L’Italia nana che non cresce. Si salva la Lombardia perché il Nord è grande

soldicrisicrisi-italiadi ROBERTO BERNARDELLI – E’ tutto un segno meno. L’invadenza dello Stato in economia è evidente, il costo della sua pubblica amministrazione e il prezzo che paghiamo per l’inefficienza della politica si lgenno nel’ultimo rapporto della Cgia di Mestre sul Pil. Il Pil cresce? Aumentano i consumi? E’ vero il contrario. Si arricchiscono le multinazionali, le grandi catene, sparisce la piccola impresa. Dal 2006 al 2016, ad esempio, il valore delle vendite al dettaglio nell’artigianato e i nei piccoli negozi di vicinato è crollato del 13,1 per cento; nella grande distribuzione, invece, è aumentato del 6,2 per cento.

E’ un trend che si conferma anche nei primi 9 mesi di quest’anno: mentre nei supermercati, nei discount, nei grandi magazzini le vendite sono aumentate dell’1,7 per cento, nei piccoli negozi la diminuzione è stata dello 0,6 per cento. Se negli ultimi 10 anni (2016 su 2006) i consumi delle famiglie per funzione principale hanno visto crollare del 12 per cento quelle riferite ai beni, mentre le spese per i servizi sono aumentate del 7 per cento, i settori che hanno subito le contrazioni più importanti sono stati i trasporti (-15,4 per cento), i mobili/elettrodomestici (-15,1 per cento) e gli alimentari/bevande (-11,2 per cento). Un’altra voce importante sono gli investimenti che, sul totale della ricchezza prodotta nel Paese, incidono per il 17,1 per cento. Negli ultimi 10 anni sono crollati del 24,3 per cento.

Eppure, a conferma che l’Italia non è tutta uguale come sostiene Salvini per diventare leader nazionale, la Lombardia ha dati diversi. La svolta congiunturale è positiva per la produzione industriale lombarda (+0,4%).  Su base annua la crescita della produzione accelera al 3,2%, decisamente superiore al +1,3 del 2016. I dati emersi dall’analisi congiunturale di Unioncamere Lombardia per il terzo trimestre 2017 dicono anche che c’è ripresa anche gli ordini (+1,6% congiunturale l’interno e +2,0% l’estero) e di  fatturato (+1,3%). Anche l’artigianato consegue un risultato positivo, con un incremento congiunturale dei livelli produttivi dello 0,6% e una crescita media dei primi tre trimestri del 2,4%.

Se la Lombardia avesse potere di decidere per sè….

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

One Comment

  1. Rodolfo Piva says:

    ……come sostiene Salvini per diventare leader nazionale,…….
    Meglio scrivere: ……come sostiene Salvini per diventare leader STATALE…., dato che esiste lo Stato Italiota ma che esista la nazione italiana è ancora tutto da dimostrare, retorica patriottarda a a parte.

Leave a Comment