Madrid pronta a sospendere l’autonomia catalana

marcia catalogna Il governo spagnolo si riunira’ sabato prossimo con un Consiglio dei ministri straordinario per avviare le procedure per il commissariamento della Catalogna, con l’attivazione dell’articolo 155 della Costituzione che ne sospende l’autonomia. La decisione e’ stata annunciato dopo che al nuovo ultimatum di Madrid, scaduto alle 10 di questa mattina, il presidente catalano, Carles Puigdemont, ha risposto con una lettera al premier spagnolo, Mariano Rajoy, in cui ha minacciato di votare formalmente l’indipendenza della Catalogna se Madrid continuera’ a non accettare la sua offerta di dialogo.

Nella lettera, Puigdemont ha riconosciuto implicitamente di non aver dichiarato l’indipendenza, come richiesto dal governo spagnolo, ma ha avvertito che se Madrid “persiste nell’impedire il dialogo e prosegue con la repressione”, il ‘Parlament’ catalano “potra’ procedere, se lo ritiene opportuno, a votare la dichiarazione di indipendenza formale”. In particolare il presidente della Generalitat ha rimproverato a Madrid di non avergli accordato un incontro con Rajoy e di aver messo agli arresti due leader indipendentisti, Jordi Sanchez e Jordi Cuixart: “Nonostante tutti i nostri sforzi, e la nostra volonta’ di dialogo, il fatto che l’unica risposta di Madrid sia la sospensione dell’autonomia indica che non se e’ coscienti del problema e che non si vuole parlare”, ha scritto Puigdemont, che si era consultato fino a tarda notte con il suo partito, per averne l’avallo.

La risposta di Madrid non si e’ fatta attendere, affidata prima a un comunicato del governo, poi alla dichiarazione istituzionale del portavoce, Mendes Inigo de Vigo, al Congresso, il Parlamento spagnolo. Il governo si e’ detto non soddisfatto della risposta del ‘govern’ (perche’ non ha riferito “in modo chiaro e preciso” se il 10 ottobre abbia dichiarato l’indipendenza) e ha annunciato che “continuera’ con le procedure previste nell’articolo 155 della Costituzione per restaurare la legalita’ nell’autogoverno della Catalogna”. Sabato, nel Consiglio dei ministri riunito in forma straordinaria, saranno approvate le misure da portare in Senato “al fine di proteggere l’interesse generale degli spagnoli, tra i quali i cittadini della Catalogna, e restaurare l’ordine costituzionale nella Comunita’ autonoma”. “Nessuno”, ha avvertito Mendez de Vigo, davanti al Congresso, “dubiti del fatto che il governo utilizzera’ tutti i mezzi in suo possesso per ripristinare la legalita’ e fermare il deterioramento economico provocato dall’instabilita’ dei responsabili della Generalitat in Catalogna”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. caterina says:

    in un quadro di Goya in rassegna al Louvre ieri vedevo popolani spagnoli insanguinati a terra e i soldati napoleonici coi fucili puntati contro…. ecco: la stessa scena che abbiamo visto tutti di recente dal vero, ma erano soldati spagnoli contro il popolo di Barcellona… vergogna! inconcepibile ai giorni d’oggi!

Leave a Comment