Da Ottobre tutti i conti correnti saranno spiati per legge

di REDAZIONE

Dal 31 Ottobre 2012 diverrà esecutivo l’invio automatico da parte delle Banche italiane degli estratti conto all’Agenzia delle Entrate. Scetticismo da parte del garante della privacy.

E’ proprio vero, al peggio non v’è mai fine. Di oggi l’agghiacciante notizia che la pressione fiscale reale sui contribuenti nostrani tocca il vertiginoso apice del 55%, record negativo europeo e forse mondiale. Se ciò però non dovesse bastare, chi volesse “esimersi” dalla “progressività della imposta” evadendo od eludendo il fisco, d’ora in avanti ha un nemico in più: la propria banca. Non è per essere dalla parte degli evasori, ma questo provvedimento mina in toto la presunzione d’innocenza invertendo l’onere della prova su ogni spesa irregolare (secondo dei parametri standard) per cui siamo tutti ipotetici infedeli agli oneri di Stato e quindi soggetti a controllo. Un po’ il ragionamento che mandava su tutte le furie Berlusconi quando si trattava di intercettazioni a strascico, e quindi valeva la regola “Ascoltiamoli tutti, prima o poi qualcuno un reato lo compie”.

I garantisti, i liberisti, hanno insignito di lodi questo sentimento di rabbia nei confronti dell’abuso di potere da parte delle istituzioni sulla nostra libertà.  Soltanto che adesso tutto tace, quando si tratta di violare il sacrosanto diritto alla “privacy di spesa” dei propri concittadini, la casta s’ammutolisce sotto l’egida imperterrita di Monti & Co.

Le manovre lacrime e sangue finora varate sono state pressoché inutili a vanificare il ciclone spread e le dimissioni del precedente governo futili e vana utopia di una bieca opposizione per abbattere il nemico. Lo shock finanziario prima, e quello economico dopo, hanno sotterrato lo spirito imprenditoriale di un Paese che arranca e continua a mordersi la coda sulla cresta di misure impopolari e depressive, metastasi della crescita.  Ci siamo addentrati in una fase della curva degli introiti pericolosa, nonostante aumentino le accise e le imposte (vedi le sigarette ad esempio) il gettito comincia a calare e il sommerso vertiginosamente incrementa il suo giro d’affari.

Una Italia strozzata dalla tensione fiscale e irata per il fumus persecutionis nelle proprie tasche, smette di investire e produrre cullandosi in quella che gli economisti chiamano “trappola della liquidità“. Il primo punto che dovrebbe essere alla base di ogni programma elettorale per le politiche del 2013 è “La fiducia”. Una componente non iscritta a ruolo nei saldi pubblici, ma forte nella coscienza e nelle tempra dei nostri connazionali bistrattati.

Abbiamo bisogno di guardare al futuro e per il futuro, non solo in chiave economica ma anche nelle proporzioni umane ed emotive, che a questi robot-tecnici manca.

di Andrea Lorusso

FONTE ORIGINALE: http://www.daw-blog.com/2012/08/01/con-le-mani-nel-conto-corrente/

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

24 Comments

  1. Snake says:

    E’ GIA’…. PRIMA LO FACEVANO DI NASCOSTO ORA..ESCONO ALLO SCOPERTO..
    QUANDO MAI E’ STATA RISPETTATA LA PRIVACY DI QUALCUNO? SE QUALCUNO L’HA FATTA FRANCA E’ SOLAMENTE PERCHE’ FA PARTE DELLA MASSONERIA STATALE, OPPURE HA PAGATO IL PIZZO A QUALCHE ‘AGENTE STATALE’ PER CONTINUARE A PROSPERARE IN NERO…

  2. Veritas says:

    I grandi capitalisti avranno già portato via i loro depositi bancari, quindi riscontrernno solo cifre medio basse…
    Certo che si tratta di una legge che se passa, come pare passerà, screditerà definitivamente gli attuali membri della maggioranza, i vari A, B. C, e affini.
    Comunque è assolutamente illegale e il popolo non dovrebbe permetterglielo.

  3. BIRIL says:

    Il punto però non giustamente osservato è un altro: come può, chi delinque, pretendere di visionare il mio conto corrente?

    L’Agenzia delle Entrate ancora deve spiegare PUBBLICAMENTE come faceva una loro interna (direttrice) ad acquistare beni immobili da rivendere dalla sua agenzia privata, prima che fossero pignorati. Hanno chiuso il capitolo?
    Beh una cannonata per uno non gli sta male!!!

    Batsa chiacchiere!!! E’ ora di darsi da fare TUTTI!!!

  4. Rodolfo says:

    X Bèkko:
    Continua a leccare il culo ai tuoi padroni.
    Spero per te che non hai figli.
    Poverino……….

    ..ricordati anche chi è che si inventa queste regole e non pensare come tutti gli imbecilli come te che siano state scritte sulla pietra come per i dieci comandamenti….

  5. RINO says:

    vi raccomando il mio! poste italiane vi do anche il codice !puo darsi che questi pezzi di merda si rendono conto di come vive la gente.avete rotto i coglioni

  6. Mino says:

    Non c’è peggior schiavo di quello che difende il proprio padrone.

    Tra un po’ ci metteranno il chip sottopelle per sapere sempre dove saremo e chi ci incontriamo e ci sarà qualche idiota, anzi, qualche “non vivo” che dirà “era ora, con tutti sti sotterfugi e accordi tra industriali e politici, così li beccano tutti”

    Ma rinsavite, vi prego: siamo in democrazia e la maggioranza decide. Facciamo in modo che la maggioranza non sia di “schiavi idioti”.

    P.S. il chip sottopelle lo sperimenteranno il prossimo anno negli USA, non è fantascienza!

    • Dan says:

      “Ma rinsavite, vi prego: siamo in democrazia e la maggioranza decide. Facciamo in modo che la maggioranza non sia di “schiavi idioti”.”

      E’ proprio per questo che la democrazia non funziona: perchè permette agli idioti di avere lo stesso peso di chi ha testa.
      Ci sono troppi idioti in giro così ci teniamo questo governo

    • Giorgio Fidenato says:

      È proprio perchè c’è la democrazia che succedono queste cose. La democrazia è una versione della dittatura, cioè è la dittatura della maggioranza. Ma sempre di dittatura trattasi. E come ogni dittatore pretende di fare valere i suoi valori ai suoi sottomessi. Di peggio c’è che poichè è un sistema di tutti tutti pretendono di far valer qualcosa sul suo prossimo, cioè il male, invece di essere limitato a poche persone, nella democrazia è sparsa su gran parte della società.

  7. Francesco says:

    Un provvedimento sacrosanto in un paese di furbi e di evasori. Chi si lamenta è perché ha qualcosa da nascondere.
    Basta con i soliti furbi con i milioni in banca e la tessera di povertà.

    • gigino says:

      il provvedimento potrebbe divenire sacrosanto quando gente come Bersani, Casini, Rutelli, La Russa, Fini, Lupi, Vendola, invece di guadagnare 20 30 volte quello che guadagna un operaio che con 1400 1500 euro ci deve mandare avanti la famiglia, prenderà al massimo 2500 euro al mese, mai nessun politico ha speso due parole su questa enorme ingiustizia, poi caro amico inizierei da chi ha patrimoni sostanziosi e non per esempio i piccoli commercianti che potranno anche saltare qualche scontrino, ma si trovano un’infinità di balzelli e la moria di aziende lo dimostra, quando chiude un bar, un negozio la sconfitta è per tutti. I potenti non li toccano, non possono toccarli e se li toccano è perchè lo vuole qualcuno più potente. Quando la Rai e comunque quando i soldi pubblici saranno ben utilizzati il provvedimento potrà essere esteso a tutti, i quotidiani ricevono milioni di euro all’anno di soldi nostri, permetti che questi si spartiscono torte fatte con i nostri sudori, i partiti. Monti doveva partire da questi invece sta massacrando l’italia ed anche chi ha il posto pubblico in caso di crisi come quella che ci sta avvolgendo è a rischio. Per colpa di inetti, ladri e incapaci.

  8. john galt says:

    e se abolissimo l’uso del k che fa tanto bimbominchia?

    • Giancarlo says:

      Proposta apocalittica. Senza i bimbominchia come farebbero a sopravvivere i blog, i forum, facebook, twitter, i giornali on line, la rete tutta? Ah, internet è una gran brutta bestia! La migliore arma a doppio taglio mai inventata….

  9. Unione Cisalpina says:

    grave e vile attentato alle libertà induividuali … non ke personalmnte abbia io nulla da temere e/o naskondere, ma è un diritto basilare dl principio di libertà demokratika stessa ke andrebbe preservato strenuamente…

    da abolire anke l’uso indiskriminato delle intercettazioni ke, sekondo me, ekuivalgono ad una violazione del diritto d’inviolabilità del domicilio e/o della korrispondenza stessa …

    la riservatezza d’ufficio dei konsulenti kuali avvokati, medici, psikologi o preti kattolici (kon la konfessione), dev’essere garantita, salvo skadere solo in presenza di precise e komprovate responsabilità dei soggetti inkuisiti dalla giustizia e sottoposti a processi x gravi reati…

    x perseguire anke kuesto tipo di krimine in oggetto (evasione fiskale) ci sono ben altri mezzi e strumenti investigativi…

    kon kuesto provvedimento si aumentano solo le possibilità di rikatto e kondizionamento individuale dei poteri okkulti già oggi operanti ke nella diskrezionalità d’indagine, potranno decidere se agire od omettere azione kontro kuesto, piuttosto ke l’altro cittadino, a sekonda della konvenienza (di potere, politika od okonomiko) di ki kuesto potere investigativo esercita, in proprio o x konto terzi (referente) …

    • Bèkko says:

      @Unione Cisalpina: leggere il tuo commento mi ha fatto venire il mal di testa, bimbominkia del k-avolo…

      Rispondendoti:
      1: se non hai nulla da temere allora non c’è problema…
      Se serve a certificare e controllare che quello che dichiari e quello che hai nel conto tornano allora ben venga.
      2:indiscriminate? qualche frangia deviata della telecom o persone senza scrupoli che abbiano i mezzi per farle, loro devono essere puniti con la forza. La magistratura può e deve farle perchè è uno strumento utile.
      Il diritto e l’inviolabilità della tua corrispondenza e del domicilio nell’interesse della collettività possono essere sospesi perdipiù se è la magistratura, nel rispetto delle leggi, a chiederlo.
      3: certo, hai ragione… lasciamo che i consulenti e i ragionieri consiglino tecniche per evadere… bravo…
      se è la magistratura a chiederlo, anche in fase di indagine per escludere da un reato una persona, non deve esserci il segreto professionale.
      4: certo, ci sono altri mezzi ma iniziamo da questi.
      5: se se… certo che con questa classe politica tutto può succedere…

      comunque impara l’ITALIANO!!!
      capisco gli idioti che seplificano il ch con ilK ma anche la C e la Q non si era mai visto…

      • Fabrizio says:

        A tutti quelli che dicono che “chi non ha nulla da nascondere non ha nulla da temere” gli ricordo , per prima cosa ,che stanno letteralmente citando nientemeno che Adolf Hitler, come seconda cosa gli auguro una bella telecamera nel buco del culo ………. tanto non credo che nascondano qualcosa lì dentro.

      • oppio 49 says:

        bravo, hai capito tutto. di sicuro hai tre buchi nel naso e un buco ancora più grosso nel cervello. vuoi scommettere che troveranno tanti conti non congrui solo al nord? vuoi scommettere che i conti di mafia ‘drangheta e camorra non li vedrà nessuno? vuoi scommettere che sarà un ulteriore passo per rapinare anche quelli? tutti gli italioti che tengono famiglia e che dai nostri conti già attingono a piene mani non ne hanno mai abbastanza, il debito pubblico che, forse non lo sai perchè probabilmente leggi solo la gazzetta, aumenta grazie alle spese che fa lo stato, ed è pagato solo da quattro regioni, (lombardia in testa con 57 miliardi di € l’anno). e tu dici che fanno bene? o sei deficiente oppure sei uno di quelli “che tengono famiglia”. sorvolo sulla questione della privacy perchè probabilmente la scambieresti per una marca di birra. personalmente spedirò immediatamente una diffida alla direzione della mia banca che avrò cura di pubblicare sull’indipendenza. tu però non imitarmi, sei così sottoculturato che prima dovresti informarti anche sul significato di diffida. amen

        • Marco Venturi says:

          Scusi, io non leggo la gazzetta dello sport, ma sul mio quotidiano e in rete non ho mai letto che la Lombardia “paga” 57 miliardi di € l’anno di debito pubblico (“in testa”, nientepopodimenochè). Leggo invece che il debito pubblico lo finanzia il Ministero del Tesoro con l’emissione di titoli di stato (BOT, BTP ecc.) con rendimenti che si alzano in proporzione all’indice di rischio di solvibilità del debito sovrano dello stato che emette il titolo. Per questo i titoli di stato greci avevano rendimenti elevatissimi, e qualche allocco ancora li comprava nell’autunno scorso (per esempio Formigoni, il presidentissimo della Lombardia, quella “in testa”). Poi il loro valore è stato tagliato di oltre il 75% per cercare di salvare il paese ellenico, quindi tanti speculatori allocchi (come Formigoni) sono rimasti trombati, aumentando il debito della propria regione e (scandali Maugeri, Daccò e San Raffaele a parte) del’intero stato italiano.
          La invito caldamente ad inveire ed offendere meno e a documentarsi di più: farebbe del bene a sé stesso e anche a noi.
          Grazie.

      • hughich says:

        Queste caro mio sono solo puttanate se permetti.
        Potrei capire se vivessimo in un paese in cui la legge è uguale per tutti ma come dovresti aver intuito in Italia la situazione è differente.
        Ricordi quando pubblicarono la circolare che girava in equitalia in cui si facevano nomi e cognomi di persone ed aziende da NON CONTROLLARE??
        Beh io lo ricordo e ti faccio anche una previsione senza palla di cristallo, i controlli verranno fatti sempre ai soliti ma, a chi ha un santo in paradiso, non controlleranno proprio nulla.
        e poi perdona ma il punto 1 è veramente datato…Hitler diceva le stesse identiche cose fatti una ripassata

      • Unione Cisalpina says:

        bekko … vedo ke le k ti fanno proprio dare i numeri … non hai kapito un kappo di kuello ke ho skritto ! 😀

        john galt … c’è anke ki si krede napoleone… devo rikonoscere ke un po’ di modestia in te c’è …

        Giancarlo … tu invece sei kuello ke dice k’io sono un troll inventando balle gratuite sul mio konto…

        ma xkè non rimanete attenti al testo e se vi va, kommentate kuello ! … ke gusto c’è a pratikare l’insulto personale… nemmeno vi konosko … giudikate x il kontenuto e non vi fermate alla forma …

    • hughich says:

      Ma se nell’alfabeto italiano la k non esiste secondo te c’è un motivo oppure è per puro caso?

    • Frescosound says:

      Unione Cisalpina ( visto che hai fatto 30 potevi anche far 31 scrivendo UNIONE KISALPINA ) , devi ritornare alla scuola elementare perchè è deprimente, vergognoso, idiota e stupido storpiare così una lingua nobile come l’Italiano! Se hai una nonna digli da parte di tutti noi di prenderti a randellate con la sua borsa in finta pelle stra piena di monetine sperando che ad ogni colpo che riceverai qualche neurone si svegli e ti permetta di scrivere dignitosamente!

  10. lory says:

    cosa vogliamo pretendere da questa italia piani parassiti da mantenere per fare questo debbono saccheggiare i tutte le maniere anche spiando nei conti correnti, più che l’italia vogliono salvare loro stessi. almeno una nota positiva è la sconfitta della Pellegrini, quelli che speravano nella vittoria della Federica erano di due categorie la prima quella del nazionalisti furbi(parassiti di tutti i tipi, burocrati,politicanti ecc. ) la seconda quella dei nazionalisti sciocchi(quelli che pagano il conto dei primi senza rendersi conto) i primi mi fanno schifo i secondi pena

Leave a Comment