L’Ue toglie la parola agli indipendentisti e massacra i pensionati

catalogna francoforte

di ANGELO VALENTINO – “Reiteriamo il nostro rispetto dell’ordine legale e dell’ordine costituzionale nel cui ambito sono state prese queste misure”. E’ quanto afferma il portavoce della Commissione Ue Margaritis Schinas interpellato sulla caccia lanciata nei giorni scorsi dalla giustizia spagnola ai siti web di informazione sul referendum di indipendenza catalano. Incalzato dai giornalisti della sala stampa, Schinas ha sottolineato che a riguardo “la Commissione non ha competenza o voce in capitolo”. “Siete liberi di fare tutte le vostre considerazioni, la nostra posizione e’ questa”, ha quindi tagliato corto a chi obiettava una disparita’ di atteggiamento della Commissione, intervenuta spesso contro le violazioni della liberta’ di espressione in altri Paesi, come la Turchia.

Insomma, l’Europa delle democrazie decide chi deve e chi non può esprimere libertà di pensiero. A discrezione. Zitti e mosca. Poi però quando si tratta di intervenire per imporre quando andare in pensione a casa nostra, Bruxelles ha una sicumera… Basta accontentare i prepotenti di turno, e l’Europa delle libertà dei più forti è servita.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment