Letta accetta e sarà premier. Ecco i nomi dei ministri del suo governo

di REDAZIONE

Enrico Letta ha sciolto la riserva con cui aveva accettato l’incarico da presidente del Consiglio. Angelino Alfano sara’ ministro degli Interni e vicepresidente del Consiglio. Lo ha annunciato Enrico Letta, dopo aver sciolto la riserva.

Ecco chi farà parte della squadra dell’esecutivo. Al ministero dell’Interno Angelino Alfano, che è anche vicepremier come detto sopra. All’economia Fabrizio Saccomanni, direttore generale di Bankitalia. Agli Esteri Emma Bonino. Alla Difesa Mario Mauro. Alla Giustizia Annamaria Cancellieri. Agli affari europei Enzo Moavero. Affari regionali Graziano Delrio.

Maurizio Lupi alle Infrastrutture.Enrico Giovannini al Lavoro. Alla Coesione territoriale Carlo Trigilia. Rapporti con il Parlamento Dario Franceschini. Pari opportunità Iosefa Idem. Alla Semplificazione va Giampiero D’Alia. Sviluppo economico Zanonato. Politiche agricole Nunzia De Girolamo. Università e ricerca Mariachiara Carrozza. Salute Beatrice Lorenzin. Gaetano Quagliariello agli Affari costituzionali. Ministro dell’ambiente Andrea Orlando. Ministro per l’integrazione Cécile Kyenge.

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

22 Comments

  1. Roberto Porcù says:

    Ho letto su Libero di oggi (domenica) che a Galan, già ministro dell’agricoltura, la De Girolamo piace.

  2. Marta says:

    Due persone non avrei mai messo come ministro, una la De girolamo con le sue offese ai veneti e ai contadini (le gaffe dovrebbero costare care ma in Italia non è così, sembra fatto apposta il ministero all’agricoltura) l’altra è Emma Bonino con le sue battaglie a favore dell’aborto e contro la pena di morte, bella coerenza, CHE SCHIFO.

  3. I GATTI ROSSI, NERI, AZZURRI E GLI INDEMONIATI CELESTIALI APPARTENENTI AL GRANDE ASSEMBLAMENTO DI PEDOFILI AI DANNI DEGLI INNOCENTI, TUTTI DIFESI DA IMPONENTI FORZE DI POLIZIA, HANNO SPACCATO LO SPECCHIO PORTANDO DIVERSI ANNI DI DISGRAZIA AL PAESE.
    Non serve più parlare e tanto meno logorarsi il fegato, l’Italia è come un carro sgangherato alla deriva, dove la Comunità ha perso il buon senso del Ragionamento, con la sostituzione continuativa dei cavalli o degli asini, invece di cambiare il carro rappresentato dal sistema di incosciente corruzione sviluppato nel Paese.
    Lo sconcerto Psicologico insano molto diffuso a livello Nazionale è presto servito sia dall’alto come pure dal basso da ingenue teste quadre, mentre la gente moriva di sofferenze inflitte dall’Organizzazione dei Professori distruggendo ulteriormente il Paese, tre milioni di Turchi Portoghesi gli hanno sostenuti nelle ultime elezioni, dimostrando che l’Egoismo, l’Informazione, la Cultura e l’ignoranza marciano di pari passo.
    Molti plaudono all’ultima azione del palazzo la quale altro non è che una grande porcata destinata a durare il tempo di una o due stagioni, in cambio dell’annullamento di tutti i processi di condanna dei vari Barabba con i nomi di fantasia: Belluschia, Penna Bianca, Mortadella, Grissino, Baffetto, il Cretino, la Coccodrilla, Sinda e i suoi Cati, Leghacci, Mani Pulite, il Clero, Regioni e Associati, le Banche, ecc., tutti ben rifocillati affondando liberamente le mani nel calderone Economico con le stravaganti libertà Politiche assunte dai Partiti, i quali oltre al Finanziamento illegale, anche le tresche Associative Regionali in supporto della Politica, sono oltre trenta mila sulla cresta dell’onda distruttiva, tutti da galera.
    Come si può notare, anche in questa occasione è mancato il buon senso, programmando 21 Ministeri, persino il Ministero dei Clandestini considerati i salvatori Nazionali della Politica, ma i grandi manovratori delle masse di oche umane hanno dimenticato i due Ministeri più importanti, il Ministero delle Ingiustizie, il Ministero delle Disinformazioni e il Ministero dei Diritti dell’Uomo, i Diritti alla Vita con i Pensionati, i Disoccupati, gli Ammalati che muoiono di fame, e tanti altri con le Pensioni d’Oro immeritate.
    Avevo preparato importanti Progetti di sviluppo per generare lavoro e benessere al Paese ed invece verranno ceduti all’estero, perché anche la plebe ha la sua grande parte di colpe.
    La mancanza di Giustizia e la libertà del Potere di manovrare la Nazione contro i dettati Costituzionali e il rispetto verso i Cittadini, hanno inginocchiato sempre più il Paese sino alla recessione totale.
    Nel frattempo continueranno ad aumentare le tasse, peggiorare i servizi sociali, a chiudere le Industrie e le Banche, dilagando sofferenze, disoccupazione ed altri morti.
    Il Paese una volta considerato il Bel Paese e divenuto man mano lo Stivale, lo Scarpone sino alla grande Emme finale.
    Occorre quanto prima la presa di posizione di un Audace Colonnello per ristabilire l’ordine Politico e Giuridico nel Paese, e condannare i tanti mascalzoni in felice libertà.
    Anthony Ceresa.

    • luigi bamdiera says:

      Ceresa,

      NON MALE.

      Condivido moltissimo del suo disk.

      Purtroppo noi siamo a tutti gli effetti SCHIAVI DI ROMA DA SEMPRE PREDONA E I SUOI AMMINISTRATORI FANNO DI TUTTO PERCHE’ NOI NON SI ALZI LA TESTA..!

      Oggi poi, quanta retorika per uno he voleva farsi uccidere.

      Nemmeno un colpo spararono le forze dell’ordine… o disordine..?

      Gli e’ andata male a quel attentatore. Ma forse avra’ una medaglia. Si, perché voleva uccidere ed invece ha ferito. Quindi e’ un buono come loro.

      Povero kompagno…

      PSM

  4. Albert1 says:

    La badante II sarà nera – ehm, ancora più nera: il ministero delle ilari puttanità poteva essere suo! Ha proprio puntato sul cavallo sbagliato – ma dove voleva andare, in sella ad un ronzino che manco riesce più a trainare un carroccetto?

  5. Trasea Peto says:

    Come farà Zanonatograd senza il suo rivoluzionario sindaco? Colui che per dare i diritti anche ai cani li ha tolti ai padovani residenti a Padova(ora Zanonatograd) da generazioni.

  6. giammarco.e says:

    Penso proprio sia difficile capire ciò che vuole fare Maroni e dove vuole portare questa Lega “2” che difficilmente può essere l’erede della precedente Lega. Annuncia che vuole stare all’opposizione ma allo stesso tempo ritiene di potere dare la fiducia al governo Letta. Un piede di qua e un piede di là, giusto per non scontentare nessuno, militanti e roma. Forse sarebbe il caso che decidesse chi vuole veramente rappresentare. Sconcerta il fatto che s’appresti a dare la fiducia a un governo che vede nell’esecutivo ministri come la campana Nunzia Di Girolamo all’Agricoltura, che ricordo in una trasmissione televisiva apostrofo i veneti come “popolo di contadini” oppure una ministra nel dicastero dell’Integrazione come Cecile Kyenge che non fa mistero nel sostenere l’abrogazione del reato di clandestinità e del pacchetto sicurezza; l’abolizione del permesso di soggiorno a punti, il riconoscimento della cittadinanza, una legge per la tutela dei rifugiati e dei richiedenti asilo. Si accusa Monti di avere affossato il federalismo, ma che ne sarà di tutte quelle leggi ottenute sudatamente dalla Lega “1” se questo nuovo Governo avrà la fiducia.. Non vorrei mai dovere scrivere che il peggior nemico della Lega sia proprio la Lega!

  7. paolo says:

    Ministro della coesione territoriale Trigiila, uno che ha scritto un libro dal titolo: “Non c’è nord senza sud”.
    Se la lega vota questa porcata..

  8. luca says:

    se la lega vota questa porcata..

  9. Albert1 says:

    Intuibile l’obiettivo fondamentale di questo governo: dare la cittadinanza ai figli degli immigrati – giustamente, eh, di questi tempi non c’è problema più grande!

  10. Gianluca says:

    Ma al minculop chi hanno messo?

  11. Giovane Padana says:

    Nemmeno un posto per Boy Georgetti?

  12. ermanno says:

    sarebbe il colmo che la lega voti la fudicia ad un governo che ha i ministeri per coesione territoriale,integrazione e soprattutto ZANONATO IL SINDACO DEI CLANDESTINI DI PADOVA ALLO SVILUPPO ECONOMICO!!!

  13. Albert Nextein says:

    Vedremo.
    Vedremo che intendono fare insieme.
    Se hanno il tempo per farlo.
    Sulla tanto invocata coesione io non scommetto un centesimo.
    Ora il 5stelle deve dare, come promesso, il meglio.
    E’ da solo contro una democrazia parlamentare totalitaria.

  14. Comitato per i diritti dei cittadini says:

    Alla Coesione territoriale Carlo Trigilia.

    Che a Roma abbiano sentito parlare di indipendentisti: veneti, siciliani, sardi, lombardi, toscani, tirolesi? 🙂

  15. RENATO says:

    DOMANI SARA’ IL GIORNO DELLA MEMORIA !!!

Leave a Comment