Mario Monti messo a tacere dal portavoce dei “Tea Party”

di REDAZIONE

Con riferimento all’ultima puntata della trasmissione “Leader” di Lucia Annunziata, andata in onda  Venerdì 1 Febbraio in prima serata  su Rai 3, corre l’obbligo di segnalare l’inedito scambio di battute (a dir poco “irriverente”) tra il premier Mario Monti e il portavoce nazionale del Tea Party Italia, Giacomo Zucco. Il tutto avviene proprio mentre il Presidente del Consiglio si sta congedando dalla trasmissione. “Questa – dice Monti – ha la fama di essere una trasmissione difficile per chi viene invitato. Io questa difficoltà non l’ho riscontrata, o se c’era, non l’ho capita e me ne scuso. Comunque mi ha fatto molto piacere partecipare”.

E’ a quel punto che, di sua iniziativa, prende la parola Zucco.Se vuole una domanda difficile e irriverente – scherza – posso fargliela io. E la Annunziata lo lascia fare divertita. “Chiederei a Tremonti diviso tre, nel senso che ha governato con le stesse politiche di Tremonti e cioè più Stato, più tasse e più spesa, come mai se l’Europa, che lei tanto spesso cita, ha più volte sostenuto (vedi la famosa lettera della Bce di Agosto) che la politica giusta è tagliare tasse e spesa, lei ha fatto esattamente il contrario? Ha introdotto l’Imu, la nuova tassa per colf e badanti, ha aumentato la spesa corrente e il debito. Non solo: lei ha già programmato un aumento di spesa con 22miliardi di nuove tasse da qui al 2015. Se lo sapeva, perché ha fatto il contrario? Se non è riuscito a farlo, perché non si è dimesso lasciando spazio ad un tecnico serio?

La scarsa abitudine del premier ad essere attaccato in modo così diretto partorisce a quel punto una risposta ironica e velenosa, che non entra comunque mai nel merito degli argomenti sollevati da Zucco. “Dovrò valutare più attentamente non tanto le sue critiche tecniche che si potrebbero trattare abbastanza brevemente, ma le sue gravi riserve di carattere morale che ha indirizzato alla mia persona e sulle quali farò una doverosa, profonda e lo assicuro autoflagellante riflessione”.

Nel suo piccolo questo episodio ha dimostrato tre cose:

1. La scarsa abitudine del premier ad essere attaccato in modo frontale.

2. La difficoltà e l’imbarazzo con i quali questo super “tecnico” si confronta con la società civile, quelle poche volte in cui gli è permesso partecipare a talk show televisivi.

3. La rapidità con cui il Presidente del Consiglio ha imparato il politichese, sviando il discorso, ironizzando e non rispondendo nel merito.

Tea Party Lombardia si augura che questo episodio, unico nel suo genere, possa indurre conduttori televisivi e giornalisti a dare più spazio a ospiti meno noti e tesi “scomode” per la classe politica, che se venisse pungolata più spesso, sarebbe costretta a fornire, di tanto in tanto, anche qualche risposta.

Sotto il link per vedere quanto accaduto a “Leader”, un video che nel giro di tre giorni ha superato le 50.000 visualizzazioni. IMPERDIBILE!

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

16 Comments

  1. giuseppe says:

    Si sente talmente sicuro di quello che fa e al di sopra di tutti che l’idea di fare una seria riflessione è solo il pretesto per mostrare il suo sprezzante senso ironico nei confronti di un giovane che ha avuto il torto di averlo provocato.
    Quest’uomo superbo è abituato a frequentare i grandi della finanza, quelli che contano veramente, … quelli della cricca di Bilderberg. E’ solo lì che va a prendere lezioni … e istruzioni.

    • FrancescoPD says:

      Non ho mai visto un superbo intelligente,.. la superbia serve solo per imporre la sua ingombrante e deleteria presenza.
      Inoltre basta vedere con chi si è alleato per capire lo “spessore” dell’individuo

  2. marina marinelli says:

    Grande Zucco! Finalmente qualcuno che fa domande serie a sfingi e mummie di politicanti osannate da giornalisti-zerbino.

  3. Roberto says:

    Nessuno si sbrodola, non ne vale la pena alcuna . Ma li avete visti quegli occhi…così grevi …e ce la metteva tutta per pensare, partorendo bassa ironia …cercando di farne stile.
    Tecnica da uomo piccolo piccolo!!!!
    In alcuni casi la verità fà male e nel caso l’arma della ironia non è intelligenza anzi, è bassezza.
    Ha dato la sua dimensione.

  4. nomenade says:

    la trasmissione dovrebbe chiamarsi “Lader”
    🙂

  5. Dan says:

    Io vorrei tanto che qualcuno ospite a questi programmi dicesse chiaro e tondo a Monti e compagni di merende che la gente è molto ma molto arrabbiata ed a questo giro, se si vede presa ancora per il culo, distruggerà tutto.
    Questa gentaglia non capirà mai cosa sta combinando fino a quando non verrà messa davanti la concreta possibilità di finire appesa.

  6. al says:

    E smettetela di sbrodolarvi, non ha detto nulla di che ed è stato talmente insolente da strappargli una non-risposta.

    • gigi ragagnin says:

      spending review vorrebbe essere la traduzione edulcorata in inglese di tagliare la spesa pubblica improduttiva, cosa che monti non ha fatto (e non oso neanche immaginare perché). forse Zucco poteva risparmiarsi il tremonti/3, comunque la sostanza non cambia.
      quello che mi domando è se 3 Monti quando era ministro di Berlusconi faceva i tagli lineari di sua volontà o dopo mediazione con Berlusconi che (sappiamo) adora il zudde.

  7. Enrico Colombatto says:

    Bravo Zucco!

  8. Marco says:

    Ottimo. A differenza di tanti ciarlatani, un giovane che lavora e fa politica x passione. Ne sentiremo parlare.

  9. silvano says:

    Grande Zucco,

    In America il Tuo movimento affondò le navi Inglesi piene di thè, e guarda caso anche là c’era un re Giorgio III.

    Discutiamo insieme come affondare la nave del thè romana.

    Ti saremo grati per tutta la vita!!!

  10. Dan says:

    Quella gente non va pungolata, va bastonata

  11. Antonio says:

    Sig.Monti,mi potrebbe spiegare come mai un disoccupato che non percepisce nessun reddito da due anni ha dovuto pagare l’imu della prima ed unica casa?(di cui sono o saranno versate alle banche, anche se con interessi,voglio vedere se mi sarà restituito con interessi, anche minori) mentre nello stesso tempo non è riuscito a sfilare neache un centesimo ai redditi della vostra classe politica?spero che le possa arrivare questo messaggio tramite un giornalista di spessore per poterla controbbaterla.un saluto al sig.Zucco

  12. nato ban says:

    se aspettate che qualche giornalista faccia lo stesso potete anche lasciare stare: tengono famiglia e i finanziamenti pubblici alla carta igienica su cui scrivono non vanno toccati

  13. Veritas says:

    Giacomo: Finalmente una persona coraggiosa, oltre che intelligente!
    Alla fraccia di tanti giornalisti conigli!

  14. Mauro Gargaglione says:

    Zucco ‘Leader’.

Leave a Comment