Maroni: da Pontida una nuova storia. Zaia: la nuova Lega nel 2015

di REDAZIONE

“A Pontida domenica si volta pagina, comincia una nuova storia, tutta da scrivere. Non sara’ come le altre Pontide”. Ad affermarlo il segretario federale della Lega Nord, Roberto Maroni, intervenendo in diretta su radio Padania. “Voglio – continua – che Pontida segni questo messaggio: il centro dell’azione politica della Lega e’ al Nord. D’ora in avanti – aggiunge – la costruzione della macroregione impegna le forze della Lega. A Roma c’e’ una delegazione, ma in seconda linea. Il centro dell’azione si e’ spostato al Nord, il baricentro e’ il Nord”.

Il neo presidente della Lombardia sottolinea come il ritrovo di domenica sara’ soprattutto una festa, annunciando anche una sorpresa, per i militanti. “Andremo avanti – spiega – fino a meta’ pomerigio, la parte politica comincera’ piu’ tardi. Vogliamo riempire di contenuti questa storica giornata”. Per Maroni, “ci ritroviamo dopo due anni in cui sono successe tante cose. La Lega e’ passata attraverso un tunnel ma ne siamo usciti”. Una Pontida “importante per la Lega” quella di domenica prossima anche perche’ “sara’ l’occasione per porre le nostre condizioni come macroregione del Nord, a Roma, al Parlamente e alle istituzioni. Noi vogliamo essere – continua il neogovernatore della Lombardia – un soggetto isitituzionale che dialoga. Porremo – conclude – dei termini”.

ZAIA: NELLA LEGA COL 2015 MATURERA’ UNA NUOVA LINEA

Dentro l’area leghista ”c’e’ un germe che puo’ dar vita ad una pianta nuova. Non un partito nuovo ma una nuova linea di pensiero”. Lo ha detto oggi il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, durante la registrazione della trasmissione ”X-News” di Antenna Tre Nordest. Per Zaia la ”maturazione” dovrebbe giungere intorno al 2015. ”Per allora – ha proseguito – i movimenti civici che nasceranno in Veneto avranno il loro peso. Tutti, a destra e a sinistra, qui dicono di essere federalisti, ma questo finisce se metti un simbolo di partito”. ”I movimenti civici – ha concluso Zaia – dovranno comunque condividere la sfida che vuole il Veneto venire prima delle altre parti del paese”.

”Tosi e’ una persona intelligente, sa che deve compattare il partito ma questo non puo’ passare per misure disciplinari” ha poi aggiunto Zaia intervenendo sulle polemiche nella Liga Veneta. ”Io non ho velleita’, parlo da una posizione asettica. Il percorso da costruire non e’ facile. Un equilibrio, onestamente – ha aggiunto -era stato raggiunto e poi e’ nato un dibattito, che pero’ andava gestito e condotto nel suo alveo. Se lo spegni, il dibattito sopito o sotto la cenere fa danni – ha detto Zaia -. Io sono stato zitto quasi sempre ma sono come il cane dentro la cuccia, si deve sapere che c’e”’. Zaia ha poi precisato di non aver mai chiesto il congresso: ”Non lo sto chiedendo e credo che non serva”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

21 Comments

  1. bravehearts says:

    CI CREDONO SOLO I MILITONTI…. ALLE SOLITE PALLE DELLA CASTA LEGHISTA….

  2. raniero says:

    Capitan Miki ,
    portati con te Salasso e Doppio Rum così sarete di più…
    Ahahahah!!!!!
    Sei un povero illuso..

    • Miki says:

      Allora perchè ti preoccupi tanto? Potresti impiegare il tempo che usi per postare idiozie, in maniera più utile; per esempio guadagnandoti lo stipendio da parassita che hai. Comunque Pontida è aperta anche ai bingo bongo come te,anzi vieni pure a vedere coi tuoi occhi quanti illusionisti, ben felici di mantenere la feccia sudista ci saranno. Anzi presentati a loro con le tue credenziali: “piacere,raniero. Professione dipendente pubblico a carico vostro”. Tanto tra Tosi e compagnia brutta non sarà un terrone in più che ci rovinerà il colpo d’occhio. Oppure puoi seguire il servizio di Raiset alla sera sui piccioni di Pontida.
      Venghi venghi: che entrino i pagliacci!

  3. lucafly says:

    Se tutto va bene lunedì leggeremo su queste pagine le nuove barzellette della Lega Nodde,interprete un tal Bobo Maroni co il gran suggeritore Ciarlatan Bossi.

  4. Maurizio says:

    Nel 2015 il “germe che deve dare vita ad una pianta nuova” deve attecchire su un suolo fertile. Con questi ritmi si rischia di avere invece il Sahara dove mettere radici…spero di essermi spiegato…

  5. Rinaldo C. says:

    Noi popoli del nord siamo stanchi di balle, di barzellette, di inciuci, ora invece di criticare e parlar male di questo o quello di ogni movimento inipendentista, è meglio che dobbiamo lottare tutti insieme, lasciando da parte ogni presunzione che questo è meglio di quello ma se uniamo tutti insieme il vero senso di indipendentismo che c’è dentro in ogni movimento indipendentista, forse raggiungeremo l’indipendenza ma se continueremo a combatterci e non riuniremo tutte le buone idee di tutti i movimenti indipendentisti sicuramente salterà e rimarremo sempre italiani e mai padroni dei nostri territori.
    Ora è il momento o mai più.

    Rinaldo Cometti
    Indipendentista Emiliano

  6. druides says:

    Condivido. Questa è la via da seguire. Diversamente non ci resta che sperare che i grilli vadano al 50% a Roma e finiscano di devastate il falso paese nati 151 anni fa.
    Sulle macerie i popoli cisalpini sapranno rinascere.

  7. lloris says:

    la nuova linea della Lega?
    Con Maroni che nei telegiornali fa da tappezzeria quando parla il PDL?
    Ci farà sapere qualcosa Giorgetti il Saggio?

  8. Bortolo Manin says:

    Sarà un bel corteo funebre.

    Requiescat in pace.

  9. Federico says:

    Domenica ci sono solo due possibilità: o Maroni e Zaia lanciano una sfida indipendentista (annunciando referendum in Veneto prima e in Lombardia poi) e quindi fanno tremare le gambe a Napo e i suoi “saggi”; oppure… oppure la leghetta bossiana è destinata proprio a non cambiare mai più. E sparirà al più presto.

    • Miki says:

      Non si possono lanciare sfide indipendentiste a un popolo,quello Lombardo, che non ha un briciolo di orgoglio identitario: li si può blandire con promesse tipo “16 mld in più sul territorio”. Ma se non ci è riuscito Umberto Bossi a risvegliare l’anima dei Lumbard a maggior ragione non ci riuscirà il suo Medvedev. A Pontida saranno (saremo) in parecchi ma temo rassegnati. E le Se-e-Su Bavaresi e altre scemenze faranno più danni della mafio-magistratura italiota.

  10. Evergreen says:

    Domenica a Pontida vi saranno i veri Padani, mentre gli Itagliani rimarranno a casa ad osannare RomaLadrona, applaudendo coloro che nell’estasi centralista, farneticano sostenendo che la questione settentrionale non esiste, ma piuttosto esiste una questione meridionale. Questo è il momento di far emergere nell’opinione pubblica che il popolo del Nord è ancora qui, compatto ed arrabbiato contro questo stato inesistente ,incompetente, vessatorio e criminale. Questo è il momento di curare la cecità ideologica del Nord, che affligge i miscredenti o i deboli. Questo è il momento di sconfiggere quella metastasi formata dalla criticità di una base che può nuocere solo ed esclusivamente alla “questione settentrionale” e non risolve in alcun modo i problemi come l’ingiustizia o la continua attività predatoria che hanno costituito la sua origine. Solo gli Itagliani mollano!

  11. Luca says:

    Domenica a Pontida ci saranno 4 gatti…

    • Giuseppe says:

      Non credo che ci saranno quattro gatti. C’è incertezza, speranza mista al timore di una nuova doccia fredda, ma comunque speranza.
      Il fatto che Maroni abbia sentito la necessità di intervenire alla radio con un’intervista mirata significa che le richieste venute da codesto giornale non sono state inutili, e corrispondono al comune sentire dei padani.
      Mi pare che si torni a puntare unicamente sulla soluzione interna, fatta di rapporti e mediazioni col solo Stato italiano, ricalcando pari pari, trent’anni dopo, la teoria del prof. Miglio: è la via più difficile, forse però perseguibile con efficacia in forza dell’attuale debolezza dello Stato italiano. va comunque spiegata e possibilmente chiarita nei dettagli.

    • elio elio says:

      i voti sono importanti, 4 gatti bastano

      • Ferruccio says:

        Anche qualche cane al guinzaglio……purchè porti i voti e non faccia baruffa con i gatti….
        Nel mio metro quadro di prato solamente …gatti persiani di pelo lungo dell’allevamento Grimoldi,Stucchi, Fava….

    • Tromby says:

      2 gatti……

    • Miki says:

      Io sento in giro della gente bella incazzata e che non si farà fermare dall’escamotage di Bobolo (interventi dalle 14 così i Veneti potranno tornare comodamente a casa entro le 23..). Quindi i 4 gatti rischiano di essere molti di più caro il mio sciacallo, e di lasciare pure qualche bel graffio. Non in Telekabul ovviamente, dove si tenterà di inquadrare gli aerei che passano,ma magari su qualche televisione locale. Domenica a Pontida ci saranno moltissimi Veneti. Saremo tutti Veneti.

Leave a Comment