Maroni: entrare nell’Euro fu un imbroglio per impedire che l’Italia si spaccasse

di GIANMARCO LUCCHI

”Fu un imbroglio entrare nell’euro. Fu fatto per un solo motivo, impedire che l’Italia si spaccasse in due: allora sarebbe probabilmente nata la Padania”. Cosi’ il segretario della Lega Roberto Maroni ha parlato dell’ingresso dell’Italia nella moneta unica europea per rilanciare, questa sera alla ‘Berghen Fest’, la proposta di un referendum consultivo sull’euro in concomitanza con le elezioni politiche del 2013. ”La Lega – ha spiegato – depositera’ la settimana prossima in Cassazione una proposta di legge di iniziativa popolare, per la quale vogliamo raccogliere milioni di firme, perche’ ci sia un referendum popolare per dire se si vuole o no l’euro”. Maroni non ha comunque chiarito se auspichi o meno un’uscita dalla moneta unica, (”io non so, non sono un tecnico, ho sentito voci pro e voci contro”) ma ha detto che se rimanerci conviene solo al sistema bancario e alla finanza internazionale allora ”usciamo”.

Oltre alla legge di iniziativa popolare per chiedere un referendum sull’euro, ”stiamo lavorando ad un’altra proposta di legge sul regime fiscale che deve avere il nord per potere uscire dalla crisi”. Lo ha detto ancora Maroni, senza tuttavia rivelare i dettagli dell’iniziativa.

L’ex ministro ha ribadito che l’obiettivo della Lega Nord e’ scritto nell’articolo 1 dello Statuto del movimento, ovvero “l’indipendenza della Padania”, ma ha affermato che per ottenerlo occorre “seguire una strada nuova”. Intervistato da Vittorio Feltri alla Berghem Fest di Alzano Lombardo, in provincia di Bergamo, il segretario federale del Carroccio si e’ detto “assolutamente ottimista sul futuro” dei ‘lumbard’. Ma per raggiungere gli obiettivi prefissati, ha spiegato, occorre tenere presente due fattori. “In primo luogo non cedere niente delle nostre idee sul piano delle alleanze romane: basta, capitolo chiuso”, ha sostenuto.

“In secondo luogo – ha aggiunto Maroni – sapere che la battaglia sara’ difficile, ma non mollare mai”. Riguardo a una futura alleanza con il Pdl, il segretario federale della Lega ha ribadito che e’ “impossibile”, per il movimento, stringere alleanze con chi sostiene il governo Monti. Quanto a Silvio Berlusconi, ha aggiunto: “Sono amico di Berlusconi, penso abbia fatto molte cose positive, ma anche molte negative, come, da presidente del Consiglio, mantenere la squadra”. “Il mio rapporto personale con lui e’ ottimo”, ha proseguito, “ma io distinguo sempre tra le cose giuste per la Lega e le cose personali”. “Abbiamo cercato per dieci anni di convincere il Pdl e Berlusconi a cambiare – ha affermato – ora dobbiamo diventare cosi’ forti da costringerli a cambiare”. Infine, pero’, Maroni ha sostenuto nuovamente che il capitolo delle alleanze non e’ in cima alle sue priorita’ del momento, ma si trova “a pagina 25”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

37 Comments

  1. Albert Nextein says:

    Penso che la lega riceverà una solenne lezione alle elezioni prossime.
    Maroni non è nessuno,non conta alcun che.
    La lega è morta da anni,dal 1994.

    Le teorie post-mortem di maroni non contano un bel niente.
    La lega non ha mai avuto proposte degne.
    Solo slogans e rimborsi elettorali.
    Maroni farebbe bene a dedicarsi all’Organo Hammond.
    Tra i registri del suddetto strumento elettronico esiste il “legato”.
    Ecco ,che si passi il tempo su un Hammond così.
    E la smetta di far perdere tempo e soldi alla gente che votava la lega.

  2. Alberto Pento says:

    Dire a un ladro che è un ladro non è invidia.
    Come non andare più a votare per non leggittimare questa casta di ladri legali non è mancanza di senso civico ma proprio il contrario.
    Come pure cercare di non pagare più tasse per non alimentare questi schifosi parassiti non è mancanza di senso civico e comunitario.
    Che uno sia dottore (laureato) o che sia un parlamentare della repubblica italiana ciò non fa di lui un uomo santo e giusto o un uomo migliore di altri e se vive alle spalle del prossimo con la violenza e l’inganno è un parassita e un ladro come un qualsiasi falso invalido o falso disoccupato o truffatore.
    Questa genia schifosa (aristocrazia partitocratica come dice il buon Pannella) che a suo tempo è stata cooptata (dallo stato saviardo) per assumere l’onere e l’onore di gestire la sovranità popolare al posto dei cittadini è un cancro che va estirpato non andando più a votare.
    Chiamarli ladri non è invidia ma un dovere e un diritto.
    Ladri!

  3. carcona says:

    Maroni ieri sera ha detto che per sapere la verità bisogna leggere la Padania e ascoltare Radio Padania e…poi vedere telepadania. LO ha detto, ripeto lo ha detto. Non ce ne dimentichiamo un domani quando dovrà smentire…

    • Alberto Pento says:

      E pensare che a suo tempo, quando ero del tutto imbecille, avevo accumulato i primi 1000 numeri della Padania (tutti, non me ne mancava uno), poi per fortuna o per grazia divina sono rinsavito e un bel giorno ho fatto una bella pira all’aperto e con gran soddisfazione ho appiccato il fuoco alla sozza carta padana…ke belo, ke liberasion!

  4. freddy says:

    La corte dei maroniti fa ancora più pena del vecchio cerchio maggico…ripigliatevi!

  5. Diego Tagliabue says:

    Signor Maroni,
    se Lei (e Bossi) avesse dato ascolto a Pagliarini e avesse pronunciato almeno una volta la parola “Länderfinanzausgleich” (conguaglio finanziario dei Länder), Le avrebbe dato ascolto e ragione mezza Europa, cioè quella che conta.
    Invece Lei ha appoggiato per 17 anni il mafioso di Arcore, finanziato ulteriori sovvenzioni al Sud e ridotto tutta Fallitaglia – Lombardia e Veneto compresi – nel mezzogiorno d’Europa.

    È da terroni dare la colpa agli altri per il proprio fallimento e per il proprio magna-magna!

  6. Teresa Micheli UPA says:

    @ Gianmarco Lucchi

    Puo’ darsi che gli indipendentisti non combinino niente e che questo Paese sia irriformabile per incapacità di reazione,ma allora perché continuare a parlare o votare o promuovere i leghisti?
    Non votiamo piu’ per Roma e per chi si allea con partiti presenti a Roma punto!!!

  7. Diego Tagliabue says:

    Signor Maroni,
    se Lei (e Bossi) avesse dato ascolto a Pagliarini e avesse pronunciato almeno una volta la parola “Länderfinanzausgleich” (conguaglio finanziario dei Länder), Le avrebbe dato ascolto e ragione mezza Europa, cioè quella che conta.
    Invece Lei ha appoggiato per 17 anni il mafioso di Arcore, finanziato ulteriori sovvenzioni al Sud e ridotto tutta Fallitaglia – Lombardia e Veneto compresi – nel mezzogiorno d’Europa.

    È da terroni dare la colpa agli altri per il proprio fallimento e per il proprio magna-magna!

  8. Teresa Micheli UPA says:

    Ma qui ormai siamo alla pura follia!!
    Vorrei ricordare che allora la lega era presente e contava già di sindaci e Presidenti di provincia piu ‘ un nutrito stuolo di fancazzisti con lo stipendio pubblico!
    Come mai allora in quei tempi non si intraprese la strada dell’ indipendenza e dello sciopero fiscale al posto di intrecciare alleanze con i partiti romani??
    Dire oggi che l’ euro fu un disastro dimenticandosi che migliaia di culi padani si son fatti foraggiare dalla Stato itagliano che entro’ imbrogliando nell’ euro esclusivamente per dimezzare il suo debito pubblico per poter continuare a stampare stipendi a tanti parassiti compresi quelli dei nuovi romani leghisti,fa ridere anche i polli!!
    Uscire dall’ Euro oggi sarebbe un massacro per le imprese,con cosa dovremmo pagare le materie prime e
    l’ energia che ci servono con la liretta??Entrare nell’ euro evito’ il fallimento dello Stato, era allora che si doveva giocare la partita col turno leghista!!
    Adesso mi pare solo che pupo Maroni cerchi formule e slogan post datati per arrivare alle elezioni e per lui Roma che non e’ piu’ ladrona ha preparato lo sbarramento all’ 8%
    Sbarramento necessario per far tornare i leghisti a Roma e garantire al proprietario Silvio i voti necessari per le sue mosse.
    Non importa se non si alleeranno con nessuno il nuovo sistema elettorale garantirà la possibilità di farlo dopo,lasciando anche qul pezzo di Porcellum creatura romana dell’ inutile Calderoli su cui si azzanneranno tutti i nostri politici falliti compreso i leghisti.

    • oppio 49 says:

      infatti il referendum sull’euro proposto da maroni è una megacazzata inutile… sembra proprio che la lega non abbia ancora capito o, peggio, sia proprio in malafede. perchè non usa tutte le sezioni della lega per lanciare un’obiezione fiscale? ha paura? o ci verrebbe a dire che è illegale e che lui paga l’IMU perchè il suo sindaco gliela fa pagare?
      Siamo ridotti male, ma male tanto. altro che “prima il nord” ma che cazzo vuol dire se tra un po al nord, con il placet anche della lega, non resteranno nemmeno gli occhi per piangere…
      e questo si aspetta che agli stati generali venga qualcuno che poi lo prende sul serio?

  9. lorenzo says:

    Concordo con Marchi. I cosiddetti indipendentisti che postano qui sotto e sotto ogni articolo (sempre che molti di loro non siano italianisti nascosti dietro un pc..) abbondano in critiche (legittime) e insulti alla Lega, ma difettano molto di proposte e idee concrete… qualche proposta concreta signori per secedere da questo stato..? Di gente che critica e chiacchiera molto ne abbiamo già tanta in Itaglia..

    • Leonardo says:

      CONCORDO!

    • oppio 49 says:

      forse non leggi con attenzione. una proposta, che se la lega fosse davvero un partito del nord farebbe immediatamente sua, è quella di smettere di correre a pagare qualsiasi cosa lo statoemmerda ci impone… PAGARE A RATE e con i tempi lunghi della burocrazia stiamo certi che soffochiamo l’itaglia repubblica delle banane… con i mezzi finanziari della lega (che poi sono sempre soldini nostri, invece di indire referendum inutili sotto tutti i punti di vista ma soprattutto idioti dal punto di vista politico, potrebbero divulgare la proposta e dare assistenza, con un pool di commercialisti ed avvocati, a tutti gli imprenditori che vogliano seguire questa strada.
      Per cosa credi che ci seguissero gli agricoltori durante la guerra sulle quote latte? perchè eravamo belli e simpatici o perchè gli facevamo proposte concrete per non farsi rapinare e chiudere le aziende? leggi attentamente…
      Aldo Bettinelli

  10. Riccardo says:

    Maroni fa parte del sistema, lui e tutti i leghisti con poltrone a Roma e nelle regioni. Poi non è vero che loro vogliono l’indipendenza delle nostre terre. Tosi ha detto apertamente che la secessione non esiste e Maroni parla di Lega come sindacato del Nord, ma lui a Roma ci sta benissimo. Non capisco perché questo sito di informazioni, che si chiama L’indipendenza, dà tanto spazio a Maroni che indipendentista non è. Sull’Euro, poi, non dimentichiamo che il Maroni è buon amico di Draghi.

    • gianluca says:

      Perché le consente di discutere e di criticare. Se dovessimo limitarci alle proposte dei cosiddetti indipendentisti, in questo momento avremmo quasi solo pagine bianche tanto per essere chiari…
      glm

      • eric says:

        Con le proposte dei leghisti abbiamo solo pagine marroni…, della stessa m…a che per vent’anni è stata abilmente spalmata sulla nostra gente !

        Per costruire dopo un terremoto bisogna anzitutto demolire tutto quel che è pericolante e raccogliere le macerie !

        L’accanimento terapeutico di sulla Lega in cachessia ritarderà chissà per quanto l’autonomia del Nord !

        Bonificare, dissodare, seminare, coltivare…!
        Non c’è altra via !
        Non c’è più trippa per…avvoltoi !

      • Don Ferrante says:

        Direttore, sei ossessionato dalla carenza di proposte dei nonleghisti !

        Altro è pubblicare articoli, altro è inviare commenti !

        Cosa diavolo si può scrivere in una finestrella striminzita ?

        Pubblichi pensieri allucinanti, di chi crede di poter imitare differentissime realtà europee, di chi parla di moneta unica con le competenze del belegòtt, di chi sostiene questo e di chi sostiene quello senza saperne nulla, di economisti che giocano …con la gente comune, quella che tiene in piedi la baracca !
        Sappi che li conosco bene…purtroppo!

        Proposte? Quali proposta migliore se non quella di eliminare dalla vita pubblica, uno per uno, zona per zona, sistematicamente, tutti coloro che han truffato il popolo!

        I voti ! Certo! La Lega ha ancora molti sostenitori!
        Senza voti non si può far nulla ! Verissimo !
        Ma con un’infinità di voti la Lega ha fatto…schifo!
        Per quale motivo dovrei farmi schifo anch’io ?

      • oppio 49 says:

        gianluca, questa volta non concordo.
        poche idee, certo, ma sono sempre molto concrete… se poi dici che manca l’operatività ha i solo ragione.

    • Unione Cisalpina says:

      in lega non è kambiata la politika imbrogliona del nostro indipendentismo da roma ladrona e porkona… stesse fregnacce romane kamuffate … e il Feltro sempre lì a difendere gli interessi del suo padrone berloskone… vuole kontrollare lo stato della merce maroniana x riferire al suo kapo… poi deciderà l’atteggiamento da tenere sul suo giornale… vogliono salvare le loro rendite … noi siamo ankòra e sempre il “parko buoi” …

      liberiamoci da kuesti tosi italianisti maneggioni …

  11. Ferruccio says:

    Boby …Boby Maroni……(cagnolino del sistema mafioso italiano )

    In 8 anni di governo nel quale hai fatto il Ministro del lavoro il Ministro dell’interni non hai mai pronunciato una parola contro la moneta unica !!!

    Verrai ricordato come il ministro delle RONDE PADANE

    ha proposito che fine hanno fatto ???

    Altra annotazione…..

    Anche quel cialtrone e traditore di Bossi ha sempre detto che Berlusconi è un vero amico tu ci dici che il Berlusca è un tuo grande amico……. casi della vita !!! Fra CIALTRONI

    • gianluca says:

      La critica e la denigrazione abbondano vedo, ma in fase di costruzione continuo a non vedere nulla…
      glm

      • lucafly says:

        Stimatissimo Marchi non si può costruire sulla palude,perchè a questo ormai è ridotta la Padania.
        e mi permetto di dire che quel poco che si erà edificato proprio da questo bellimbusto e il suo capò bossi e mister bunga bunga hanno demolito e me lo consenta i parlamentari della Lega hanno al massimo rappresentato se stessi…..me ne indichi uno che prima di diventare parlamentare della lega guadagnava più di 2000€ al mese.

        • gianluca says:

          E anche se guadagnava 500 euro??? Mi pare che lei nutra solo una certa invidia perché adesso ha moltiplicato i propri guadagni. Ma così non andiamo da nessuna parte. Se è palude come dice lei e non c’è rimedia, allora non ci resta che tirare i remi in barca e ognuno vivere per se stesso. Continuare ogni due per tre a ricordare che quel tal leghista adesso guadagna tanto e prima era un morto di fame non serve a nulla. nulla.

          • Filu 'e Ferru says:

            Il problema sta nel fatto che la Lega ha mandato a Roma per vent’anni persone che non avevano né competenze nè capacità, infatti nelle loro vita privata …erano dei travett!
            I risultati sono stati perciò più che demenziali !
            Invidia ?
            Forse, considerando che per raggiungere gli stessi livelli retributivi nel mondo “normale” bisogna avere “due palle così” mentre nella vita politica basta avere un po’ di coglioni: gli elettori !

            Certo che è palude ! Ma c’è rimedio !
            Basta mandarli a casa ed eleggere chi nella vita privata abbia già dimostrato le proprie qualità ed abbia conseguito buoni risultati.

            Sutor, ne ultra crepidam !

            • Unione Cisalpina says:

              ahahahahahahahahahah … bella kuella delle 2 palle e dei tanti koglioni ! …

              invece kuesta … Basta mandarli a casa ed eleggere chi nella vita privata abbia già dimostrato le proprie qualità ed abbia conseguito buoni risultati.
              è un’arma a doppio taglio… vedi berloskone …

            • oppio 49 says:

              condivido

          • Lucafly says:

            Visto che me lo chiede: se guadagnava 500€.. Vuol dire che era un semplice Coglione e se a lei stà bene raddoppiamogli lo stipendio…( sempre al Coglione) per quanto riguarda l’invidia Lei no sa nemmeno chi sono e cosa ho fatto nella mia vita.
            La lega x il sottoscritto è stata solo un costo $$$$$
            amen

      • Ferruccio says:

        Non è ne critica ne denigrazione …

        Ma sacrosanta verità…

        Il tempo sarà galantuomo

  12. Dan says:

    A Maroni ed ai leghisti in generale qualcuno dovrebbe spiegare che federalismo o secessione che sia, per potersi staccare da uno stato bisogna essere capaci di fondarne un altro ed essere disposti a rinunciare alle prebende che il vecchio concedeva in cambio dello status quo

  13. Veritas says:

    In merito all’entrata nell’ euro, certamente la gran parte dei cittadini quel motivo, cioè per eivare la spaccatura del paese, l’avevano capito. Ma che potevano fare? E’ stato imposto come se fossimo stati in una dittatura poichè la maggior parte degli altri paesi un referendum, prima di accettare l’euro, lo hanno avuto.

    • roberto says:

      Lega si, lega no, meglio Maroni, o meglio Bossi, ormai è inutile discuterne, i risultati della lega nord sono sotto gli occhi di tutti, dopo vent’anni o poco più cioè da quando è stata fondata ha avuto molte occasioni compresa quella governativa per realizzare quello che il buon Maroni va in giro dicendo nelle varie feste leghiste, quindi a mio modesto parere è tutta aria fritta, ogni commento è puramente………..

  14. Fabrizio says:

    Certo che Maroni di memoria ne ha ben poca. Magari finge di non ricordare quando al fianco di Bossi nel 1995 in tutti i comizi la parola d’ordine che risuonava come una costante era che l’Italia adottava l’euro perché era già fallita. Ora per compiacere i militanti nei comizi la nuova parola d’ordine suona come una denuncia di un obbiettivo che era raggiunto ma che poi è sfuggito non per colpa della Lega. Robe de mat!!

Leave a Comment