Lombardia autonoma: la Lega Nord Varese aderisce a CoLoR44

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:

La segreteria provinciale della Lega Nord di Varese si schiera con il Comitato Lombardo per la Risoluzione 44 (CoLor 44, il cui acronimo fa riferimento alla Risoluzione 44 approvata il 28 Novembre 2012 dal Consiglio Regionale del Veneto) e lancia un appello a militanti, simpatizzanti ed elettori del Carroccio affinché invitino i cittadini a sottoscrivere l’iniziativa che si pone l’obiettivo dell’autodeterminazione della Lombardia.

La decisione è arrivata dal segretario provinciale Matteo Bianchi che ha “sposato” ufficialmente la linea autonomista avviata da un’organizzazione apartitica nell’ottica di un’Europa dei popoli e delle Regioni.

La Risoluzione verrà presentata al Consiglio Regionale della Lombardia. Una volta approvata dai consiglieri, questa Risoluzione permetterà al presidente Maroni di avviare il percorso per indire il referendum sullo status della Regione, come sta avvenendo in Veneto, ma anche in Scozia e in Catalogna.

“La Lega di Varese appoggia una rivendicazione del tutto legale, attraverso consultazione referendaria, prevista dal diritto internazionale – afferma il segretario provinciale Matteo Bianchi -. La nostra adesione rappresenta un chiaro segno identitario e di aspirazione alla piena autonomia per liberarci da uno Stato sempre più rapace e soffocante.  Una spinta autonomista e indipendentista si va facendo largo in altre Regioni del Paese, il Veneto su tutte, e nel contesto europeo grazie alla determinazione di Catalogna e Scozia. Anche la Lombardia deve fare parte di un processo di libertà ormai avviato che potrebbe rivelarsi dirompente, anche nell’ottica della macroregione. Non a caso il governatore della Lombardia Roberto Maroni è stato uno dei primi a sottoscrivere l’iniziativa”.

Da oggi parte quindi l’impegno delle sezioni leghiste del Varesotto alla raccolta firme per Color44:”Ai militanti, ai nostri simpatizzanti ed elettori chiedo uno sforzo congiunto – conclude Matteo Bianchi -. Oltre che a sottoscrivere l’iniziativa sarà fondamentale il loro lavoro di convincimento presso amici, parenti e conoscenti. Deve essere innescato un tam-tam capillare che porti cittadini, gruppi, associazioni, partiti a firmare per l’autonomia della nostra regione. I lombardi devono sapere che la gestione diretta del nostro territorio consentirebbe di sbarazzarsi di burocrazia e tasse eccessive, innalzando notevolmente ricchezza, opportunità di lavoro e qualità dei servizi a nostra disposizione”.

I cittadini potranno firmare nelle sezioni della Lega Nord, nei gazebo organizzati in occasione di feste ed eventi, oppure direttamente al sito www.color44.org

Ogni mese la segreteria provinciale provvederà ad inviare le firme raccolte al Comitato Color44.

 

da: Ufficio Stampa Lega Nord Varese

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

22 Comments

  1. Vittorio S. says:

    Il titolo, comunque, è proprio sbagliato. L’unica strada – su cui CoLoR44 sta investendo tante energie – è quella dell’indipendenza.

  2. Riccardo Pozzi says:

    Io capisco l’amarezza e la voglia di riavere un sogno di autonomia, ma come si fa a credere che Roma permetta una secessione di fatto scaturita da un referendum? Veramente i frequentatori di queste pagine possono credere che lo stato italiano non sappia fare i conti? La lombardia e il veneto non possono nemeno trattenere un decimo dei loro attuali residui fiscali attivi, tutto salterebbe in aria. E allora invito le anime belle della battaglia pura a ricordare chi comanda nelle prefetture lombarde e venete, chi comanda e chi abita nelle caserme di Carabinieri, Guardia di Finanza, Esercito, e invito a chiedersi cosa succederebbe il mattino dopo di un ipotetico referendum indipendentista magari vinto di misura, cosa succederebbe? La lotta politica è sporca e meschina, piena di colpi bassi, squallore e nefandezze immorali, ma è da lì che si passa, nessun muro in Italia si abbatterà da sé, e neppure soffiando con i polmoni del diritto internazionale. Non c’è altrenativa al riunirsi intelligente e coraggioso di tutte le forze autonomiste del nord, lega compresa.

  3. druides says:

    Come mi è già capitato di scrivere, questa non deve essere un iniziativa etichettata ne da LegaNord ne da altri partiti.
    Raccogliamo le firme e poi vedremo. Altro che macroillusioni.

  4. Vittorio S. says:

    Sul sito di CoLoR44 (www.color44.org) leggo alla voce NEWS una bella presa di posizione sul senso di questo progetto indipendentista e referendario. Perché mettere i puntini sulle “i” talora è necessario.

    Titolo del pezzo: “Le poche regole di CoLoR44: per costruire l’indipendenza”.

    Credo che tutti siano bene accetti, ma è sempre più chiaro che il progetto indipendentista va oltre questo o quel partito…

    Bene così.

  5. franko says:

    E’ l’ennesimo CAVALLO DI TROIA !! Fesso e boccalone chi ci crede.

  6. Stefano Gamberoni says:

    La notizia non mi entusiama, si rischia che anche Color44 vada in vacca come tutte le sparate leghiste. La base leghista dice cose che la dirigenza non sottoscrive. Autonomismo, macroregione? no signori, Color44 è per l’indipendenza. Servono firme? va bene, Ma se la Lega lo volesse sul serio, ne ha abbastanza di rappresentanti in regione per presentare domani stesso la risoluzione.
    E bruciare tutte le tappe.
    Mi sa tanto che vogliono metterci su il cappello, e poi strozzare il bambino nella culla.
    Occhio a non farci fregare….

  7. vittorino says:

    braveheat . . .

    tranquillo ! ! !

    CoLoR44 non è la LEGA . . .

    la Lega,
    come tutti i Partiti presenti in Lombardia,
    come tutti i Movimenti presenti in Lombardia,
    come tutte le Associazioni presenti in Lombardia,
    come tutti i Cittadini Lombardi . . .
    possono “ADERIRE” a CoLoR44

    ma CoLoR44 non è riconducibile a nessuna realtà politica o di altro tipo esistente, né può essere utilizzato da nessuno per rivendicare appartenenze . . .

    • giorad says:

      Lucida precisazione – non credo valga la pena di andare in tilt su Lega si – Lega no. Soprattutto visto che il cammino di CoLor44 est solo all’inizio.

      Io vedoo il bicchiere come mezzo pieno…. Se Lega aiuta a raccogliere le firme, cosa c’è di male? Ancor meglio sarebbe se lo facessero pure il PDL e… il PD !!!!!

  8. Allora, once for all: AUTONOMIA E INDIPENDENZA SONO DIVERSE, AFFATTO DIVERSE. Ma possibile che sia così difficile capirlo? Color44 si batte per l’INDIPENDENZA DELLA LOMBARDIA. DIAMO IL LORO VERO NOME ALLE COSE. NOMINA SUNT CONSEQUENTIA RERUM

    • mino smuraglia says:

      Proprio così! Basta fare confusione!!! L’indipendenza non c’entra niente con l’autonomia!
      La Lega tutto quello che tocca rischia di trasformarlo in m…
      Ma l’indipendenza non finirà come il Federalismo, che la Lega ha fatto diventare una farsa!…
      Giù le mani dall’indipendentismo!

  9. Chiara says:

    Ma la linea è autonomista o indipendentista?
    Color44 parla di indipendenza mentre l’articolo scrive di autonomia.Non sono affatto la stessa cosa.

  10. Giorgio. says:

    Serve l’aiuto di tutti quelli che hanno a cuore la propria terra.
    Era ora che la Lega desse un segno di vita. Se non dai vertici almeno dalla base

  11. lory says:

    stati attenti ai Leghisti si sono dimostrati inaffidabile.sono 20 anni della loro storia che lo testimoniano,

  12. giorad says:

    Ottimo…

    L’apporto della Lega sarebbe determinante per raccogliere firme e diffondere consenso – la motivazione economica basta e avanza (un residuo fiscale medio, post 2000, di oltre EUR 53 mld annui). Trattenere il maltolto aumenterebbe a dismisura il benessere della Lombardia (autonoma).

    Si pensi che il costo costruttivo totale di BreBeMi, Pedemontana e Linea 5 milanese (metro), non supera EUR 9 mld – non se se rendo l’idea…

    E che non si cominci a pirlare dicendo che “la Lega qui, la Lega la etc”. Un indipendentista vero – allo status quo preferirebbe una Lombardia libera persino se guidata (magari per 5 anni soli, eh eh eh) da… PD+SEL.

    Il fine giustifica i mezzi!

  13. Gian says:

    è la parte sana della Lega che in assenza di indicazioni dalla dirigenza che ora dorme e che prima non ha combinato nulla di buono si dà da fare da sola, come può.

    meglio che niente, ma resta sempre il vuoto politico progettuale.

  14. braveheart says:

    AHHHH…. BENE…..COSI’ GLI INFILTRATI DELLA CASTA LEGHISTA RIUSCIRANNO A INFETTARE QUESTO PROGETTO…..FACENDOLO FALLIRE ….COME HANNO FATTO IN QUESTI 20 ANNI DI SPARATE MAI MANTENUTE……..POVERI NOI PADANI…

    • Vercingetorige says:

      sono d’accordo, con te. Anche questo importante andrà bruciato, mentre qui si i leghisti si fanno belli a parole ROMA RIDE di noi padani!!!!!

      • Gigi says:

        Cari braveheart e Vercingetorige, se le banali ma ferree regole detatte da COLOR44 saranno rispettate non vi sarà alcuna possibilità di “infettare” il progetto. Il contributo di qualunque lombardo è fondamentale e le adesioni devono essere bene accette a prescindere da chi coinvolgano, sia che si parli di partiti italiani come la Lega sia che si parli di partiti, movimenti e similari di caratura insubre o lombarda. Non c’è pericolo di confusione, si parla di raccolta firme per referendum sull’INDIPENDENZA. E’ lapalissiano. Eventualmente, la palla alla Lega passerà successivamente, quando il governatore lombardo (espressione dal loro partito) dovrà recepire la volontà dei referendari. E qui si torna a bomba alla situazione attualmente presente in Veneto, che sarà opportuno seguire da vicino. Non perdiamo questo treno perchè ci sono passeggeri che non gradiamo, piuttosto ignoriamoli e concentriamoci sul viaggio e sulla destinazione.

  15. Luporobico says:

    Ottimo,complimenti….noi indipendentisti abbiamo bisogno della parte sana della lega.
    Avanti ragazzi,uniti fino all’obbietivo che mi pare che in questi giorni le firme sono un pò ferme.

    • Vercingetorige says:

      Basta Balle, i dirigenti leghisti che fanno gli indipendentisti sono legate alle Banche e a Finmeccanica…basta prese per il naso, chiaro?????

Leave a Comment