Manuela Marrone: Bossi è un genio contornato da imbecilli

FONTE ORIGINALE: www.polisblog.it

Nella Lega ci sono “troppi ignoranti”, Bossi è un genio “circondato da imbecilli” e Calderoli “un asino vestito da generale”. Parola dell’ex tesoriere della Lega Nord, quel Francesco Belsito da cui è nato il terremoto che ha coinvolto il Carroccio negli ultimi mesi e che ha costretto Umberto Bossi a dimettersi da segretario. Mentre Roberto Maroni cerca faticosamente di lanciare il progetto di Lega 2.0, ogni giorno la “Lega 1.0″ torna a farsi sentire, ora con le dichiarazioni del Senatùr, ora con le intercettazioni telefoniche agli atti dei procedimenti penali, pubblicate oggi dal Sole 24 ore.

E, nonostante Bossi si sia lamentato di non essere stato messo a conoscenza delle manovre di Belsito, l’ex tesoriere aveva fitti scambi di telefonate con Manuela Marrone, la moglie del Senatùr:
Manuela Marrone: No (…) (Bossi, ndr) Ha lasciato troppo andare.
Belsito: Ma troppo! Fanno tutti i loro comodi. Non c’è un settore che funziona. Le associazioni padane non funzionano… non funziona niente. Niente, niente (…) Io mi vergogno! Ma mi vergogno veramente. È tutto lo staff attorno! È una cosa impressionante (…) è composto da gente ignorante e da imbecilli.
M.M.: Essendo lui un genio, ha potuto essere sempre contornato da imbecilli. Tanto faceva lui. È quello il problema!
E tra i bersagli preferiti di Belsito c’era il ministro Calderoli. Il “suo” ministro, perché all’epoca Belsito era anche sottosegretario alla Semplificazione normativa, e quindi lavorava a stretto contatto con Calderoli.
Belsito: Quell’altro asino bardato da generale. Perché quello è un asino bardato da generale, il mio ministro. Quello è veramente un asino. Devo togliermi la soddisfazione di dirglielo, che è un asino, veramente. (…) Io non riesco a capire come un asino del genere è diventato ministro?
Manuela Marrone: Pensa! Pensa!
B.: Se quello è diventato ministro, io un giorno posso pensare di fare il presidente.
M.M.: il Papa!
B.: Il Papa! (…) Io lo guardo e dico: che cosa ha fatto alla semplificazione normativa?
M.M.: Ah, non lo so!
B.: Cosa ha fattooo?
M.M.: Non lo sa nessuno.

Ma i due parlano anche degli altri componenti della famiglia Bossi, i figli Renzo e Riccardo, cui Belsito provvede a pagare le spese personali. Al “Trota”, che si lamenta per le spese di viaggio e di cellulare, dà una scheda telefonica e una viacard a carico della Lega (e quindi nostra), mentre a Riccardo, provetto automobilista, paga la sostituzione delle gomme, riferendo poi la cosa a Manuela Marrone.
C’è anche altro, che dimostra come Belsito avesse il polso della situazione economica non solo del partito ma anche dei suoi componenti. Come Roberto Cota, alla vigilia della sua elezione a governatore del Piemonte. In una telefonata a Rosi Mauro rivela:
Belsito: Sui conti del Piemonte non è in regola. Deve un sacco di soldi (…) Ho beccato che deve 110mila euro. Non sta pagando da due anni (…) Cota ha dei problemi… Il Piemonte deve 120mila euro al partito. Deve avere dei grossi problemi anche finanziari. Spende di più di quello che ha.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

14 Comments

  1. Il Lucumone says:

    Bossi non ha dimostrato certamente la genialità assoluta, ma la più importante in democrazia: la facilità di ottenere il consenso popolare !
    Senza cultura e con un pregresso risibile è riiuscito, per un quarto di secolo, ad incantare le masse, non solo il volgo ma anche l’inclita, con slogan fini a sè stessi, ai quali non è mai seguito un risultato diverso da quello elettorale.
    Per timore dell’ombra ha eliminato, con l’appoggio dei più quadrinariciuti militanti, tutti coloro che sapevano pensare e fare, temendone la supremazia.
    Se all’incredibile capacità bossiana di ottenere consenso si fosse aggiunta la capacità di un’èquipe consapevole, oggi la Macroregione sarebbe impegnata a trattare con la Germania, non ad implorarla !
    Bossi, che pur ho inizialmente sostenuto, con la sua banda di cialtroni ha fatto danni inestimabili, che forse non potranno essere mai riparati!

  2. Valerio says:

    Manu ha ragione e guardatevi intorno per capire che tutto vero guardare visi e storie di Salvini Cota Zaia ecc ecc. E quella cima della genovese? Bella e geniale vero?

  3. Diego Tagliabue says:

    Bossi ha buttato fuori dalla Lega tutti i compagni di partito, più intelligenti di lui.
    Il risultato: un CIALTRONE, contornato da IMBECILLI.

  4. Giacomo says:

    gli imbecilli sono stati tutti nominati dal genio, uno a uno, con meticolosa cura, affinché conducessero le Sacre battaglie ampollari della libbettà d’o nodde. Grazie genio!

  5. Veritas says:

    Ma Il Sole – 24 Ore non è un giornale economico???
    Ormai le intercettazioni sono a gogò, tanto per vendere qualche copia in più.

  6. Lelia Kita says:

    Sarà anche un genio……….ma è finito come un imbecille!

  7. nikema says:

    ma è crozza con gli occhiali! 😀

  8. Ruppi says:

    Qui ci vorrebbe il Carcanel sublime per salvar el Calderu el Carcanello svelto di penna e di pensiero!

  9. Teresa Micheli says:

    da quando avete uno spazio anche per le barzellette??
    ah ahaha che ridere….bella!!!

  10. massimo says:

    non servono commenti, basta il titolo dell’articolo

  11. Dan says:

    Bossi un genio… chissà se avrebbe combinato se fosse stato un idiota allora…

    • Lucafly says:

      Genio degli IMBECILLI………….e mi fermo quì.

      • paolo says:

        genio tra gli imbecilli, genio degli imbecilli…imbecille tra gli imbecilli…imbecille tra i geni …comunque sia ha navigato per 25 anni mettendocela in quel posto fino a l’altro ieri…un volpone che ha sguazzato indisturbato tra i milioni di polli del nord. Siamo popolo di pecoroni rincoglioniti, pronto a farselo rimettere anche da Maroni e dai nuovi geni imbecilli.

Leave a Comment