Lombardia autonoma con Grande Nord

 

Milano, 6 set. (askanews) - "La Lombardia è la regione che versa più tasse allo Stato ricevendo, in cambio, meno trasferimenti in termini di spesa pubblica. In questi anni, infatti, il residuo fiscale della Lombardia ha raggiunto la cifra record di 54 miliardi (fonte: Eupolis Lombardia). Si tratta del valore in assoluto più alto tra tutte le regioni italiane. Un'immensita' anche a livello europeo se si pensa che due regioni tra le piu' industrializzate d'Europa come la Catalogna e la Baviera hanno rispettivamente un residuo fiscale di 8 miliardi e 1,5 miliardi". Lo scrive una Nota pubblicata oggi dal sito www.lombardiaspeciale.regione.lombardia.it RESIDUO FISCALE - "Con il termine residuo fiscale - spiega la Nota - s'intende la differenza tra quanto un territorio verso allo Stato sotto forma di imposte e quanto riceve sotto forma di spesa pubblica. Se il residuo fiscale abbia segno positivo, il territorio versa piu' di quanto riceve; se c'e' un residuo negativo il territorio riceve piu' di quanto versa. Secondo James McGill Buchanan Jr, premio Nobel per l'Economia nel 1986, cui si attribuisce la paternita' della definizione, il trattamento che lo Stato riserva ai cittadini puo' considerarsi equo se determina residui fiscali minimi in capo a individui, a prescindere dal territorio nel quale risiedono. Differenze marcate denotano una violazione dei principi di equita' basilari". I DATI PER REGIONE - "Dopo la Lombardia - appunta il teso - si colloca l'Emilia Romagna, con un residuo fiscale di 18.861 milioni di euro. Seguono Veneto (15.458 mln), Piemonte (8.606 mln), Toscana (5.422 mln), Lazio (3.775 mln), Marche (2.027 mln), Bolzano (1.100 mln), Liguria (610 mln), Friuli Venezia Giulia (526 mln), Valle d'Aosta (65 mln). In coda alla classifica: Umbria (-82 mln), Molise (-614 mln), Trento (-249 mln), Basilicata (-1.261 mln), Abruzzo (-1.301 mln), Sardegna (-5.262 mln), Campania (-5.705 mln), Calabria (-5.871 mln), Puglia (-6.419 mln) e Sicilia (-10.617 mln)". IL DATO PRO CAPITE - Anche per quanto riguarda il residuo fiscale pro capite, la Lombardia presenta i valori piu' alti d'Italia, con 5.217 euro. Seguono Emilia Romagna (4.239), Veneto (3.141), Provincia Autonoma di Bolzano (2.117), Piemonte (1.950), Toscana (1.447), Marche (1.310), Lazio (641), Valle d'Aosta (508), Friuli Venezia Giulia (430), Liguria (386), Umbria (-92), Provincia Autonoma di Trento (-464), Campania (-974), Abruzzo (-979), Puglia (-1.572), Molise (-1.963), Sicilia (-2.089), Basilicata (-2.192), Calabria (-2.975) e Sardegna (-3.169)", spiega la Nota pubblicata

di GIORGIO BARGNA – Da una decina di anni pratico politica attiva. Tre aggettivi sono sempre stati il mio faro. Autonomia, Responsabilità, Partecipazione. Ho sempre creduto nel Localismo, nel Federalismo Municipale, nella vera Sussidiarietà.

Dieci anni di vita politica all’interno di una vera Lista Civica canturina, sempre però con l’intenzione di portare i miei valori fondanti fuori le mura cittadine.
Alcuni progetti civici, altri più autonomistici, oggi una nuova, più concreta possibilità: GRANDE NORD.
Perchè candidarsi alle Elezioni Regionali all’interno delle liste di questo movimento e sostenerlo in toto? Innanzitutto perchè è l’unico movimento che davvero sostiene le istanze del Cittadino Lombardo.
Poi perchè con l’amico di sempre, Claudio Bizzozero, amiamo le missioni che possono sembrare impossibili; perchè so dove voglio arrivare e solo un movimento politico, GRANDE NORD, vuole arrivare dove voglio arrivare io.
Per anni la Lombardia ha sostenuto l’intera nazione, erano altri tempi, altre situazioni.
Oggi l’Italia è un cadavere che cammina e per essa non esiste più una cura efficace, è ora dunque di pensare alla nostra Regione, alla nostra Terra di appartenenza o residenza, alle nostre Città, ai nostri FIGLI!!!
Una vota ancora mi metto in gioco, perchè il nostro futuro siamo noi stessi, le nostre azioni, i nostri ideali.
Quindi senza indugio vi invito a votare me e gli altri Candidati di GRANDE NORD, vi invito a sostenerci in campagna elettorale, vi invito a partecipare alle nostre riunioni, a frequentare i nostri banchetti, ogni altro appuntamento. Vi invito a portare le vostre istanze, i vostri suggerimenti, la vostra voglia di cambiamento.
LOMBARDIA AUTONOMA!
Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. Dico che sono d’accordo con lei. Ho sempre ammirato Giorgio Fidenato che porta avanti questa battaglia. Penso che finalmente l’operaio contribuente capirebbe qualcosa in più. Grazie per l’attenzione

  2. Riccardo Pozzi says:

    Una proposta gliela faccio subito io, adesso, se me lo permette, una cosa che potrebbe andare in programma, più deflagrante di qualunque dichiarazione di autonomia, più rivoluzionaria delle innocue sbruffonate di Salvini: ELIMINAZIONE DEL SOSTITUTO D’IMPOSTA.
    Sarebbe interessante vedere lo Stato italiano che cerca di prendere direttamente dalle mani dei lavoratori dipendenti il cuneo fiscale e già che ci siamo anche la quota previdenziale.
    Questa si sarebbe una azione per il nord. Che ne dice?

Leave a Comment