Maroni: il nuovo segretario non lo decido io ma il congresso

di REDAZIONE

Su chi sarà il prossimo segretario federale della Lega Nord «deciderà il Congresso, che voglio fare prima di dicembre. Non lo decide certo il segretario uscente. Siamo un movimento democratico». Così il leader del Carroccio, Roberto Maroni, parlando con i cronisti a Torino. E sui malumori interni per l’intenzione di Flavio Tosi di candidarsi «leggete troppo i giornali – ha risposto Maroni – o almeno le sciocchezze che alcuni scrivono enfatizzando cose e pasticci che non ci sono». Sul futuro della Lega «sono molto fiducioso e ottimista: abbiamo cominciato un percorso impegnativo ma, sulla base del fatto che governiamo le Regioni e tanti comuni del nord, sono ottimista sul futuro della Lega» ha concluso Maroni.

«Non c’è motivo per noi perchè il governo Letta rimanga. L’ho detto anche a Berlusconi: fai una buona azione, togli il sostegno al governo, così finalmente si può andare a nuove elezioni». Così Maroni arrivando all’assemblea nazionale della Lega Nord Piemont. E alla domanda su cosa Silvio Berlusconi gli ha risposto ha tagliato corto «ve lo dico lunedì». «Il governo di Roma – ha aggiunto – mi sembra messo molto male, ne diamo un giudizio molto negativo: libera 20mila criminali, sull’Imu ha fatto un pasticcio e non ha mantenuto le promesse, è stato battuto su una mozione molto importante della Lega sul gioco d’azzardo e ha danneggiato il nord dando ancora tanti soldi al sud».

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. L'incensurato says:

    Tosi si può candidare come tutti. Curioso che Bobolo dica “non lo decido io il prox segretario” quando finora circolano solo i suoi di nomi (Tosi,Salvini) e per di più affetti da giovanilite acuta (“sarà SICURAMENTE un giovane”). Così se un Lighista volesse ad esempio Gobbo candidato alla segreteria non può perchè è meglio una giovane sciacquetta al maturo Gian Paolo. Padania Libera

Leave a Comment