LUINO, SCONTRO MARONIANI-CERCHISTI: UNO A ZERO

di REDAZIONE

In provincia di Varese comincia la guerra fra maroniani-cerchio magico/malefico e il primo responso è di uno a zero per le truppe filo Bobo. A Luino si sono svolte le elezioni della sezione locale e la segreteria provinciale di Maurilio Canton ha subito la sua prima una sconfitta. I militanti hanno infatti eletto come segretario cittadino Antonio Sala, attualmente segretario di circoscrizione, e candidato dei “Barbari sognanti”, la parte di militanza che si riconosce in Roberto Maroni, e che era contrapposto al militante Failoni, candidato voluto dal segretario provinciale  notoriamente cerchista. La scelta del nuovo capo della Lega luinese era una delle tante battaglie in corso fra i due gruppi leghisti. Il segretario precedente era stato sfiduciato dal direttivo e la segretaria provinciale aveva nominato commissario l’ex assessore provinciale Giorgio Fiorio. I maroniani avevano reagito denunciando un tentativo indiscriminato di tagliare le teste non gradite. La figura di Fiorio ben presto si è rivelata non molto gradita a Luino e negli ultimi due mesi ne sono successe un po’ di tutti i colori, al punto da surriscaldare oltremodo gli animi.

Qualche giorno fa, inoltre, la situazione era degenerata fino allo scontro fisico fra il commissario inviato da Canton e un militante, con tanto di mosse di judo e referti medici conseguenti. In questo clima da operetta la sezione luinese è andata al congresso. Il segretario provinciale Canton ha prersenziato all’assemblea, ma la cosa non è servita per far prevalere la sua parte. La riunione è stata anche condita da parole grosse volate fra le due fazioni.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Leave a Comment