Mare malato o avvelenato? L’assordante silenzio

mare veneto

di Stefano Bigoni – Cimitero all’aria aperta in riva al mare. La distruzione di un territorio e l’assordante silenzio delle Autorità. Stiamo parlando della riviera emiliano romagnola. Zona Porto Garibaldi, Lido Scacchi e lido di Pomposa (lidi ferraresi). Secondo un vecchio pescatore della zona accade tutti gli anni quando alla ripresa delle attività lavorative del ferrarese i depuratori e le fognature vanno in crisi e vengono versati direttamente i liquami in mare. D’altra parte già due giorni prima l’acqua si presentava torbida e a riva aveva il classico odore sulfureo delle fognature. Sebbene intervenute le autorità nonostante l’aria sia irrespirabile non hanno fornito nessuna comunicazione sulla balneabilità delle acque . Anche il dottor M.P. ha sottolineato: “tralasciando la presenza di liquami, anche solo la carica batterica dovuta alla putrefazione delle tonnellate di pesce e alghe presenti in acqua basterebbero a giustificare un intervento del genere ( vietare la balneazione)”. A questo punto ci chiediamo dove si trovino i responsabili territoriali… Forse a Roma a trovare una poltrona comoda…

Stefano Bigoni coordinatore provinciale ferrara GRANDE NORD

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment