Ma Bossi negli anni della secessione riuscì a non farsi bocciare un ministro. Questione di saper trovare la quadra

bossi tolkien

di STEFANIA PIAZZO – In passato, neanche a Bossi posero veti sui ministri. Nessuno osò mai farlo. Ed erano gli anni postumi della secessione, della dichiarazione di indipendenza della Padania, della Digos in via Bellerio. Delle sparate in piazza. Forse la differenza sta nel fatto che lui, il fondatore della Lega con l’attributo del Nord, era più capace di trovare… la quadra. E che dietro le sparate c’era una visione, una strategia di più lunga portata. La bocciatura istituzionale, costituzionale di Mattarella al candidato ministro Savona, euroscettico, è per forza di cose un atto che parla da solo.

Si può dire tutto degli anni dei governi Berlusconi, ma non che non si tentò la via democratica e referendaria per la devolution e il federalismo. Ora si interpella il popolo via tablet. Scartando quelle che sono le istituzioni nelle quali si vuole governare. E’ chiaro che se interpello la gente sul reddito di cittadinanza e l’espulsione immediata di 500mila clandestini, l’esito è scontato. Un’altra cosa è farlo per la via stretta della democrazia parlamentare. Non si governa a colpetti di twitter. Il colpetto te lo danno subito i mercati che ti uccidono la gente che hai interpellato per farti salire il consenso a suon di spread. E’ peggio di una guerra nucleare. Ma non siamo in Corea, ce lo ha ricordato Mattarella.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. Ric says:

    Il livore e la frustrazione conducono in una una zona grigia senza la dovuta materia per cui , come dicono sul lago dalle parti di Salò “mal che svol non dol “ ( il male che ci siamo cercati , non fa così male ) .
    Se è per stare in linea con un certo sentire , allora mi rattrista vedere scarrozzare per le strade bergamasche come fosse un ( munieco de trapo ) ( spaventapasseri , in spagnolo ) la salma della santità che in gran segreto scongiurò la terza guerra mondiale , l’allora crisi di Cuba .
    Per favore , se lo vada a risentire con quale intensitá e sentimento , Giovanni XXIII , Papa RONCALLI , dal balcone di San Pietro , primi anni sessanta il “discorso alla luna “..” date una carezza ai vostri bambini …” !
    Poi mi dica il valore dell’attuale “ signor buonasera “ cosa caspita dice quando apre bocca , soprattutto si faccia spiegare oggi , Lei che può , cosa significhi essere un PAPA .
    Pensare che sono entrambi del segno del Sagittario , come mio papá , come tante persone che amo , ma sono due pianeti differenti .
    Il vulnus del tutto parte e arriva qua , e non mi dite che il signor Cottarelli di Cremona non venga utilizzato cinicamente almeno alla stessa stregua di altri atout che la speculazione comunicazionale impone come paradosso polarizzante per realizzare impunemente crimini di varia natura sicchè a noi popolino per sempre la medesima domanda : “ libero Barabba o Gesù “ ?
    A Lei l’ardua sentenza ; al moderato di turno ecco servito il surrogato in decomposizione della rassicurazione .
    Bisogna essere pertanto brillanti nell’accettazione concettuale di status e non voler confondere piani diversi ; ossia come bollano le intellighenzie sinistrorse “ onestá intellettuale “ cercasi .
    Non può e non deve l’Indipendenzanuova per il legittimo disprezzo politico verso il Salvini , imprimere un “taglio editoriale” che fiancheggi la pseudo problematica giuridico costituzionale dell’impersonificazioni di garanzie costituzionali del presidente Mattarella , difesa d’ufficio e solidarietá per l’apparente equilibrio manifesto di fronte alla tracotante invasivitá di M5s +Lega !
    Ciò che definisce “via stretta della democrazia parlamentare” è l’unico pertugio che tale logica di potere infila regolarmente la propria imposizione al sottomesso e la esercita “omni tempore erga omnes” .
    Fatto fuori Bossi ed altri , che prima aveva “abboccato” con Scalfaro ( Grande Presidente sic.) col “mafioso di Arcore “, prima di trovare la quadra e mangiare la foglia , il grande Umberto lo hanno ridotto a pane e pesciolini fritti del 4 % ! E con Lui il suo popolo , cioè NOI .
    Carissimi , oggi non ci sono battaglie con la Lega che c’è l’ha duro , magari !!
    Oggi non è solo un tema di democrazia ma di ESISTENZA .
    Tutto il mondo del pappa allineato , dal sacro al profano , tutto insieme , pro domo sua , caste ed interi comparti ipergarantiti a spendere e spandere , sempre e comunque a sostenersi , senza nemmeno twittare , senza fare riunioni , subito a capirsi ed a infierire senza , guardacaso mai sbagliare obbiettivo .
    Ma pensa un pó !
    Vuoi vedere che chi possiede tutti i mezzi stabilisce tutti i fini ?
    Stai sereno somaro Lombardoveneto , solidarietá al Presidente Matarella , Indipendenza (“asta la vittoria siempre”) , ma che passi dalla via stretta della democrazia parlamentare , con leader capaci di trovare la quadra , e sempre osservanti ed ossequiosi della costituzione più bella del mondo : PADANIA e Catalonia docet .
    Amen .

  2. Mario Brescia says:

    Maroni bocciato alla giustizia ve lo siete dimenticato? Complimenti per la fake news

Reply to Ric Cancel Reply