L’islam va considerato un partito politico? L’esposto alla Procura di Belluno

parigi islam

di MASSIMO VIDORI –  Il teologo islamista Samir Kalhil Samir ha avuto l’intuizione. Dei  5 pilastri sui quali si regge l’Islam, solo i primi 2 sono teologici:

– la testimonianza che non c’è altra divinità tranne Allàh e che Muhammad è il suo Apostolo (SHAHADA)
– l’esecuzione dell’adorazione(SALAH).

Gli altri 3 sono obbligatorie azioni concrete:
– il pagamento della imposta coranica (ZAKAH);
– il digiuno del mese di Ramadàn (SAWN);
– il pellegrinaggio alla Kaaba – Mecca, obbligatorio per chi può farlo (HAJJ)

Vi sono poi vincolanti indicazioni sul funzionamento della società islamica e sulla diffusione:

– legge coranica (SHARIA), che descrive precise modalità comportamentali e relative punizioni in caso di violazione

– guerra santa per la diffusione del’Islam (JIHAD).

E’ evidente che gli aspetti pratici che caratterizzano questo movimento, ne definiscono un vero e proprio programma politico di strutturazione sociale: roba da far impallidire molti partiti nazionali.

Il problema diventa tale quando gli islamici si insediano in comunità che li misurano col solo criterio della libertà di culto religioso.

Una domanda per riflettere: perché papa Francesco risulta talvolta contraddittorio o incomprensibile per la sua posizione nei confronti dell’islam? Perché egli ha armi poco efficaci nel confronto con un partito politico rivestito di religione.

Si deve quindi affiancare la risposta istituzionale: si applichino all’Islam le numerose leggi che regolano l’attività politica nella nostra società.

Non è accettabile che nel nome della libertà di confessione si lasci passare quello che è un chiaro progetto di cambiamento sociale, oltre che religioso.

Se analizzato in chiave politica, l’Islam propone usi che sono contrastanti con l’ordinamento attuale. La sharia è un codice che vuole sostituire i codici civile e penale. I metodi proposti per raggiungere il suo scopo sono illegali poiché il Corano esalta la violenza e la coercizione in molti passaggi. Tutto ciò legalmente si chiama eversione!

Mi si risponderà che bisogna interpretare tali scritti in base al contesto. Ne sono consapevole, ma quanti ne sono capaci? In talune sure si fa esplicito riferimento a guerra, morte, amputazioni, crocefissioni.

Il contesto che trovo imprescindibile è quello dell’attualità che riporta proprio di queste pratiche a dimostrazione che l’interpretazione del Corano è troppo spesso letterale.

Per questi motivi ho inoltrato un formale esposto alla Procura della Repubblica di Belluno.

Ho chiesto di valutare la posizione dei seguaci dell’Islam nella sua connotazione di partito politico. L’eventuale passaggio da filosofia religiosa ad apologia di reato deve essere valutato laicamente dallo Stato Italiano che deve chiarire quale sia la sua posizione a riguardo.

L’attività di contrasto alle attività criminose o terroristiche arriverà costantemente in ritardo se non verranno valutati  e gestiti questi aspetti.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

3 Comments

  1. luigi bandiera says:

    No.
    Va considerato un ESERCITO DI CONQUISTADEROS..!!!
    Non vederlo e’ REATO E ALTO TRADIMENTO.
    Parlo per le istituzioni italiane che DORMONO quando non collaborano con esso.
    Salam

  2. Castagno 12 says:

    Segnalo http://www.nexusedizioni.it
    e poi la Rivista bimestrale “NEXUS NEW TIME” alla quale dovrebbero essere abbonati TUTI I MOVIMENTI INDIPENDENTISTI, I FRONTI E LE COMPAGINI ANALOGHE.
    Il N. 122 – Giugno / Luglio 2016 a pag. 90 – RECENSIONI – indica il libro ” VIVERE CON LA SPADA – Il terrorismo sacro di Israele ” – di Livia Rokach – Zambon Editore – pag. 155 – €uro 9,00 – ISBN 978-88-87826-999-9.
    Se la Libreria ne è sprovvista, detto libro VA ORDINATO. E’ una pubblicazione molto, molto IMPORTANTE per chi ha voglia di capire BENE in che mondo viviamo.
    I MOVIMENTI INDIPENDENTISTI e DINTORNI, I CUI DIRIGENTI NON LEGGONO ABITUALMENTE “NEXUS” e gli articoli di Maurizio Blondet – http://www.maurizioblondet.it – RIMANGONO AL LIVELLO DILETTANTISTICO. I RISULTATI CONFERMANO !
    Signor MASSIMO VIDORI, se la Procura della Repubblica di Belluno risponderà al vostro esposto, sarà quando voi avrete un Sindaco musulmano, come è successo a Londra.

  3. Castagno 12 says:

    Tante disquisizioni e analisi che non forniscono alcun contributo all’attuale evanescente tentativo di salvezza messo in atto dai RESIDENTI nel Nord italia – è fuori luogo parlare di veneti, di lombardi, ecc. che TOLLERANO le conseguenze del “frullato” nel quale si trovano.
    Papa Francesco risulta contradditorio per chi non è sufficientemente informato. Il Pontefice non ha alcuna intenzione “di usare armi” contro l’Islam, partito o religione che sia. Al riguardo, non ha preso una posizione ufficiale, ma da quello che ha detto (è un Gesuita) risulta evidente il suo progetto: realizzare una fusione di tutte le Religioni. In pratica, UNA PASTRUGNATA GLOBALE che conferma la “fede” che lui professa: E’ MONDIALISTA, in linea con chi lo ha preceduto e si è dichiarato ufficialmente, Papa Ratzinger.
    Vedi http://www.maurizioblondet.it – articolo: “Un Papa allarmante. Anche se non siete credenti” – Maurizio Blondet – 26 Settembre 2015.
    L’elezione di Francesco era stata decisa in riunioni che avevano preceduto il Conclave, tutte sotto la regia del Cardinale Carlo Maria Martini, Mondialista.
    Il Papa esorta all’accoglienza, volutamente ignora la densità di popolazione dell’italia, non ha posto un limite agli arrivi, per lui, qui può rovesciarsi anche mezza Africa.
    Ricordo l’articolo che ho segnalato in un mio commento in coda a “Altro che Europa. La Turchia entra in Isis” di Roberto Bernardelli – 24 Luglio 2016.
    http://www.stampalibera.com – articolo. “E adesso chi li ferma più ? Sono già un esercito” – Redazione – 12 Settembre 2015 – Categoria: Guerra.
    “Eccoli chi sono i finti profughi e adesso come li fermiamo senza un nostro esercito ? Adesso che sono nelle caserme e nelle Parrocchie ? Dove nasconderemo le donne ? … “.
    E io avevo aggiunto: ” I tanti episodi di violenza che in questi anni le donne italiane hanno subito per opera di stranieri, non hanno suscitato negli ” uomini ” italiani alcuna reazione degna di nota. Questi sono i fatti, non si tratta di una mia opinione. L’italiano medio DIFENDE LA SUA SQUADRA DI CALCIO”.
    Non vedo alcuna utilità pratica riguardo all’esposto che Vidori ha inoltrato alla Procura della Repubblica di Belluno.
    Se arriverà una risposta, le valutazioni di circostanza dello Stato italiano schierato a favore del Mondialismo – vedi invasione che subiamo, intervento in Libia, ecc. – LE POTRETE METTERE IN BACHECA.
    Non cambiate atteggiamento e RINCORRETE LE COSE INUTILI.
    DI AFFAMARE LA BESTIA NON SE NE PARLA PROPRIO !

Leave a Comment