L’INNO DI MAMELI SARA’ INSEGNATO A SCUOLA COME DANTE

di REDAZIONE

L’Inno di Mameli, cioè la marcetta di questo Paese sgangherato, sarà materia di insegnamento a scuola. Dopo anni di tentativi, ieri la Commissilione Cultura della Camera ha approvato il progetto di legge. Solo i sudtirolesi avranno la facoltà di dire di no a questa nuova materia. Unica forza politica che si è detta contraria la Lega.

Clicca sotto per leggere l’articolo del Corriere della Sera:

INNO NELLE SCUOLE

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

26 Comments

  1. Veritas says:

    Se lo fanno studiare, passi. Ma il mio timore è che lo facciano cantare a bambini e/o studenti, magari prima delle lezioni. Era una pratica normale ai tempi di Peròn in Argentina. Inoltre, lo suonavano, registrato, anche prima di ogni spettacolo cinematografico:::Finiremo così???
    Nell’ articolo si parla di Bossi… ma ricordo bene la spassosissima vignetta di Forattini, a colori, dove si vedeva Bossi che chiedeva della carta igienica tricolore, seduto su un water ma vicino ad una finestra spalancata su Piazza Duomo, a Milano, totalmente piena di bandiere rosse….

  2. Mauro Cella says:

    Francamente non riesco a capire come questa manovra possa contribuire a qualunque cosa.
    Non è una questione di Italia sì, Italia no, è questione che i problemi dell’educazione non li si risolve imponendo l’apprendimento di una canzone.
    Nonostante un bilancio per l’educazione semplicemente colossale la qualità degli insegnanti resta estremamente variabile: nello stesso distretto scolastico si va da insegnati eccezionali che farebbero comprendere l’algebra ad un muro a gente che senza il libro sotto il naso non riesce ad insegnare. Abbiamo strutture scolastiche spesso al limite del fatiscente e un tasso d’abbandono elevatissimo per gli standard europei.
    E si pensa di risolvere tutto con una canzone.
    Fortuna che questo è il governo dei professori…

  3. alberto says:

    Evvai col lavaggio del cervello.. Speriamo cara italia che l’ inno di mameli diventi anche la canzone del tuo funerale a cui assisteremo tra poco tempo

    • Entità sempre vigile says:

      Me lo auguro, se esistesse ancora oggi il Regno delle due Sicilie, probabilmente staremo dalla parte sana del mondo, ma dovremmo difenderci dai droni come nei Paesi arabi;

      Quando hai qualche ricchezza attiri il male verso di te..come nella storia i vari popoli predoni invadevano e cercavano di conquistare gli stati ricchi di qualche beneficio fisico o strategico-militare.

    • luigi bandiera says:

      LA KST TALIBANA HA QUESTO COMPITO. NIENT’ALTRO.

      Siamo sotto il KOMUNISMO (di DX, di SX e di CENTRO) e non lo sappiamo.

      Basta leggere i fatti per capirla.

  4. luigi bandiera says:

    Piu’ che fratelli si puo’ ben dire e cantare:

    BRANDELLI D’italia. Tutto fa rima ormai come prandelli balotelli e ecc..

    Anche gli INNOCENTI adoperano per la loro sporca barchetta che sta’ per affondare…

    Pero’, il mondo come gira male, quando lo fecero sia ADOLF e sia BENIT…
    era scandaloso..!!!!!!

    Komunisti d’italia e di dx e di sx e di centro, riposatevi kax.

    An salam

    • Entità sempre vigile says:

      Già perchè ora si organizzano in segreto, i Bilderberg amano distruggere culture e popoli di lingue diverse solo perchè devono accumulare ricchezza, ma riguardo alla ipnosi praticata nella maggior parte delle persone attraverso i media, attraverso le onde HAARP (non so se ne siano pienamente capaci, ma le onde radio a certe frequenze è stato già sperimentato in america puoi informarti per screditarmi, hanno un effetto sul subconscio delle persone, almeno buona parte un 80%, ora non so se questa diavoleria l’abbiano ultimata su scala globale: Ebbene si HAARP che vi piaccia o no modifica il comportamento umano, oltre ad avere un pieno controllo degli agenti atmosferici). Il lavoro grosso lo fanno ipnotizzando la gente su falsi terroristi, falsi pericoli falsi problemi.

      • Entità sempre vigile says:

        Fatto sta che HAARP lo stanno costruendo strategicamente ovunque, anche a Niscemi in Sicilia, che vi piaccia o meno, non me ne fotte un cazzo se i media non ne parlano perchè sono parte integrante del sistema.

        Ps: se qualcuno vuole farmi tacere per le cose che dico, deve venire a prendermi..ma attenzione potrebbe non andare secondo quanto potreste programmare signori massonici.. Potete spiare la mia vita quanto volete ma non saprete mai cosa mi passa per la testa…Attenzione

  5. sciadurel says:

    a quando il sabato fascista ?

  6. Walter says:

    Perfortuna che noi Sud Tirolesi abbiamo il diritto di non applicare questa manovra. Questo mostro Itaglia invece di occuparsi di problemi molto piú gravi, spende il tempo di queste stupidate nazionalistiche e sciovinistiche. Vergogna!!!

  7. christian says:

    ghe vegnese un cancaro soe bae fin che i canta el so inno de merda

  8. Chicco Soro says:

    cortesemente potete levare la foto con quei 3 colori’ mi viene il vomito…

  9. Entità sempre vigile says:

    Che meraviglia la scuola italiana, ti insegnano L’INNO NAZIONALE, ti insegnano come GARIBALDI GIUSEPPE nel 1860, la notte tra il 5 ed il 6 parti con i suoi 1000 fedelissimi e coraggiosi alla volta di Marsala per conquistare il Regno delle due Sicilie…. Ma nessun professore nato e cresciuto nella ignoranza più pura, ti dirà mai che GIUSEPPE GARIBALDI apparteneva alla casta dei MASSONI, e fu aiutato nell’impresa da 1000 suoi seguaci massonici o meno.. per conquistare e unire invadendo il regno delle due Sicilie.. La Sicilia in quel periodo aveva un economia che invidiano molti massoni presenti a nord, che si servirono di un loro prescelto kamikaze per provare a prendere possesso del Regno delle due sicilie assolutamente di una economia splendente, e vi riuscirono purtroppo.

    Quindi ricapitoliamo..Unità d’Italia, Unione Europea, Unione Americana (tra poco sarà reale informatevi) e manca solo l’unione asiatica per dar vita al finale New World Order, capitanato dai valorosi conquistatori di territori e popolazioni, I signori BILDERBERG…Club massonico di influenza planetaria…

  10. Strozzapreti says:

    W la dittatura,che bello. Mentre continuano a rubare i bimbi cantano, mitici,

    • Entità sempre vigile says:

      Sai quanti bambini scompaiono solo in italia all’anno? vai sul sito della polizia di stato e dai un’occhiata…

      Perchè pensi che si perdano le tracce di questi bambini? solo pedofili? facciamo il 55% pedofili, il resto sono personaggi che probabilmente non sono mai apparsi nelle cronache di alcun giornale mondiale….

      Ti ho dato qualche imput..ora sta a te cercare qualche altra notizia…

  11. democrazy says:

    ma che cagate…l’inno a memoria…??!!
    nel 2012…siete proprio alla frutta..avete l’istruzione piu scarsa d’europa e pensate all’inno??? ma dico vi siete bevuti il cervello???
    http://democrazy-democracy.blogspot.ch/2012/06/venti-di-guerra.html

  12. liugi says:

    All’aumento di patriottismo dello Stato italiano corrisponde sempre un’aumento delle fregature a danno dei cittadini.

  13. RENATO says:

    UN’ALTRO PIANO MASSONICO !!

  14. Maurizio says:

    Manca il fez, l’adunata del sabato e poi abbiamo chiuso il cerchio.

  15. luigi bandiera says:

    E’ il segno che siamo proprio nel fondo.

    Il titanic italia ha toccato i fondali..!!

    Chi e’ riuscito in qualche modo a salvarsi l’e’ stato veramente fortunato. Gli altri, li penseremo nelle nostre preghiere.

    Ma se la sono meritata, sta brutta ed ingloriosa fine.

    Salam

  16. Heinrich says:

    E cosa farà, di grazia, la Lega, per opporsi a tutto questo?
    Intascherà la solita bustarella e lascerà correre?

    Solo i tirolesi sono un popolo con le palle governato da politici con le palle che vengono dal popolo e lavorano per il proprio popolo.

  17. Diego Tagliabue says:

    1) inno nazionale a scuola
    2) gita scolastica sempre e solo a Redipuglia (gli introiti vanno a Fini)
    3) faccetta nera per gli extracomunitari

    La mia proposta: inno nazionale obbligatorio negli obitori, così vediamo se la lagna massonico-giacobina riesce a svegliare i morti.

  18. Unione Cisalpina says:

    kara Redazione….
    xkè kontinuate a kiamare “Paese” l’italia, kuando non è il nostro !?

    propongo di kambiare terminologia x kominciare a dare valore e sostanza alle istanze indipendentiste (e se del kaso secessioniste) nella terminologia stessa ke usiamo, sostituendo “Stato a Paese” kuando ci si riferisce a Padania e Italia assieme… ovvero “kuesto Stato … non… kuesto Paese”

    lo stato italiano, inoltre non è Nazione x i cisalpini (italioti esklusi) e x di più miserabile sotto ogni aspetto…

    il Nostro Paese non è l’itaglia…

    Padania Libera dal giogo politiko_amministrativo italiko

    • luigi bandiera says:

      io lo chiamo stato amministrativo italia.
      Il senso mi pare abbastanza consono.

      Chiamarlo paese e’ offendere la nostra vera patria che e’ rinchiusa qua in questo alkatraz trikoglionito.

      L’UOMO DA’ IL NOME ALLE COSE..!!

      Se l’uomo lo stato amministrativo italia lo chiama paese vuol dire che va bene che il paese sia la sua patria e quindi..?? L’italia.

      Ma cosa vogliamo se parlando di politica del passato usano il termine italia quando politicamente non esisteva.

      E piu’ uno ha frequentato la KST e piu’ vincolato alla kultura talibana e’.

      E quindi..??

      L’E’ TUTTO DA RIFARE..!!!

      Auguri…

    • Brixiano says:

      Va bene tutto, ma per cortesia quando scrivi sul forum usa almeno un’ortografia umana, sembra di leggere i messaggini dei teenager……

Leave a Comment