Letta: il clima è cambiato per chi ha portato i soldi all’estero

di ALTRE FONTI

«Chi ha portato i soldi all’estero sappia che il clima ora è cambiato: andare a scovare l’evasione fiscale è un problema di concorrenza e competitività. Chi evade il fisco danneggia l’efficienza del Paese». Lo ha detto il premier Enrico Letta, durante un incontro con i dipendenti dell’Agenzia delle Entrate e di Equitalia. Prima di entrare nella sede centrale a Roma, il premier, accompagnato dal ministro dell’Economia Saccomanni, è stato contestato da una rappresentanza di lavoratori. «È facile vincere usando il doping – ha poi spiegato il premier usando una metafora -, come ha fatto chi ha vinto, truccando il Giro d’Italia e il Tour de France».

 

Il premier all'incontro con i dipendenti delle EntrateIl premier all’incontro con i dipendenti delle Entrate

RECUPERO DI COMPETITIVITA’ – Quella del premier è stata una riflessione su evesione, fisco e recupero della competitività dell’azienda Italia. «Il primo ad adempiere ai propri doveri deve essere lo Stato». Lo Stato è «il primo che deve rispettare le regole. Gli interlocutori con i quali avete a che fare – ha detto il premier – hanno una parte di ragione, se l’impegno non è simmetrico con quello dello Stato». «Faremo una lotta senza quartiere» all’evasione fiscale «sia in Svizzera, sia nei paradisi dell’Atlantico. Lo faremo con determinazione e forza». E se «le tasse in Italia sono troppo alte perchè non tutti le pagano. C’è la consapevolezza e la volontà del governo di fare in modo che tutto quello che verrà recuperato sarà utilizzato per ridurre la pressione fiscale e per ridare al paese più equilibrio».

«PAESE VI SIA RICONOSCENTE»- «È dall’efficienza del vostro lavoro che si applica la Costituzione» ha detto Letta. «Penso che il servizio pubblico sia importante ma non sia apprezzato ed invece la vostra dedizione merita riconoscenza da parte del Paese».

«USO EQUILIBRATO DELLE RISORSE PUBBLICHE» – «Faccio un appello ad un uso parsimonioso ed equilibrato delle risorse pubbliche, è un impegno che il governo prende. C’è troppa faciloneria nell’uso delle risorse pubbliche», ha detto il premier, evidenziando che si tratta di un utilizzo che «non può essere sbagliato, anche solo perchè qualche lobby vince alle due del mattino contro una resistenza ormai stanca».

BEFERA: DISTORTA CONCORRENZA – Con l’evasione fiscale «viene distorta la concorrenza a danno degli imprenditori capaci e onesti». Lo ha detto nel corso dell’incontro il direttore dell’Agenzia delle Entrate e presidente di Equitalia, Attilio Befera. «Va osservato che evasione e crescita sono antitetici – ha proseguito -. Dove c’è evasione non possono esserci risorse per lo sviluppo, e contrastarla contribuisce a consolidare la credibilità dell’Italia».

da: www.corriere.it

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

15 Comments

  1. Roberto Porcù says:

    Con il decreto del fare, Letta sta riorganizzando come i partiti debbano fare per continuare a rubare i soldi ai Cittadini.
    Il danno che l’associazione a delinquere politico-burocratica fa a tutti gli italiani è infinitamente maggiore di quello che possono fare coloro che sono riusciti a portare all’estero i loro risparmi (già tassati) che Letta ed i suoi manutengoli si preparano a rastrellare a loro uso nelle banche italiane.
    Usque tandem Letta abutere patientia nostra ?

  2. Liugi mobile says:

    Il decreto del Fare Scappare…

  3. Ernesto Furioso says:

    Il cameriere di quell’associazione eversiva e fuorilegge chiamata Bilderberg,e sono pure massoni (di m***a).

  4. alessioXL says:

    Pinocchio di Collodi
    in confronto a questi cialtroni era un dilettante allo sbaraglio.

  5. egenna says:

    Ma che cavolo sta dicendo,è proprio un quaqquaraqqua.

  6. lory says:

    di quelli che hanno portato i soldi all’estero il clima è cambiato ma in meglio perchè quei soldi sono al sicuro, ma ce da dire che i soldi all’estero gli hanno portati sicuramente anche i ladroni della politica .

  7. Kirk says:

    Si commenta da solo.

  8. Dan says:

    >> «Faccio un appello ad un uso parsimonioso ed equilibrato delle risorse pubbliche, è un impegno che il governo prende. C’è troppa faciloneria nell’uso delle risorse pubbliche»

    http://fnbergamo.wordpress.com/2013/07/18/pensioni-gratis-agli-immigrati-e-boom/

    Miraccomando Tavoletta, qui non intervenire tanto l’inps prima del 3015 non fallisce e chi ha pagato i contributi tutta la vita adesso non ha la pensione

  9. Paolo Brembilla says:

    ma c’è ancora qualcuno che crede a queste balle colossali?
    di sicuro chi ha tanti soldi, no

  10. ermanno says:

    bella anche la mossa del durc durt.
    ora online puoi controllare se il tuo fornitore o cliente ha pagato le tasse. se non e’ in regola e ci lavori… ti raccontano che diventi solidare a pagargli i debiti.
    meccanismo di autocontrollo per evitar i scioperi fiscali o come molti di pagarle tasse in ritardo (con le multe) SE ci son soldi

  11. Antonia says:

    Spero che l’affondamento si consumi in tempi brevi. Intanto questi saltimbanchi continuano con la loro orchestrina

  12. eli says:

    per non parlare di quanto si spreca e dei privilegi di quella massa di delinquenti, si parla sempre di evasione….. il vero problema sono loro, via in mutande dall italia

  13. Amir Muhammad Abbad says:

    Gente che non sa attirare investimenti esteri e va a cercare i soldi dei propri cittadini all’estero vuol dire che sono alla canna… lo sanno che non ci sono soldi… le banche “nostrane” stanno vendendo alcuni assets esteri(vedi banca ucraina)… perché non posso permettersi piú il risiko estero e devono cercare il “core business” in patria(!?!?!?!?)

    loro sono bravi… ma quando c’e’ solo un tozzo di pane da mangiare… non importa piú niente… vince chi se lo mette in bocca prima ….

  14. Albert Nextein says:

    Mentono e sanno di mentire.
    Ci hanno rovinati.
    Lo sanno tutti, anche all’estero.
    I numeri, per quanto addomesticati ed occultati, lo affermano, lo gridano.
    Delinquenti fino alla fine.
    Fine, con default cosmico, che io spero arrivi al più presto.
    Con la vera miseria, le sommosse, e gli attacchi del popolo a tutte le strutture del potere.
    Come si diceva una volta, power to the people.
    Finalmente.

  15. Maciknight says:

    Roba da compito in classe alla terza media superiore. Banalità e falsità allo stato grezzo. Non solo non ci crede più nessuno ma sono solo i giornalisti mainstream che riportano queste sciocchezze. Questi estorsori stanno già studiando come spremere fino in fondo gli italiani rimasti, quelli che hanno avuto la fortuna di portare le risorse all’estero li vedranno col binocolo, e lo sanno, Un paese che penalizza gli onesti e premia i furbi e trova il capro espiatorio nell’evasione fiscale per non toccare i propri privilegi. Ma non durerà ancora a lungo

Leave a Comment