M5S, Casaleggio replica alle accuse di Favia, che annuncia le dimissioni

di REDAZIONE

Dopo le parole durissime del consigliere regionale del movimento 5 Stelle Giovanni Favia (qui il video) ecco che arriva lo stringato comunicato di risposta  di Gianroberto Casaleggio che smentisce sul blog di Beppe Grillo in modo molto sommario e lapidario le accuse, senza entrare nel merito: “Né io, né Beppe Grillo abbiamo mai definito le liste per le elezioni comunali e regionali. Né io, né Beppe Grillo, abbiamo mai scritto un programma comunale o regionale. Né io, né Beppe Grillo abbiamo mai dato indicazioni per le votazioni consigliari, né infiltrato persone nel Movimento Cinque Stelle.”  Firmato Gianroberto Casaleggio.

“Cerchiamo di fare un bel respiro tutti”. Il giorno dopo il fuori onda che ha sconvolto il Movimento 5 Stelle (“Da noi la democrazia non esiste”), Giovanni Favia, consigliere regionale grillino dell’Emilia-Romagna scrive sulla sua bacheca facebook. E annuncia le sue azioni da qui a pochi mesi, a partire da un atto pubblico che gli eletti compiono ogni semestre ma che questa volta ha un valore del tutto diverso: “Rassegnerò le mie dimissioni e saranno i cittadini dell’Emilia-Romagna tramite votazione, a valutare se respingerle o accettarle”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

5 Comments

  1. Veritas says:

    Credo che la foto pubblicata qui sopra sia di Casaleggio, e non di Favia, visto l’aspetto da guru che ha….
    E si tratta certamente di un esperto di marketing e pubblicità, sempre dato il suo aspetto.

  2. Cantone Nordovest says:

    Il Movimento deve indicare , appunto , PROGRAMMI VINCOLANTI ma SENZA redigere le liste a livello apicale – bensì lasciando alla base presente nei Comuni la redazione delle liste Comunali (o Provinciali)

    Il contrari appunto di quanto avviene nella partitocrazia cui siamo abituati – dove i programmi sono un optional e conta invece inserire gli amici giusti al posto giusto

    Cioè candidare quelli che ti sono fedeli non per ideologia ma per convenienza e abituale deferenza vassallatica

  3. Alieno says:

    Infatti il problema di Favia non è a livello locare e regionale, dove i M5S sono autonomi al 100%, ma a livello nazionale.

    Mancando il portale per poter deliberare online ad 1 anno dalle politiche, è chiaro che gli attivisti cominiciano ad essere frustrati, io per primo.

    Se Casaleggio e Grllo non lo costruiranno, sarà la base ad imporlo, infatti stiamo iniziando ad usare Liquid Feedback nei comuni ed addirittura la Sicilia voterà per le regionali online.

    Signori, la rivoluzione è iniziata.

    • Unione Cisalpina says:

      bella kuesta della sicilia primatista web … ahahahahahahah potrete dire, fra 150 anni, k’eravate il paese + evoluto ed “avanzato” d’italia e di Padania …

      un po’ kome ora, kuando voi 2sikuli pretendete vendervi da paese civilizzato dekantando un progresso e primato ke non avevate 150 anni fa, prima ke Piemontesi e Savoia ( disgrazia nostra) arrivassero a civilizzarvi un po’ …

Leave a Comment