. Mauro Cella says:

    Un grazie a Luigi Pandolfi che in poche righe ha dipinto gli Stati Generali della Lega in tutta la loro squallida realtà.

    A breve il Nord tornerà terreno di conquista. Una Lega Nord così la può votare solo chi lo fa per abitudine o chi non vuole ammettere di avere seguito per decenni un gruppo di scaltri approfittatori (sono io il primo a fare ammenda dicendo di aver chiuso gli occhi troppo a lungo). Formigoni, che tenta di “riverniciarsi di nuovo” atteggiandosi a fedele discepolo di Miglio, è coinvolto in uno scandalo di cui penso molti lombardi ancora non abbiano ancora compreso le proporzioni. I “Berluscones”, col loro capo indeciso tra il ritorno in politica o il pensionamento definitivo, stanno andando in mille pezzi e già c’è chi pensa di mettersi sul mercato per salvare il posticino.
    In una situazione del genere c’è spazio, sia per chi vuole davvero darsi da fare, sia per chi vuole solo saccheggiare le ricche spoglie. Saremo in crisi ma il “bottino” fa ancora gola a tanti: aziende da tassare, conti correnti da “alleggerire”, stipendi da depredare… soprattutto un fiume di denaro pubblico negli enti locali che, anche senza il federalismo, ha dimensioni incredibili e controlli (da parte del contribuente/elettore) minimi.
    E’ sul quel denaro “pubblico” (uso le virgolette perché quasi sempre chi contribuisce non ha parola in merito su come viene usato) che la battaglia si accenderà.
    Maroni ha già fatto capire da che parte sta, aspettiamo gli altri.

  12. venduto mai says:

    parole sacrosante.
    Siamo in tanti a poterci riconoscere nella frase “MAI VENDUTI A ROMA e AI POTERI FORTI”.
    Non date più voce, ne aperture di credito a certa genoria!

  13. daneffe says:

    d’accordo con l’analisi. grazie.
    ma, la Lega è sempre stata così. anche in veneto prendono oltre 2000 euro in nero i consiglieri regionali.
    sempre stata questa la filosofia: tutto per me e per i padoni meglio se piccoli fanno adience nei bar del nord.
    Bossi? grande fiuto politico, un vero animale politico che sapeva e sà dove tira il vento. non è un caso che l’apparato del potere che occupa tutta la stampa li abbia usati e li usi.
    dovremmo trovare il tempo di farsi vedere e la manifestazione del 27 a roma è una occasione. partecipate anche voi, nel mio piccolo ci provo a sostenere tutto ciò che è OPPOSIZIONE.

    • Miriam Trevisan says:

      Ma cosa dici, fai pena…..bossi gran fiusto politico? bossi un vero animale politico?
      bossi è solo un povero pezzentun ex nullatenente privo di istruzione che 30 anni fa, insieme ai suoi “amici” maroni e calderoli, tutti con la faccia da ebeti e anch’essi ex nullatenenti privi di istruzioni, attaccavano tutti e tre come degli sfigati sciacalli i loro manifesti sui cassonetti dell’immondizia con sopra scritto le loro solite menate…..”Roma Ladrona” e “El Leon se Magna el Terrun!!!”
      Come se non bastasse questi porci cani sciacalli hanno avuto il fiuto infallibile di fare da fedeli cagnolini servitori del loro padrone mafioso di arcore…..per 25 anni!!!!
      mi raccomando…..nel 2013….rivotali

  14. Maurilio canton says:

    Oggi sono incredibilmente d accordo totalmente con l articolo ed il suo articolista.

    • Ferruccio says:

      Maurilio …..Maurilio

      Eravate stati avvisati di quello che stava succedendo in Lega….

      Non ci avete ascoltato !!!!!

      Grimoldi e le sue BANDE DI LANZICHENECCHI erano anni che tramavano sul territorio….

      Altri tempi altra Lega …ma sopratutto altri leghisti….

      Non legaioli o Babbari RAMPICANTI come adesso !!!!!

  15. Il Senatùr diceva spesso che pur di raggiungere l’indipendenza era disposto ad allearsi anche con il diavolo e precedentemente il diavolo era Berlusconi.
    Ora che la parabola di Berlusconi volge al termine mi sembra – ma potrei sbagliare – che Maroni stia cercando di cambiare diavolo con cui allearsi.
    Il mondo al momento gira attorno al denaro. La secessione/devoluzione/federalismo avverranno tanto più facilmente quanto più la si rende appetibile, vantaggiosa e desiderabile a chi il potere lo detiene davvero. Ed attualmente il potere pare essere nei fatti nelle mani dei così detti “poteri forti” che però in italì non è che siano forti, son solo attaccati alla mammella dello stato (vedi http://www.keinpfusch.net/2012/06/i-poteri-obesi.html ).

    • Don Ferrante says:

      La Lega di Bossi sosteneva: “Dobbiamo approvare tutte la robaccia di Berlusconi perché lui così ci garantisce il federalismo” Abbiamo visto il risultato !

      Ammosciati Bossi e Berlusconi, domani il Maroni scopaiolo ci dirà che bisogna assecondare i poteri forti perché solo loro possono darci il federalismo !

      Nessuno pensa che se i poteri forti avessero voluto uno stato federale se lo sarebbero già fatto quando e come volevano con o senza il favore popolare ?

      La crisi ha piegato i potenti ?
      Ma quando mai ?
      I “pescecani”, i borsari neri, i monatti arricchiscono nelle tragedie: il popolo paga anche per farsi smaltire !

      Quando qualcuno dei “potenti” prenderà la tessera della Lega, ne farà pubblico vanto, si impegnerà nei comizi e nei salotti televisivi a difenderne il passato e ad esaltarne il futuro, quando dimostrerà la sua conversione alla causa indipendentista e metterà a disposizione tutti i suoi mezzi, io penserò che qualcosa è cambiato, ma fino ad allora resterò convinto che i “poteri forti” si stanno giocando l’appoggio della Lega a “costo zero”!

  16. Don Ferrante says:

    Non ho dubbi che i Poteri Forti faranno micio micio con Maroni.
    Un cane in più a trainare la loro slitta fa sempre comodo.
    Prima avevano l’Husky di Gemonio, scomparso sotto una neve …marrone, ed han temuto di rimanere senza, ma poi han capito di poter legare il Malamute di Lozza.
    Dopo trenta anni di insulti a Giuanin lamera, ai ladroni delle banche, della fiananza ecc. ecc. il popolo padano sarà disposto a farsi inchiappettare volontariamente ! Fino ad oggi, inchiappettato controvoglia, ha gridato e si è agitato !

    VASELINA MARONI: ENTRA LEGGERO COME UNA PIUMA

  17. Andrea da Padova says:

    Qualcuno l’altro giorno ha scritto qualcosa sui sinistri e l’indipendenza, cioè ci si chiedeva come mai un sinistro si stracci i capelli per i curdi, i baschi etc…ma è chiaro, perchè questi si ispirano all’ultrasinistra e per questo sono idolatrati dai sinistri, mentre i catalani e i padani sono razzisti e ora si ispirano pure ai poteri forti. mah! io penso che un sinistro sia molto più simile al fascista che non il destro e che delle autonomie frega minga, anzi. Allora perchè scrivere che la lega era meglio prima che questa, semplice Watson, per buttare discredito e confondere le idee, un must per i sinistri, ed è solo questo l’intento del blogger, del resto fa il suo lavoro che non è quello del giornalista, un fatto che tutti devono tener presente quando si legge qualcosa scritto da un blogger.

    • Luigi Pandolfi says:

      Gentile Andrea da Padova,
      lungi da me l’idea di dire che la Lega era meglio prima di adesso. Non è questo il tema. Nel mio articolo ho semplicemente cercato di mettere in evidenza alcuni aspetti che stanno caratterizzando questo nuovo corso del movimento, anche dal lato simbolico..
      In ogni caso un caro saluto
      Luigi Pandolfi

      • Andrea da Padova says:

        Sig. Blogger Pandolfi

        Questo vale anche per la mia persona, il fatto è che ho centrato “il fatto”, le rammento che l’intellighenzia non esiste solo per i sinistri. Una legge della fisica dice che a una forza si contrappone sempre un’ altra forza uguale e contraria. Non interessa che tutti comprendano la sottigliezza, interessa che venga capita da chi realmente nel gioco ha un peso bastante .

        Un abbraccio Sig. Pandolfi

  18. Alejandro says:

    i principali “sostenitori” del sig. Tosi non a caso sono proprio le banche e i poteri forti… Sono totalmente d’accordo con l’articolo

  19. Alejandro says:

    se èper questo, altra cosa che risalta subito all’occhio è la totale “discrepanza” di idee tra i vari neo-leader barbari…. Tosi dice una cosa, Maroni un’altra, Salvini un’altra ancora….. Mah…. a me sti barbari non convincono…..Meglio il vecchio Bosssi

  20. Il Lucumone says:

    Bossi era insuperabile nel raccogliere voti con le parole ed i gesti ! Se non avesse perseguitato, scacciato o fatto fuggire chi invece sapeva progettare, organizzare e fare…la nostra storia sarebbe realmente cambiata !

    La Lega sanculotta ha goduto fino ad ieri del consenso dei sanculotti: i “poteri forti” se ne sono agevolmente serviti !

    Molti sanculotti, però, si sono finalmente svegliati, hanno indossato le mutande di ghisa e si son messi alla ricerca di altre vie…

    Maroni vuol recuperare o comunque frenare la perdita di suffragi.
    Non può affabulare i descamisados, frastornati e sempre in attesa di messaggi gastrici, perché non ha il “talento” bossiano!
    Si rivolge perciò alle classi “superiori”, alla buona borghesia, agli imprenditori medio-grandi, all’inclita !

    Se la classe dirigente della Lega fosse composta da persone serie, capaci e laboriose, forse Maroni potrebbe avere qualche chanche di successo, ma con i misirizzi che si ritrova, incapaci, inaffidabili ed immorali, credo che possa “agganciare” solo chi vuol servirsi anche della Lega come fa con gli altri partiti !

    Se la Lega non sostituisce totalmente la classe dirigente (che prima slinguazzava Bossi & C. e gozzovigliava alle spalle dei pirlonpadani, che ora slinguazza Maroni e C. nella speranza di continuare a gozzovigliare alle spalle dei pirlonpadani) non può proporre un immagine credibile alle nostre genti !

    La Lega può conservare una quota di voti e di militOnti, ma non può certo raccontarci la storiella della mosca cocchiera !

    Ora di rigido ha solo il,manico delle scope !

    • Cantone Nordovest says:

      concordo con questa analisi

    • silvana camilli says:

      sempre più lucido, sempre più ficcante. Una sola parola: GRANDE. Le cose stanno proprio cosi, putroppo.

    • Laura says:

      Sindacone sei sempre una forza

    • Unione Cisalpina says:

      Lucumone… senza cerkare di farlo assieme ad altri, organizza kualkosa x tuo konto ke possa essere accettato anke dai vari indipendentisti…

      partire xò sempre da 0 non funziona, non c’è + tempo… 😀

      • Unione Cisalpina says:

        anke senza skomodare Menandro nè Lopardi, komparto il grande dolore (amore e morte) ke provi di fronte a kuesta situazione aggravata dalla ignavia dei pirlonpadani…

        • Il Lucumone says:

          Sono lusingato, ma non ho più l’età né i mezzi per organizzare qualcosa di nuovo: a suo tempo ho organizzato, ho vinto, mi sono impegnato, ho dato tutto per la mia gente ed ho abbandonato la “botte di ferro” quando mi son reso conto di essere funzionale ad una pletora di furbacchioni che pensavano solo al proprio tornaconto.

          In seguito, dopo aver meditato per anni, mi son rimesso in gioco in forma “civica”: prima con ottimo successo, poi con risultato pessimo !

          Purtroppo, amico mio, ho perso da tanti anni la fiducia nella mia gente, che si fa male da sola, per dabbenaggine, pigrizia o indifferenza: quando le cose precipitano, si preoccupa solo di trovar qualcuno a cui attribuire le colpe e si autoassolve perché “mal comune…mezzo gaudio”!

          Se posso essere utile con lo scritto….più che volentieri, ma non ho progetti operativi se non quello di continuare ad esprimere pensieri semplici e moderati, volti al risultato e non ad infiammare le masse, perché non cerco voti !

          Buona serata !

    • Lucia says:

      Leggo da un po’ i suoi interventi e purtroppo devo tifare per la direzione che vorrebbe far pagare qualcosa a chi posta.Non se ne può più.
      Gente come lei è veramente qualunquista,capace solo di fare battute scemette,di criticare tutto e tutti.
      Criticava Bossi ed ora critica Maroni.Ritiene tutti coloro che non votano Dio sa per chi dei deficienti,fessi,corrotti,ladri e scommetto che non ha mai provato a frequentare una volta una qualunque sede di un qualunque partito o ad assistere con una certa regolarità al Consiglio Comunale del suo paese o della sua citta.tanto per vedere davvero cosa ci si fa.
      Fa politica dalla tastiera di un computer magari credendo di poter parlare dall’alto della sua lunga esperienza(quanti anni ha?).Lei è solo qualunquista,cinico e pure vigliacco visto che nascosto dietro uno pseudonimo si permette di definire incapaci,inaffidabili e immorali persone che mettendoci la faccia e sottoponendosi al giudizio degli elettori si impegnano in politica
      .(Tranquillo,nessuno lo querelerà per diffamazione,al massimo si potrebbe querelare il direttore del giornale che le permette di pubblicare i suoi scritti o meglio le sue opinioni).
      Guardi che nei comuni,nelle circoscrizioni,nei consigli di zona nei consigli provinciali ,regionali e parlamentari cìè un mucchio di gente per bene.Se lo ricordi.Non sarà facile ma ci provi,visto che tutti i suoi interventi sono finalizzati a far vincere l’antipolitica e cioè a distruggere ogni democrazia,quella che è costata ai nostri nonni una guerra civile.Più che Lucumone lei dovrebbe chiamarsi Lumacone.
      Glielo dice una che condivide ben poco della operazione lega 2.0 ma condivide ancora meno l’idea di tornare al fascismo che sembra invece piacere molto a chi ,come lei,sta brigando per convincere la gente che in fondo si potrebbe fare a meno di gran parte della rappresentanza politica affidando la gestione della res pubblica a pochi illuminati onesti capaci seri e laboriosi. Naturalmente sono quelli che conosace lei.Ma vada al diavolo!

      • Unione Cisalpina says:

        Lei è solo qualunquista,cinico e pure vigliacco visto che nascosto dietro uno pseudonimo si permette di definire incapaci,inaffidabili e immorali persone che mettendoci la faccia e sottoponendosi al giudizio degli elettori si impegnano in politica

        .(Tranquillo,nessuno lo querelerà per diffamazione,al massimo si potrebbe querelare il direttore del giornale che le permette di pubblicare i suoi scritti o meglio le sue opinioni). …

        Lucia… fai skifo alla decenza morale ed intellettuale di ogni persona x bene … konosko Lucumone dai suoi skritti e kuelli bastano x kapire lui e kompatire te !

        … i pirlapadani non smettono mai di professarsi… pirla è un termine neutro, vale x padani e padane…

      • Il Lucumone says:

        Lei ha proprio fatto centro !

        Non ho mai militato in partiti politici, non mi sono mai candidato e non ho mai ricoperto incarichi istituzionali !
        Sono un ragazzino che sa cosa fanno i leghisti in politica e nelle amministrazioni !

        Non mi dica però che i leghisti sono persone serie, perché
        si vantano ancora di quanto ho fatto a suo tempo !

        Mi faccia anzi un favore: mi recuperi un po’ delle consistenti quote di indennità di carica che ho versato alla Lega: se non qualche diamante, credo che almeno qualche lingottino mi spetti, considerato il disuso che i suoi amici han fatto delle sostanze accumulate !

        Sarà mia premura donarlo a “l’indipendenza” che mi concede ospitalità !

        Io conservo l’anonimato, ma vedermelo contestare da una badilografa/badilografo che si firma solo “Lucia” mi sembra la migliore dimostrazione della sua impareggiabile faccia di…leghista !

        • Lucia says:

          Capisco.LEI deve essere stato un pezzo della lega e siccome evidentemente non è riuscito a fare quello che avrebbe voluto fare,per il bene nostro naturalmente,ne è uscito o non è stato ricandidato(veda lei)…. e quelli che sono rimasti sono pirla (termine neutro adatto a tutti i sessi).corrotti,ignoranti ecc ecc ecc.Come la volpe della fiaba .Non riuscendo ad afferrare il grappolo d’uva si consola dicendo che l’uva è acerba.
          Guardi che l’uva è matura.Forse è la volpe che non riesce ad afferrarla.
          Io non sono mai stata iscritta alla lega ma ho votato convintamente per il progetto della lega,la famosissima Padania,lo stato del nord perchè mi sembrava(e mi sembra)un buon progetto soprattutto dal punto di vista culturale.Nel mio piccolo ho contribuito al progetto e posso dire di essere una persona seria e di conoscere gente iscritta alla lega che si impegna seriamente e convintamente.
          Non ho fatto niente di eccezionale nè ho mai ricoperto incarichi isituzionali,come sembra aver fatto lei ma forse ho fatto e continuo a fare più di lei soprattutto perchè io non mi atteggio a “vergine sedotta e abbandonata” come sembra faccia lei e mi sforzo di comprendere i problemi e valutare senza illusioni, senza grandi aspettative e senza pre-giudizi quanto sta avvenendo..
          Io non mi offendo se lei mi chiama “faccia di…leghista”
          Sono senz’altro più leghista di lei e siccome non lo nascondo forse più di lei pago socialmente in questo maledetto paese il fatto di esserlo e non credo che lei abbia diritto ad avere indietro le consistenti indennità di carica che ha versato alla lega.Nessuno l’ha obbligato a militare nella lega e può anche essere che abbia pure fatto “carte false” (è un modo di dire!)per essere messo in lista o nominato. e dato che i risultati ottenuti dalla lega non sembrano affatto essere ritenuti da lei stesso soddisfacenti per la realizzazione del progetto,dovrebbe essere lei,che ha ricoperto ben retribuite,evidentemente, cariche istituzionali,a rendere conto alla lega e ai suoi elettori e sostenitori a gratis come me, dei mancati risultati.Mi stia bene.

  21. Paolo Ceriani says:

    Sommessamente, mi permetto di dire che , prima di trinciare giudizi sommari, sarebbe bene attendere le CONCLUSIONI che usciranno dagli Stati Generali.
    Ovvero le famose proposte concrete che Maroni ha promesso al congresso federale.

  22. giovanni says:

    speriamo che il “popolo leghista” si svegli e smetta di votarli, anzi che voti per danneggiarli al massimo. se questi non fanno un “bagno” non si ravvedono di sicuro; purtroppo temo che non succedera’.(LPCr)

    • Smettere di votare questi per votare chi? I grillini? Il Berlusca affetto da demenza senile? La sinistra amica delle banche e nemica dei popoli lombardi, veneti ed emiliani?
      Certo perché gli emiliani li votano ma dopo il sisma s’è visto il movimento popolare del sol dell’avvenire andare in soccorso ai compagni emiliani…..

  23. Lucky says:

    http://violapost.it/?author=7

    bisognerebbe chiedere a luigi quale movimento del nord gli starebbe bene, che ne so, quelli de “il popolo veneto”?

    • Luigi Pandolfi says:

      Gentile Lucky,
      no, devo solo ringraziare gli animatori di questa testata, intellettuali che stimo, che, con grande spirito d’apertura, intendono valorizzare questi miei contributi, per favorire il dibattito ed il confronto su temi che stanno, credo, particolarmente a cuore ai lettori del giornale. Anche quando non ne condividono l’impostazione, il contenuto.
      Un caro saluto
      Luigi Pandolfi

Leave a Comment