Mai più soldi a Roma ma ben vengano, da Roma. Denuncia 5 Stelle su legge finanziamento partiti

di REDAZIONEsoldi ai partiti

“I partiti hanno bisogno di soldi come dracula ha bisogno del sangue. Per questo Pd, Forza Italia e Lega hanno deciso di premere l’acceleratore a tavoletta sul provvedimento che sblocca i finanziamenti pubblici destinati a loro stessi e che porta il nome dell’ex tesoriere di Sel, convertito sulla via del Pd, Sergio Boccadutri. I partiti hanno fame e bisogno di passare all’incasso”. Ne danno notizia i deputati M5S della commissione Affari costituzionali.
“La commissione di garanzia per il controllo dei rendiconti dei partiti politici, infatti, la settimana scorsa ha evidenziato l’assenza di strumenti per procedere al compito assegnatogli dal decreto Letta sulla finta abolizione dei finanziamenti pubblici.
Avvenimento – continuano i 5 stelle – che segue l’abbandono della stessa commissione da parte dell’ex presidente, Bruno Bove, proprio a causa dell’impossibilità di eseguire i suoi compiti.
Adesso, però, i partiti hanno fame e quindi trovano subito l’accordo per approvare la ‘leggina’ che consenta loro di fare cassa”.
“Ancora una volta i partiti – proseguono i deputati M5s – danno piena dimostrazione di essere sanguisughe di denari pubblici prelevati dalle tasche degli italiani. Il MoVimento 5 Stelle, a oggi, resta l’unica forza politica che ha rifiutato 42 milioni di euro di finanziamento pubblico, taglia gli stipendi dei propri parlamentari che rinunciano anche alle indennità di carica. Ma questa è una lingua che i partiti non conoscono e continuano a sottrarre risorse ai cittadini”.

Print Friendly

Articoli Recenti

1 Commento

  1. Beniamino says:

    hahahah…PD, FORZA ITAGLIA e LEGA……ma vedrete che salasso ci stanno preparando questi politicanti….ma chi ci crede a ste strunzate?!!!

Lascia un Commento