Lombardia, le spese allegre dei consiglieri Pdl e Lega: 40 indagati

di REDAZIONE

MILANO – Qualcuno si è fatto rimborsare perfino le sigarette. Altri i cioccolatini che comprava in tabaccheria. C’è perfino un consigliere regionale del Pdl che sotto la voce delle “spese istituzionali” metteva i pranzi che consumava in un ristorante alla moda a pochi passi dalla sede del Pirellone, durante le pause delle sedute. Quando il 10 ottobre scorso il procuratore aggiunto di Milano Alfredo Robledo ha spedito la Finanza in Regione ad acquisire i rendiconti 2008-2010 relativi ai rimborsi garantiti ai gruppi consiliari del Pdl e della Lega, probabilmente non pensava di scoprire così tante anomalie. Nel mirino sono finiti quasi tutti i consiglieri della maggioranza della giunta uscente guidata dal governatore Roberto Formigoni. Per loro, il sospetto dell’accusa è quello di aver ottenuto rimborsi per spese in realtà dubbie. Si parla di soldi pubblici che arrivano a un computo globale di milioni di euro ogni anno per tutti i gruppi consiliari e che si aggiungono ai già tanti benefit ottenuti dai politici. A dare il via al nuovo scandalo sono state le verifiche partite, quasi per caso, sul leghista Davide Boni (ex presidente del Consiglio regionale, travolto da un’indagine per corruzione) e sull’ex assessore del Pdl, Franco Nicoli Cristiani, arrestato un anno fa con in casa una mazzetta da 100 mila euro. Nelle inchieste che li hanno coinvolti, decifrando alcune intercettazioni ambientali, Robledo e i suoi sostituti Paolo Filippini e Antonio D’Alessio hanno trovato tracce di cene che sarebbero state giustificate dagli assessori come impegni istituzionali, ma che di politico avrebbero avuto molto poco.
La Guardia diFinanza si e recata alla Regione Lombardia per acquisire la documentazione relativa alle spese dei gruppi consiliari di minoranza. Gli uomini delle Fiamme Gialle stanno agendo su mandato della procura di Milano che punta ad accertare se i soldi spettanti ai gruppi attraverso i rimborsi elettorali sono stati spesi in maniera corretta. Da una precedente operazione il 10 ottobre scorso, e scaturito un fascicolo che vede indagati una quarantina di consiglieri di Pdl e Lega per lipotesi di reato di peculato.

Fonte originale: www.repubblica.it

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

9 Comments

  1. diego zoia says:

    Voeurum i nomm… inscì, par vidé!
    Vogliamo l’elenco dei nomi (giusto per vedere)

  2. elisa belloni says:

    buon giorno,
    mi piacerebbe sapere se qualcuno tiene i conti di tutti quello che rubano questi ladroni….. con quella cifra altro che trovare i denari per esodati, sanità ecc ecc
    vorrei anche capire quanto entra alle casse dello stato tra tutte le tasse che paghiamo e voce per voce quanto esce
    buona giornata

    • giancarlo pagliarini says:

      Elisa, vai sul sito dell’istat, cerca “bilanci aggregato delle pubbliche amministrazioni” e vedi tutto. Tasse che entrano, spese ecc. Ci sono una trentina di schede. Ciao paglia

  3. Dan says:

    Qualcuno che s’è fatto rimborsare i preservativi usati per le notti brave non l’hanno ancora trovato ?

  4. ingenuo39 says:

    Ma fargli restituire il maltolto, No? Pensiamo ancora di votare questi individui alle prossime elezioni? Consiglio di prendere nota di nomi e cognomi e alle prossime votazioni facciamo il nostro dovere di non votarli anche se come al solito ci verranno proposti come capi lista dai soliti partiti, scegliendo come candidati gli ultimi delle liste che ci proporranno.

  5. Salvo says:

    Ormai il consiglio Lombardo è pieno di calabresi e meridionali, c’è poco da fare…

    • Pietro Caldiera says:

      Vero! E, purtroppo, ce ne sono ancora di piu’ nella burocrazia regionale!! 😉

    • Culitto Salvatore says:

      mna che stai a dier? è la guardia di finanza che schiava di roma ladrona trova del marcio dove non ce n’è, formigoni è in lista al vaticano per diventare santo altro che …

  6. barbara says:

    La corruttela più soffocante, che vergogna, prima la occupazione dei posti pubblici, della Rai ecc ecc e adesso…. Ma come si fa a votare Lega a credere in questa gente? Eppure ci abbiamo creduto! Vendetta!

Leave a Comment