Liechtenstein, tutta un’altra idea di Stato

di LUIGI PIRRI

L’odierna crisi degli Stati Sociali occidentali, impossibilitati a mantenere i costi di un generoso welfare ed alle prese con una serissima crisi fiscale e monetaria sovranazionale che ne mina le fondamenta, impone una riflessione approfondita sul ruolo che, nel futuro, lo Stato dovrà occupare nell’economia e, più in generale, nella sfera privata dell’individuo.

A questo proposito, vi è una parte crescente della dottrina giuridica  ed economica, nonché dell’opinione pubblica, che propone il superamento della stessa concezione moderna della “sovranità”4  e quindi un ripensamento dell’intero diritto pubblico, attraverso una trasformazione in senso “privatistico” ed autenticamente federale e concorrenziale dell’odierno Stato nazione.

Hans Adam II, nato a Zurigo il 14 febbraio 1945, è il primogenito del Principe Franz Josef II del Liechtenstein e della Principessa Giorgina di Wilczek. Fin da piccolo mostra grande interesse per le materie umanistiche e… CONTINUA A LEGGERE QUI

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

3 Comments

  1. mendris says:

    Beh…, nel caso di adesione alla Confederazione svizzera come 27° Cantone sarebbe obbligatorio il passaggio alla repubblica. Si era parlato di questo problema durante una crisi istituzionale nel Principato, ormai parecchi anni fa.

  2. Articolo che ho letto con piacere su Diritto di voto.
    Mi riconosco TOTALMENTE nelle regolette poche e chiare che consentono l’autodeterminazione delle genti che abitano nel territorio ora chiamato Liechtenstein.
    Brescia Patria ad esempio persegue il diritto degli abitanti di Brescia di cacciare l’italia dal proprio territorio.

  3. Dan says:

    Illuminazione del principe a parte, viene da chiedersi, nei tempi quali sono stati gli strumenti che i gruppi antimonarchici hanno potuto mettere sul piatto per spingere un cambiamento in tal senso.

    La vicinanza di un gigante territoriale (punti di vista) quale la svizzera ?

    Già ai tempi vennero minacciati degli scioperi fiscali e per la nota regola che la serietà sta sempre al di là delle alpi, quelli l’avrebbero fatta sul serio con tutte le conseguenze del caso ?

Leave a Comment