LUCCA, LA LEGA PERDE IN BLOCCO DIECI MILITANTI

di REDAZIONE

A Lucca, sul versante politico, vanno di moda le scissione e gli addii. L’ultimo, in ordine di tempo e soltanto per il momento, è quello di dieci militanti della Lega Nord che, stufi dell’eccessivo centralismo padano-centrica nonché delle scelte compiute anche nella nostra città hanno deciso di abbandonare il movimento di Bossi per dare vita alla Lega per la Toscana (tel. 335 7866500 e 349 8763846).

Tra gli scissionisti Franco Paiuzza, storico esponente della Lega Nord a Lucca (nella foto con l’ex ministro Calderoli) che guiderà la lista intenzionata a dare una mano al sindaco uscente, a differenza della Lega che correrà da sola. E questo, oltre a valutazioni èpiù generali, è stato uno dei motivi di attrito che ha spinto il gruppo ad uscire dal partito.

La scelta di confinare la Toscana, dove peraltro quasi tutte le sezioni sono commissariate, in un angolo rispetto alle strategie del movimento padano e la di nuovo ventilata battaglia per la secessione, hanno fatto il resto. “C’erano troppi aspetti – spiega Paiuzza – che ormai non ci convincevano più: il partito, ormai, non ha più nessuno interesse per la Toscana e poi, a Lucca, noi vogliamo che vinca Favilla e non ha senso divedersi”. Il nuovo movimento avrebbe praticamente pronta la lista per le comunali e nella prossima settimana dovrebbe tenere una conferenza stampa di presentazione.

FONTE ORIGINALE: http://www.lagazzettadilucca.it/politica/2012/02/stavolta-e-la-la-lega-nord-a-subire-la-secessione-via-un-gruppo-di-militanti-in-disaccordo-con-la-linea-del-partito/

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

2 Comments

  1. Ferruccio says:

    Se al Paiuzza si cavano i baffi e gli occhiali….

    Può fare tranquillamente la controfigura del Calderolo

    Ma il Gambetta Vianna è commissario a Lucca ???

  2. cogo andrea says:

    BOSSI A ZAPPARE . comitati parmalat

Leave a Comment