Lombardia a statuto speciale: la maggioranza di Maroni già divisa

di GIORGIO CALABRESI

Caos in Aula al Pirellone dove la maggioranza di centrodestra si è divisa sull’ odg con la richiesta di inserire lo Statuto speciale per la Lombardia fra le richieste di riforme costituzionali da sottoporre a Roma. L’odg, presentato dalla Lista Maroni e sottoscritto da Lega, Fi, Fdi e Pensionati non avrebbe avuto l’appoggio di Ncd come già annunciato i giorni scorsi. Alla fine non trovandosi un accordo, nonostante la riunione di maggioranza durata oltre due ore, è mancato il numero legale per tre volte e la seduta è stata rinviata. Proteste da parte della Lega con il capogruppo Massimiliano Romeo che ha gridato «Ti dovresti vergognare» al presidente dell’Aula Raffaele Cattaneo, esponente di Ncd, che inizialmente aveva proposto di riconvocare la seduta non oggi come da regolamento, ma il 29 aprile, in considerazione del fatto che oggi è giovedì santo.

Dal canto suo, il capogruppo del Pd Enrico Brambilla ha attaccato: “Maroni in questo momento non ha i numeri, ne prenda atto. Lo stop sulla Regione autonoma e’ uno schiaffo al governatore e al suo partito”. Poco prima in Consiglio era stato approvato un odg nel quale era contenuta la proposta di riforma del Senato del Consiglio regionale. Il documento propone alcuni elementi “migliorativi” del testo del governo. Tra i punti prioritari messi in evidenza ci sono: il mantenimento del nome Senato delle Regioni e delle Autonomie; la ripartizione dei seggi in base alla popolazione delle Regioni, garantendo anche a quelle piu’ piccole la componente eletta; l’eliminazione dell’integrazione del Senato con membri nominati; la riformulazione del riparto delle competenze tra Stato e Regioni, attraverso una revisione di alcune delle materie che il testo del governo ha riportato alla competenza esclusiva dello Stato; e infine l’eliminazione della cosiddetta ‘clausola di supremazia’, considerata non accettabile e largamente invasiva delle competenze regionali. Nel documento, infine, viene sottolineato che il processo di riforme deve rappresentare la spinta a riprendere il progetto di un regionalismo responsabile e cooperativo, rafforzando i valori della sussidiarieta’, dell’autonomia, del decentramento e della proporzionalita’. In questa ottica, si legge nell?ordine del giorno, “la tendenza al ri-accentramento dei poteri non puo’ essere considerata la soluzione per il futuro”. La posizione ‘lombarda’ sara’ portata dai presidenti di Giunta e Consiglio regionale nelle sedi istituzionali nel corso dell’iter parlamentare e verra’ trasmessa a tutti i Consigli regionali, all?Anci nazionale e al Cal.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

10 Comments

  1. ugo says:

    statuto speciale come quello della regione sicilia. Eppure abbiamo lombardi che mettono il bastone nelle ruote.è una cosa possibile , da fare ,statuto speciale per la Lombardia .I lombardi che non lo vogliono tradiscono il loro popolo,.oppure ci sono troppi lombardi ,e non parlo dei politici ,che dormono il sonno della ragione.

  2. druides says:

    Ormai è chiaro anche ai non vedenti, l’indipendenza l’avremo quando ci saranno abbastanza lombardi o comunque abitanti in Lombardia che avranno la forza di entrare nei palazzi del governo, sia centrale che regionale e sbattere fuori tutti a calci nel c……
    Crimea insegni.

  3. marisa meneghetti says:

    Tutto questo solo per tirare a campare. Ma i nodi stanno venendo al pettine. E di questi qua non rimarrà nemmeno l’ombra.

  4. Gianfrancesco says:

    non ho parole…

  5. Luke says:

    “stop sulla Regione autonoma e’ uno schiaffo al governatore e al suo partito”.
    È uno schiaffo al popolo!
    Cazzoni!
    Partito antiDemocratico

  6. Teresa says:

    ODG per la consultazione popolare per speciale autonomia per la lombardia: APPROVATO!
    ODG per riconoscimento dello statuto speciale per la lombardia: APPROVATO!

    Quelli che non si sono visti non sono stai i consiglieri regionali della maggioranza, ma le folle di autonomisti a sostenere le giuste battaglia. fatevi vedere ogni tanto se ci credete così tanto!

  7. Teresa says:

    odg per la consultazione popolare sull’autonomia: APPROVATO
    odg per la lombardia a statuto speciale:

  8. Unione Cisalpina says:

    buffoni … kacciateli … non votateli …

  9. ermanno says:

    e questi perdono giornate a decidere se provar a mendicare autonomia a roma quando già sappiamo che roma risponderebbe con un no (preceduto da risate e pernacchie).. mha

Leave a Comment