Lettera aperta al “milite ignoto”, ovvero al militante leghista

di GIORGIO MASOCCO

Spettabile Gianluca Marchi, sono Consigliere Comunale di Cantù, della Lega Nord, tra i più votati, e scrivo queste poche righe, amare e sconfortanti, dall’interno di un movimento che fu potente, per l’ipocrisia che vi regna attualmente. Questa voce dal deserto e dal profondo, vuole essere di ‘resurrezione’ per i tanti ‘poveracci’, che come me, credono in un riscatto di coloro che vivono ed operano al nord, senza la tutela di politici e politologi meridionali, che hanno pensato solo ed esclusivamente allo sfruttamento, insidiandosi subdolamente persino all’interno del partito Lega Nord, del Nord, nella sua accezione più alta.

Si legge di quello che viene chiamato ‘scandalo’ alla Regione Lombardia, ma che per gli eletti leghisti, era ‘routine’, e per essere tale, basta leggere le dichiarazioni dei vari indi’e’sponenti, che sono la fotocopia di quelle di Fiorito, ma in più, hanno la capacità che mentre la classe politica meridionale è più signorile nell’accaparramento dei nostri risparmi, nei ‘nostri’, il punto principale è essere pezzenti e miseri a tutti i costi, con la frase di rito : ‘a termini di Legge’, mentre da altre parti rubano di più (sono furbi, da altre parti);  per cui permettetemi un elenco circostanziato, in ruberie che raggiungono quasi sempre i 100.000 Euro, le seguenti perle :

Bossetti : diabetico, €. 15.000 per pasticceria; con scontrini da 2/3 €. A volta;

Toscani : scontrini da 2/3€. Per volta, in lecca-lecca, gelati, aeroplanini di carta;

Marelli : €. 1,50 per un cono gelato;

Ruffinelli : €. 1,70 per i Mon Cheri Ferrero;

Bossi (figlio) : €. 5,00 per Red Bull; (bibita energetica in lattina);

oltre ai vari Gratta e Vinci, pagati coi soldi dei Lombardi.

Questa è la miseria che regna negli eletti della Lega Nord e questi caro militante leghista, che stai il giorno 15/16 dicembre ai gazebo sotto la neve a soffrire il freddo, hai messo mano al portafoglio per comprare la benzina, o a te altro militante leghista, che le notti elettorali, giri tutti i comuni ad appendere manifesti, fino a notte tarda, sono coloro, che ti vogliono insegnare la morale e l’etica; gente misera, che si vende il c…, per un gelato.

Pensa, militante leghista a uno che si è fatto ripagare 60.000 €. in gelati, o pasticceria, o per meriti matrimoniali, o giocattoli, a scontrini da 1, 2, 3, €., o meglio, che così sono ancora più pezzenti, scontrini da €. 1,75, €. 3,01, €. 4,57, che neanche i familisti beceri si vedevano cose così da pezzenti; pensa, caro lavoratore del Nord, come faranno questi pezzenti a tutelare te e la tua famiglia dall’oppressore Monti, o ‘Rigor Montis’, se si vendono per un gelato; o per un lecca-lecca, mi vien voglia di dire: il c… di chi?, per essere ammessi ad Amministrare in nome e conto della Lega Nord! E allora, MILITANTI, al bando l’ipocrisia che regna sovrana in questi giorni, chiedete espressamente al segretario federale, Maroni, al segretario nazionale, Salvini, ai parlamentari tutti, di rinunciare alle solite ‘fregnacce’ (eufemismo), e cacciamo seduta stante questi ‘personaggi’ che prostituiscono un bene superiore, l’indipendenza del nord, per scontrini da €. 1,73.

E’ importante dar voce a chi utopisticamente crede ancora ad un riscatto del Nord, un nord formato da chi ci lavora, senza nessun fervore ‘razzista’, ma certamente con un ‘livore’ ad una classe politica meridionale e meridionalista, che purtroppo dalle vicende ultime, alberga in cognomi che sono prettamente nordici.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

23 Comments

  1. Luca L'Insubre says:

    Aaaahh, questi sono i ladri, questi sono i nemici del Nord, ecco chi: la Lega. Mica i terroni che ci fregano cento miliardi di euro l’anno di tasse per finanziare il giochino ital-mafioso dei voti di scambio. Macchè! Sono il trota, che ci ruba 5,00 euro di red bull, sono l’euro e settantuno cent del cornetto alla crema del mattino. Io mi baloccavo all’idea che Berlusconi, Bersani, Casini (e sì, pure il vostro amico Grillo) spingessero una visione centralista, ma no, cosa vado pensando.. Ecco il vero cancro della politica, ecco lo sperpero del pubblico danaro nella sua più ignobile viltà: il lecca-lecca. Non mafiosi infiltrati nell’amministrazione, non milioni rubati e convertiti in appartamenti. No. Il lecca-lecca, ecco cosa noi, veri duri e puri guerrieri indipendentisti del Nord, dobbiamo combattere. Via la Lega Nord, teniamoci i nostri lecca-lecca! E votiamo partitoni romani o movimentini da 0,001%! Mica ci fregherete più, militonti leghisti! Noi leccheremo i nostri lecca-lecca, e nessun altro all’infuori di noi! Ma andì a dà via ul bòn du articiòcc, bartùla…

    • corrado says:

      Perche’ non hai citato i 15mila euro di Bossetti e i 60mila euro per i gelati?
      Si comincia con i gelati, si finisce con il vendere il nord.
      E il Nord l’hanno gia’ venduto a Roma, o non ti sei nemmeno accorto di questo?

  2. Claudio says:

    Bravo Masocco, parole sante!

  3. lorenzo Canepa says:

    Caro Mosocco, sono eleghista dal 1990 ed ho sempre lottato apertamente contro tutti i falsi leghisti. Ora sono in pensione e risiedo in brasile. Seguo sempre i casini della lega. Dal 2000 ho criticato Bossi e una lunga schiera di disgraziati e farabutti. Non sono stato espulso forse perche´o contavo poco o non hanno avuto il coraggio.
    Tu devi seguire il tuo cuore e se come penso continui a lottare per una causa “l´indipendenza ” del nord continua e non mollare. Tanti vorrebbero che tu lasciassi il movimento ma non farlo. Si deve lottare al suo interno per ripulirlo e mantenere anche la minima speranza di successo. Non tutti i leghisti sono farabutti e tanti da anni dedicano il loro tempo e cuore ad un sogno ..
    Coraggio continua a lottare
    Lorenzo Canepa

  4. Enrico Sarnek says:

    Caro Masocco…chi vive sperando…muore….

    Basta Italia, basta lega nord!

    Lombardia indipendente subito

    • Jesse James says:

      purtroppo sono solo vuote parole. Lombardia indipendente subito ha lo stesso valore nel dire Voglio incontrare Napoleone Bonaparte. Cose irrealizzabili perchè la maggioranza dei lombardi sono italiani in tutto e per tutto.

    • Jesse James says:

      Lombardia inipdendente subito ha lo stesso valore nel dire: Voglio incontrare Napoleone Bonaparte. Solo vuote parole. Perché la maggioranza degli abitanti della Lombardia sono itagliani in tutto e per tutto.

    • il lettore says:

      E con che cosa l’ottieni l’indipendenza?
      Con Bersani ?
      Con Casini ?
      Con Fini?
      Ma va là.

  5. Diego Tagliabue says:

    Perché non si è dimesso? Non ha ancora capito, che la Lega è un partito itagghiano in tutto e per tutto?

  6. elio says:

    se pensate che un solo voto leghista verrà assegnato a voi ogemenizzati avrete una grossissima delusione. nessun indipendentista vero potrà mai votare per voi commentatori , mai mai mai!!!!

    Forza Lega NORD

  7. AUVERNO says:

    Gustosissime le telefonate a Radio Padania dopo questa faccenda dei magna magna regionali. Non uno che abbia detto che i consiglieri furbetti li avrebbe aspettati sotto casa in attesa dell’espulsione dal movimento. Macché, era tutto un affastellarsi di dichiarazioni deliranti con visioni di complotti orditi dalla magistratura, inviti a controllare le spese dei partiti sinistri e, la più gettonata, “adesso che stiamo diventando il primo partito del nord cercano di fermarci con questi mezzucci”.
    Irrecuperabili…

  8. GIORGIO MASOCCO
    Spettabile Gianluca Marchi, sono Consigliere Comunale di Cantù, della Lega Nord … per gli eletti leghisti, era ‘routine’, e per essere tale, basta leggere le dichiarazioni dei vari indi’e’sponenti, che sono la fotocopia di quelle di Fiorito

    E non ne ha tratto le giuste conseguenze?
    Si dimetta subito dal gruppo Lega Nord del suo comune!

  9. Rinaldo C. says:

    carissimi commentatori, avete ragione ma con una riserva che, è questa. La lega nord in questo momento è uin un ffault completo ma penso che i militanti veri quelli che ci hanno creduto grazie a Miglio e che ancora oggi ci cedono, pr cui passiamo alla riserva che è questa, noi tutti siamo incazzati per quanto si legge e esi vede, però se non cominciamo tutti a protestare e a chiedere le dimissioni, l’allontanamento dal movimento di questi personaggi che fanno e che hanno fatto solo danni al movimento e che il sig. Maroni (è molto tentennante) e se va vanti così si da una martellata sui suoi attributi, se non cambia dir4ezione e sceglie quello che i veri militanti vogliono di scendere in campo da soli senza zamorra all’interno e dal di fuori. Ogni segreteria provinciale dovrebbe chiedere ai suoi militanti con un voto palese, cosa si vuol fare e presentarlo al proprio segretario nazionale, perchè ogni regione è uno stato libero ed è da lì che si crea un vero movimento politico leghista per la conquista del nord, cominciamo a mandar via tutti i parassiti che stanno nella lega Nord, bisogna far pulizia e quello che ha detto il cosnigliere di Cantù per ora è una giussta indignazione e i grandi cervelloni della lega lo devono capire altrimenti sono veramente tonti.
    Rinaldo

    • Flit says:

      Il magna-magna nella Lega ha origini storiche, non è cominciato l’anno scorso !

      Chi è rimasto in Lega ha mangiato, oppure ha aiutato a mangiare, oppure ha visto mangiare ed è stato zitto, oppure non ha capito che altri mangiavano !

      Comunque li si giudichi, farabutti e pirla: tutti a casa a legare i cartoni e subito fuori dalle nostre terre !

    • elisa says:

      caro rinaldoc forse non conosci o non ti sei ancora reso conto di cosa sono le segreterie provinciali, fai un giretto in quella di brescia e, forse ti renderai conto che quello che ci ostiniamo a chiamare “lega” non è altro, ormai, che una cricca di politicanti affaristi, parassiti, puttanieri da far rimpiangere, se non altro per lo stile, il peggior passato di questo paese di merda… inutile sperare nel rinnovanto se pensi che salvini s’è preso come vicesegretario proprio uno di questi campioni… se c’è una speranza è che “questa” lega scompaia e chissà che possa rinascere dalle ceneri un vero movimento autonomista (e onesto)

  10. gigi ragagnin says:

    si tratta di una sottospecie antropica di ladro : il pezzente. come bossi & family. pezzenti, rubagalline, miserabili.
    niente a che vedere coi grandi furfanti tipo Lusi, ma che amareggia molto di più. si tratta di uomini piccoli.

  11. lloris says:

    smettila di lavorare per il nemico ? ma il nemico sono io che ieri ho versato 762 euro e pago anche i gelati di questi che sono lì x curare gli interessi del NORD?

    • Flit says:

      Oh bagàj del Signur,
      el Masòc se lamenta, ma intant laùra per i balòss dela lega, propri quei che magnen a sbafo !
      Che dumanda del pìciu te me fet ?
      Me par che te capìset propi un bel negòtt !
      Vinticinq ann de ball e de stupidàt t’han brusà el cervèll !
      Bisùgna mulà la Lega, minga ciciarà ma restà dent a fa l’asen per i casciaball che magnen a sbafo !

  12. lucyrrus says:

    La spiegazione è semplice : chi è vissuto con le pezze sul c….lo e con un colpo di fortuna è riuscito ad impadronirsi di una poltrona, si avventa su tutto anche su un lecca-lecca, ben sapendo che il giorno che venisse cacciato dalla furia popolare, ritornerà a morire di fame con le doppie pezze sul c…lo.

  13. Lucafly says:

    Egregio Sig. Masocco Lei crede ancora ai ReMagi….
    Li aspetti che sono in dirittura d’arrivo,accompagnati dai militonti.
    Lo Scrivente ha buttato 23 anni x un movimento di LADRI e di incapaci a cominciare da Umberto Magno.
    Le auguro comunque un sereno Natale a lei è alla sua famiglia. amen

  14. Flit says:

    Militanti della Lega ?
    Non se ne vedono da tanti anni !
    Ci son solo milipochi e militonti !
    Pochi parassiti al trogolo e tanti pistola ai banchetti !
    Masocco, fattene una ragione e smettila di lavorare per il nemico !

Leave a Comment