Monti l’ha sparata troppo grossa: “Presto usciremo dalla crisi”!

di TONTOLO

Oggi, mentre scendevo dal rifugio di Cà San Marco mi è toccato ascoltare Radio Maria, che quando stai in mezzo alle montagne è l’unica che si sente. Per fortuna c’ho l’Ape-cross, che tiene bene la strada, perché quando ho sentito le puttanate in serie del Mario Monti dette a Rimini, mi è venuto da fare due o tre derapate.

Il “professor fallimento” non s’è mica risparmiato sapete? Ecco alcune perle:

1– “Il governo sta cercando di orientare le politiche nell’interesse dei giovani”. Probabilmente stava pensando ai suoi figli, che poi tanto giovani non sono;

2- “La maggiore tragedia per l’Europa e per l’Italia sarebbe se l’euro, da coronamento del sogno di integrazione europea, diventasse fattore di disgregazione”. Qui, il discorso deve averglielo scritto il capo della Goldman Sachs;

3- “L’esecutivo sta agendo non solo nel campo della scuola, dell’università e della ricerca, ma anche nel campo del lavoro e nello scrostare il potere corporativo che rende rigidi i mercati”. Ditegli che oltre alle decine di imprenditori che si son suicidati (anche se per lui son meno di quelli greci), il suo governo deve 100 miliardi alle aziende che ancora aspettano i pagamenti;

4- “Suggerirò amichevolmente ai dirigenti della Rai di non usare più l’aggettivo ‘furbi’ riferendosi agli evasori nei servizi dei telegiornali che parlano di lotta all’evasione fiscale”. Ecco, bravo, visto che oggi hai citato De Gasperi, perché non cita anche Milton Friedman (un premio Nobel per l’economia), che definiva gli evasori italiani dei patrioti già dieci anni fa?;

5- “Siamo vicini all’uscita della crisi”! Ahahahahahaha, stavolta ha davvero superato quel ridanciano del suo predecessore bungarolo, perché una barzelletta migliore non la sentivo dai tempi del Gino Bramieri.

Quando mi capita di ascoltare Monti, mi torna in mente Jean Baptiste Say, che diceva: “Dio ci guardi dall’attività finanziaria pubblica poiché è spendacciona e consuma tutte le sostanze dei privati. Le consuma improduttivamente e non offre la possibilità a costoro di destinare il reddito alla produzione di ricchezza autentica”.

Ecco, caro Dio – visto che oggi Monti parlava dal Meeting di Comunione e Liberazione – ci guardi anche da lui perfavore! Amen.

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

22 Comments

  1. Franco says:

    Monti:““Siamo vicini all’uscita della crisi” Sì, cadaveri!

  2. DOLFINI BRUNO says:

    Tontolo ha ragione:chiacchiere per gettare fumo negli
    occhi del solito “popolo bue”.L’On. Monti gira e rigira il
    significato delle parole cercando di alterarne il significato
    stesso. La situazione è perlomeno allucinante:l ‘On. Monti,
    a “Comunione e Liberazione” cerca addirittura di confon-
    dere le idee anche ai Cristiani, Lui che si mostra un
    cristiano praticante : un’ipocrisia imperdonabile !
    Possiamo tutti confonderci a vicenda su tutto, ma è
    risaputo che nessuno puo’ poi confondere Dio. Se fosse
    coerente col suo manifesto credo cattolico,l’On. Monti
    dovrebbe semplicemente ammettere che “la guerra ” è
    ormai perduta,che è assolutamente necessario interro-
    gare il popolo andando onestamente subito ad elezioni
    con una qualsiasi legge elettorale che sia “il porcellum”,
    il”cavallum”, “l’asinellum”,”il cammellum” od altro
    “animalum”. Aspettare di far passare leggi per mante-
    nere in vita La Casta comunque andranno le cose :
    è questo l’obiettivo dell’incarico all’ On. Monti.
    Per riavviare l’Italia si deve disgregare LA CASTA !
    Sinceri Saluti. Grazie.

  3. Homo Liber says:

    La lobby di Dio – Ferruccio Pinotti

    http://www.youtube.com/watch?v=CW19B7R4xZ0

  4. valvola says:

    mi tremano le gambe a sentire questi tecnici incapaci e in malafede. doppio amen

  5. Artane says:

    Grande post…però monti ha anche detto una cosa vera “Intravedo la fine”

  6. eltelun says:

    Sono le voci a parlargli, gli hanno detto che l’italia e’ quasi fuori dal tunnel. Qualcuno pero ‘dovrebbe dirgli che fuori dal tunnel c’e’ un baratro, nel quale grazie a lui e ai suoi amici bancarottieri ci striamo dirigendo alla massima velocita’. Con ottimismo verso il disastro!

  7. alessandro says:

    A questo schifoso cosa gli importa…..per lui non c’è alcuna crisi…in fondo i suoi 70,000 euro al mese..che preleva dalle nostre tasche gli permettono una vita agiata…è al di fuori del mondo…..approfittatore del momento e causa di tutti i problemi che ha il Paese ..deve cercare di far stare buone le persone…..e intanto lui naviga nell’oro….

  8. al j says:

    Domani dirà che la crisi sta peggiorando,tanto per cambiare.Ma da chi le prende le previsioni? Da Nostradamus?da Frate Indovino?o è in comunicazione direttamente con Dio

  9. vincenzo cirrincione says:

    Io credo che questi ci prendono per dei coglioni…il mio sogno e di vederli tutti penzolare a Piazzale Loreto.-.chissà ma la pazienza ha un limite

    • Dan says:

      Certo che ci prendono per dei coglioni: non abbiamo fatto niente per far loro pensare diversamente.
      I sogni resteranno tali fino a quando non ci si deciderà una buona volta di realizzarli

  10. Mario Poillucci says:

    Non solo queste barzellette non fanno, minimamente, ridere ma dimostrano il profondo disprezzo che nutrono nei nostri confronti! Si permettono di beffeggiarci con tali affermazioni prive del pur minimo fondamento certi della ns insulsaggine neghittosa, indolente e decadente. In tempi ben più civili sarebbero stati gambizzati solo per aver pensato una oscenità siffatta. Ci irridono volgarmente ed in maniera insopportabilmente provocatoria ed insolente, maledetto strame.

  11. gianer says:

    Già…..quando c,…o si vota? Una bella disinfestazione!!!

  12. andrea f. says:

    Quindi il Passera ministro del suo governo al dicastero(i)dello sviluppo, industria, infrastrutture, marina mercantile, trasporti e ancora qualcos’altro, indagato per frode fiscale come lo dovremmo chiamare, se “furbo” non si può più? Forse “delinquente” suona meglio?

  13. mario genovesi says:

    Oggi è morto il disoccupato che si era dato fuoco, su internet è partito il baratto, invece di spingere l’accelleratore sulla lotta alla mafia la si aiuta abolendo le intercettazioni, e si esce dalla crisi?
    Si vede che in vacanza sta vicino a Berlusconi, quello di la crisi non esiste, i ristoranti sono pieni sugli aerei non c’è posto..
    Domani i mercati crollano di nuovo, ma quando cazzo si vota?

    • enrico says:

      mi sa che il voto non funzionera’ purtroppo gli italiani siamo delle merdacce fantozzianiche un’altro popolo gia si sarebbe armato qui senza guerra non si combina una sega…………. ma forse ancora non si è toccato il fondo non frega un cazzo a nessuno di quel poveraccio che sie dato fuoco è a loro che dobbiamo dare fuoco …….facciamoci coraggio,

    • Dan says:

      Ma… c’è ancora chi crede nel potere risolutivo del voto ?
      Ma votare chi ? Gli stessi stronzi che ci hanno mollato nelle mani dei tecnici e sotto votavano ogni porcata che veniva loro passata in modo da potersi garantire ancora una volta la rendita vitalizia ?
      Quand’è che ci sveglieremo come i tunisini ?
      Da quando Mohamed Bouazizi s’è dato fuoco, sono bastati 29 giorni per rovesciare il sistema e porre le basi per un nuovo inizio: quanti reset avremmo potuto fare da quel 15 ottobre dell’anno scorso quando la grande marcia su roma degli indignati s’è trasformata in una processione di pecoroni ?
      La vogliamo piantare di stare ad aspettare sempre qualcuno che venga a fare pulizia al posto nostro ?
      Deve veramente suicidarsi qualche nostro parente perchè cominciamo a capire come stanno le cose ?
      La rovina, la miseria nera, ci deve venire a prendere in casa perchè ci svegliamo dal torpore ?

  14. Opinionlader says:

    Grande articolo!
    Però lo scemo del Meeting ti ha troppo aiutato…dilettante allo sbaraglio altro che tecnico!

  15. Giulio says:

    @Dan: la Fornero è solo una grossa vescica, proprio come le zampogne. Non stare più a sentire ciò che dice, perché è frutto del delirio di onnipotenza a cui sono tutti loro attaccati

  16. Vulka says:

    Qui però c’è da capire meglio come fu quando si parlava di crisi e persone come Marcegaglia urlavano che non era vero ed era colpa della sinistra che metteva in giro notizie false.
    La crisi è in regresso in caso, sì, ma solo per loro che con le banche hanno legami continui. Per la gente rincogl***ita la crisi rischia di divenire vita comune e invece bisogna fare in modo di mandare in galera TUTTA quella gentaglia che l’ha generata, con le buone o con le cattive, visto che loro di problemi non se ne fanno se 1000 famiglie sono buttate in mezzo ad una strada, o se i disabili non hanno di che vivere per dei furti organizzati contro i loro diritti sono stati portati a termine!

    QUI SERVE L’ANTICA GOGNA PUBBLICA!

  17. luca says:

    come barzellete fanno ridere poco…..purtroppo….

  18. Dan says:

    Oggi mi sono goduto le impennate dei trattori sotto 40° senza nuvole: le derapate dell’ape cross mancano ancora all’appello 🙂
    La perla delle minchiate però spetta alla Fornero con il suo “Abbiamo salvato l’italia, abbiamo risanato i conti adesso tocca alle imprese investire”

    A meno che per “impresa” ed “investire” non intenda un trattore che la investa durante una impennata (o un ape cross durante una derapata), siamo al tragicomico

Reply to luca Cancel Reply