LODI, IL PREFETTO E L’ODORE DI ‘NDRANGHETA CALABRESE

di TONTOLO

Leggo sui giornali che il prefetto di Lodi, Pasquale Antonio Gioffré, avrebbe avuto delle strane frequentazioni con suoi paesani in odore di ‘ndrangheta. Niente di strano perché – si sa – i calabresi lontano dalla loro terra soffrono di struggenti nostalgie e trovano un po’ di conforto solo frequentando cari paisà e parlando dei giovanili ricordi sulla Sila e l’Aspromonte.

Per carità, niente di illegale, anzi: solo un tipo sospettoso come il senatore Lumia può vederci della malizia e farci un’interrogazione parlamentare.

Io, che sono un po’ tontolo, mi sono invece fatto un’altra domanda. Perché tenere lontano dal proprio paesello un probo cittadino e farlo struggere di nostalgia e privarlo di pignolata e morzeddu? Perché non fargli fare il prefetto a Catanzaro o a Crotone, in mezzo alla sua gente: così nessun cattivone potrebbe più sospettare niente di brutto.

In provincia di Lodi, a Codogno, a Cavacurta o a Pieve Fissiraga non c’è proprio nessuno che possa fare il prefetto? Sono proprio tutti tonti come me?

Deve essere una tontaggine molto diffusa per tutta la Padania se nel 2011, su 100 prefetti, solo 7 sono nati nella valle del Po e immediati dintorni e un paio hanno anche cognomi poco indigeni. Ci sono 37campani e 21 siciliani. Si vede che – come diceva la sciura Ciampi – sono gente più intelligente e “studiata”. Siamo noi che siamo proprio tontoli.

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

4 Comments

  1. Diego Tagliabue says:

    La maggior parte dei prefetti è di origine meridionale.
    Ricordiamo che i prefetti hanno il vero ruolo di CONTROLLARE le regioni e di LIMITARE la loro LIBERTÀ.
    Strano che ci siano così tanti “meridionalisti”, che vogliono staccarsi dal “giogo nordista”, ma che contemporaneamente fanno carriera nel pubblico impiego fallitagliota, sovvenzionato con l’assegno miliardario di Lombardia,Veneto ecc.!

  2. ModenaLibera says:

    Anche io mi sono sempre stupito che al sud fossero così più intelligenti di noi – basta paragonare le percentuali di promossi agli esami di avvocato a Catanzaro e Bologna per esempio-
    Però, dopo aver visto che l’elite Padana è composta da gente come calderoli, borghezio, la badante, reguzzoni vari, quell’altro tale che essendo davvero un genio è passato all’università di economia a Londra senza nemmeno prendere prima un diploma,eccetera eccetera , beh, mi viene da pensare che forse ci sia qualcosa di vero, e che i sudisti siano davvero piu’ intelligenti…

    PS complimenti al vs giornale.
    Ducato di Modena

  3. fabio ghidotti says:

    la cosa migliore sarebbe ABOLIRE i prefetti!

Leave a Comment