LEGA: “BERLUSCONI APPOGGIA MONTI PER INTERESSI PERSONALI”

di REDAZIONE

Due Roberti leghisti, in sequenza, hanno esternato il loro punto di vista sul governo attuale e sul futuro scenario politico.

Mario Monti? “Mi sta sulle balle”. La grande coalizione? “Un atto contro natura”. La Lega Nord? Deve essere “una e indivisibile”. Roberto Calderoli, affiancato da Roberto Maroni in un incontro della Lega a Sant’Angelo Lodigiano, ha tuonato contro il governo tecnico e chi lo guida, bocciando inoltre, con epressioni colorite, nessuna novità, l’ipotesi di una Grosse Koalition per il dopo-Monti.

“Non c’è una persona che mi sta sulle balle come quello lì”, ha detto l’esponente leghista bergamasco parlando del premier. A seguire, l’immancabile iperbole: “Il loden – ha aggiunto – l’ho messo via nell’armadio finchè lui non sparisce”. Sentire Silvio Berlusconi parlare di una grande coalizione, inoltre, “sembra un atto contro natura”, ha poi detto Calderoli che usando una immagine vivace, ha aggiunto: cioè “Berlusconi che si ingroppa Bersani, Bersani che si ingroppa Casini e tutti che si ingroppano la Padania”.  Par di vedere l’immagine che questo quotidiano a messo in prima pagina ieri, parlando dell’ammucchiata dell’ex premier.

Nel corso del comizio, condizionato dalle prossime elezioni amministrative, Calderoli ha affermato che “la Lega deve essere una e indivisibile”, come l’articolo cinque della Costituzione definisce la repubblica. La cosa importante – ha spiegato – è essere uniti. La Lega è Bossi e Bossi è la Lega”. A latere, ha aggiunto che “lo sono anche i militanti”, che c’è bisogno di tutti.

All’incontro ha preso parte anche l’ex ministro dell’Interno Roberto Maroni, e pure lui ha preso a bersaglio Berlusconi che – ha detto l’ex ministro – “appoggia Monti solo per interessi personali e dei gruppi aziendali. È incredibile – ha proseguito il “barbaro sognante” – vedere la posizione in cui Berlusconi si è messo, la decisione nefasta di sostenere il governo rinnegando gli impegni che ha preso con noi nel 2008. La coerenza in politica – ha sottolineato – è fondamentale”.

Maroni ha infine reso la pariglia al Cavaliere citando dei sondaggi lusinghieri per il Carroccio che sarebbe all’11%, e in crescita, a tutto danno del Pdl che starebbe pagando il sostegno a Monti.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

3 Comments

  1. Giacomo says:

    La lega, che governava fino a 3 mesi fa e che è pienamente corresponsabile del golpe di Monti è all’11% e sale nei sondaggi. La lega che ha firmato tutte le leggi di spesa clientelare e mafiosa sfornate dal governo che più di ogni altro ha contribuito al debito pubblico e all’impoverimento delle regioni padano-alpine è all11% e sale nei sondaggi. Per che cosa la lega è stata ai giochi più turpi del pendaglio di Arcore? Per NON ottenere né il fedeRAGLIsmo fiscale né il fedeRAGLIsmo municipale.

    Pugno di mosche.

    Risultato? 11% e crescita nei sondaggi.

    Non c’è niente da fare, siamo un popolo di servi senza cervello.

    Giacomo Consalez

  2. Vittore Vantini says:

    La Lega una e indivisibile? Roba da far ridere i polli!
    L’Italia una e indivisibile (Art.5 della Costituzione)? Roba da far rivoltare nella tomba il prof.Miglio e i pochi idealisti della Lega!
    Poveri leghisti che ci credevano e ci credono ancora!
    Come il famoso colonnello Buttiglione, che non si arrestava mai, neppure difronte all’evidenza!

Leave a Comment