Maroni con Zaia: pronti a referendum su autonomia, Veneto e Lombardia insieme

++ MARONI A PONTIDA CON 13 DIAMANTI BELSITO,'SONO VOSTRI' ++“Siamo pronti a fare il referendum sull’autonomia, Veneto e Lombardia insieme. Dipende dalle risposte del ministro Costa, col quale, peraltro, ho un ottimo rapporto”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni precisando che proprio il ministro Costa gli ha detto “di aver aperto un tavolo di confronto con il Veneto.
Il Veneto ha richiesto il referendum. Noi abbiamo fatto la stessa cosa. Prima di fare il referendum c’è la possibilità di trattare col Governo il contenuto della consultazione, cioè una maggiore autonomia”. Il governatore del Veneto gli ha fatto eco poco dopo chiedendo “Election day per tre referendum” ed esprimendo soddisfazione per il fatto che “la Regione Veneto faccia da apripista di questo processo storico” e ribadendo “la piena e totale intesa con la Lombardia nel difficile processo che ci vede operare uniti per strappare una maggiore autonomia”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

8 Comments

  1. Borbonico says:

    La lombardia e il veneto non potranno mai ottenere l’autonomia o l’indipendenza per il semplice fatto che le due regioni sono etnicamente disomogenee…prendiamo la lombardia, siete mai stati alla Mangiagalli di milano ? vi risulta che i nuovi nati si chiamino “Luca” o Gianmario”? no…si chiamano Ahmed,Amina,Mohamed o improbabili nomi cinesi. Il vostro progetto si poteva attuare ai tempi del libro Cuore quando eravate una sola razza…ma adesso dovete accettare cio’ che la massoneria a deciso per voi…come quando voi,assieme agli inglesi e francesi,avete massacrato la Borbonia. La Storia come vedete,si ripete !

  2. Padano says:

    Viva la Lega.

  3. Aurelio Galli says:

    Sono un ferreo indipendentista lombardo, quindi della maggiore autonomia che Roma potrebbe concederci (mi vien da ridere!) me ne faccio un baffo. In ogni caso saremmo sempre legati alla cavezza dello stato romano e tenuti a bada col bastone e la carota.

  4. Amedeo says:

    E’ solo propaganda elettorale e prendere in giro la gente.

  5. Fil de fer says:

    Buffoni e per lo più in mala fede.
    Lo fanno solo per poter rafforzare il loro ruolo istituzionale e basta.
    Il referendum nel Veneto essendo consultivo non sortirà alcun cambiamento.
    La solita manfrina di dover mettere sempre tutto assieme ( Lombardia+ Veneto) la dice lunga di come vedono loro le cose in casa nostra. Il Veneto è un unicum nel panorama delle regioni italiane perché ha alle sue spalle ben 1.100 anni di storia e di cultura proprie e quindi merita un proprio posto fra le nazioni europee e avrebbe una politica interna ed esterna degne di questo nome.
    Forse mi illudo, ma scartando tutti quei politici Veneto-italioti che ci sono stati e che ci sono oggi, forse con un ricambio radicale e uno stato nuovo si potrà ricominciare veramente a costruire qualcosa di positivo ed utile sia all’italie che all’europa. Il nostro esempio potrebbe influenzare notevolmente i cambiamenti in italia come in europa…….ma forse sto sognando come al solito.
    Eppure senza sogni o visioni lungimiranti questi politici italioti ed europei non stanno andando da nessun parte, ma stanno solo predisponendo la deflagrazione di questa europa e sottolineo, questa !!
    Come non vedere….come non capire…..come non avere la percezione chiara di un disastro prossimo futuro?
    WSM

  6. Egle says:

    Non sarò più indipendente grazie alla Lega e Fi che mi hanno “rubato ” la mia reversibilità con la legge antibadanti….complimenti!

  7. Venetian guy says:

    SBAGLIATISSIMO!!!

    e si ripete per l’ennesima volta il solito errore (voluto?) della lega: vincolare tra di loro le sorti del Veneto a quelle della Lombardia.

    autonomismo veneto ed autonomismo lombardo hanno 2 passi ben diversi, e 2 livelli di intensità non paragonabili… continuare a tenere il Veneto vincolato alla gigantesca Lombardia (sia economicamente che politicamente) significa impedirgli di muoversi!!

    ma forse è proprio questo quello che la lega romana, partito di ascari, vuole ottenere: che niente cambi.

  8. caterina says:

    non sanno più cosa fare per far parlare di sé… a vuoto, ma non importa!.. sono il fallimento dell’idea originale della Liga Veneta in un processo di degenerazione da far paura… pagati come tutti i politici italiani e omologati al sistema più inefficiente che mai.

Leave a Comment