Liberi Comuni d’Italia, ecco lo Statuto del nuovo partito

di RIVO CORTONESI

Le linee operative del nuovo partito dei LIBERI COMUNI d’Italia, la cui Assemblea Costituente si terrà a Siena il 4 maggio 2014, sono stati presentati qualche giorno fa in esclusiva sulle pagine di questo giornale. Dello Statuto era stata anticipata qualche linea guida. Oggi, alleghiamo qui di seguito la prima bozza dello Statuto ufficiale del nuovo partitoche non prevede la nomina di un segretario, ma l’estrazione a sorte di un certo numero di iscritti e la loro partecipazione a turno alla gestione amministrativa del partito.

Il partito dei LIBERI COMUNI non prenderà alcuna posizione sui singoli problemi attualmente oggetto dello scontro tra le forze politiche italiane. Il suo unico scopo rimane il superamento dell’attuale assetto istituzionale e finanziario secondo le linee operative descritte in questo articolo e su questa chiara proposta chiederà il consenso dei cittadini italiani alle prossime elezioni politiche.

LO STATUTO

Finalità – Durata – Manifesto – Sigla – Logo – Indirizzo web – Sede

Art.1– Il partito dei LIBERI COMUNI D’ITALIA è un’associazione politica avente come unico scopo la riforma della Costituzione italiana in senso libertario

Art.2– La sua attività cesserà al raggiungimento di questo obbiettivo

Art.3– Il «Manifesto dei LIBERI COMUNI D’ITALIA», allegato a questo Statuto, ne è parte integrante. (MANIFESTO_LIBERI_COMUNI)
Art.4– La sigla abbreviata dei LIBERI COMUNI D’ITALIA è «LICODI»

Art.5- Il Logo del partito è quello rappresentato in testa al presente Statuto
Art.6– L’indirizzo web del sito del partito è www.libericomuni.org

Art.7– La sede ufficiale è designata dall’Assemblea generale del partito.

Aderenti

Art.8– Possono aderire tutti coloro che ne condividono la finalità (Art.1)

Art.9- Si aderisce gratuitamente accettando espressamente o tacitamente questo Statuto

Art.10- L’iscrizione al partito può avvenire attraverso il gruppo dei LIBERI COMUNI D’ITALIA su Facebook https://www.facebook.com/groups/libericomuni/ o il sito web del partito www.libericomuni.org

Art.11– La segretezza dell’iscrizione al partito non è garantita

Art.12- Ogni iscritto si impegna a non proporre pubblicamente a nome del partito alcuna proposta di soluzione dei problemi dei cittadini da attuare nell’ambito delle attuali istituzioni costituzionali italiane, non essendo questa la finalità del partito espressa dall’Art.1 del presente Statuto

Art.13– Ogni iscritto si adopera per sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi contenuti nel Manifesto dei LIBERI COMUNI D’ITALIA

Organizzazione

Art.14- Il partito non ha un segretario, né organi direttivi.

Art.15- Un comitato di iscritti eletti a sorte, con funzioni amministrative, si occupa a turno:
– della legge elettorale in tutti i suoi aspetti legali e procedurali
– della nuova Costituzione libertaria
– dei rapporti con i mass media
– dello stato dell’attività del partito
– della  trasmissione di un rapporto sui suddetti punti al comitato successivo

Art.16- Il rapporto del comitato uscente viene pubblicato sul sito internet e sul gruppo Facebook del partito in modo che tutti gli iscritti possano avanzare i loro suggerimenti e le loro proposte operative

Art.17- Ove si debba procedere ad una votazione online sul sito del partito ogni iscritto ha diritto ad un voto e la proposta accolta è quella votata dal 50% degli aventi diritto al voto + 1.

Art.18- Non sono ammesse votazioni su oggetti che possano violare in tutto o in parte la proprietà privata dei cittadini

Art.19- Il comitato rimane in carica un mese.

Art.20- I membri del comitato sono eletti a sorte tra gli iscritti che si dichiarano disponibili ad assumerne i compiti

Art.21- Il numero di membri del comitato è di nove membri

Art.22- Il comitato prende il nome di «Governo dei nove», in memoria dell’omonimo governo dell’antica Repubblica di Siena

Art.23- Ogni membro del comitato può interloquire con i mass media liberamente, presentandosi come membro del «Governo dei nove», con la sola limitazione prevista dall’Art.12

Art.24- L’accettazione dell’incarico come membro del «Governo dei nove» viene svolta a titolo gratuito, con la sola eccezione di costi vivi documentati inerenti alla mansione svolta

Finanziamento

Art.25– Il finanziamento del partito avviene attraverso donazioni volontarie

Art.26– Il conto bancario è il seguente:

– Nome conto (da trascrivere integralmente):
Partito dei liberisti ticinesi
Liberi comuni d’Italia riparati in Svizzera

– Numero del conto: 65-224819-0

– IBAN: CH72 0900 0000 6522 4819 0

– BIC di Postfinance: POFICHBEXXX
(da utilizzare per le donazioni swift dallestero, Italia compresa)

ed è gestito dal partito fratello dei Liberisti ticinesi per conto del «Governo dei nove»

Art.27- Un estratto conto mensile viene fornito al «Governo dei nove» in carica. Ogni operazione su questo conto è autorizzata all’unanimità dal «Governo dei nove»

DUE NOTIZIE AGGIUNTIVE: 

1) E’ stato acquistato il dominio per i LIBERI COMUNI www.libericomuni.org;  il sito sarà operativo tra qualche giorno

2) la bozza di statuto potrà essere discussa sul gruppo dei liberi comuni su Facebook https://www.facebook.com/groups/libericomuni/ e sul sito del partito www.libericomuni.org

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

6 Comments

  1. antonio micheletti says:

    I comuni non riusciranno mai da soli a resistere alla prepotenza dello Stato centralizzato. Devono associarsi in formazioni piu’ ampie e dar vita a vere e proprie indipendenze. BASTA ITALIA!

    • Nel nostro progetto lo Stato centralizzato non esiste più. Esiste solo la difesa comune. È il modello svizzero con i Comuni al posto dei Cantoni. Questo proprio per scongiurare la possibilità di Stati centralizzati, piccolo o grandi che siano.

  2. Stefano Spagocci says:

    A me, quando sento parlare di Italia, viene subito l’orticaria. I Liberi Comuni “italiani” si riferivano in realt

  3. Andrea Pellis says:

    In attesa di poter discutere dello statuto sul sito, mi pare davvero azzardato utilizzare FB come piattaforma di discussione interna, non fosse altro per i problemi relativi alla proprietà di quello che viene l’ postato.

Leave a Comment