Leoni, l’architetto svolazzante, non molla la cloche dell’Aero Club d’Italia

di TONTOLO

E bravo il senatore col farfallino, anche sta volta li ha infinocchiati tutti. Chapeau! Ma sì parlo del cattolico padano Giuseppe Leoni, un apparente mite architetto varesino dall’eloquio un po’ scanchignante (per chi non capisce, traballante), che però se ti si mette contro è capace di cattiverie inarrivabili. Ma transeat. Qui parliamo della sua smodata passione per il volo e per gli incarichi che grazie al volo s’è precurato. Leggete questa notizia:

L’autoproroga della Lega Nord alla guida dell’Aero Club d’Italia è uno “scandalo che va oltre ogni buon senso”. Lo afferma il deputato di Futuro e libertà Enzo Raisi dopo il via libera a un emendamento al decreto spending review che proroga per un anno l’incarico del senatore leghista Giuseppe Leoni. “Apprendo la notizia – afferma Raisi – che il senatore Leoni, in barba a tutte le interrogazioni parlamentari fatte dal sottoscritto e da esponenti di altri partiti, con un emendamento alla spending review, approvato con la complicità della maggioranza, si è fatto prorogare per un altro anno alla carica di commissario straordinario dell’Aero Club d’Italia. Chiederemo alla Camera e al governo di porre rimedio a questo scandalo che va oltre ogni buon senso”. “Oltre al fatto – aggiunge Raisi in una nota – che questo dovrebbe essere un provvedimento che taglia la spesa, la cosa paradossale è che il Senato non ha rispettato il principio di ineleggibilità di un parlamentare in un ente a controllo ministeriale: si tratta di una anomalia che cercheremo di correggere in ogni modo”. 

Capito? Il buon Giuseppe un po’ sdentato, l’architetto svolazzante per antonomasia, colui che in aria ama disegnare “cerchi magici” intorno al bunker di Gemonio e salutare col fazzoletto l’amica Manu, se li è giocati o lavorati tutti e s’è fatto riconfermare per un anno a commissario dell’Aero Club d’Italia dove lo amano come il pepe sul gelato alla crema.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

11 Comments

  1. Unione Cisalpina says:

    in ke sottobosko di invidie, frustrazioni, battibekki, sotterfugi e poltroneria mi sono mai imbattuto in kuesto kontesto … e kuesta sarebbe la lega rivoluzionaria ! ahahahahahahahahahah … poveretti … cianfrusaglie…

  2. Tino says:

    Tontolo con le offese personali e le balle infarcite da un linguaggio infarcito di rancorosa disinformatia terrorista imbratti solo la carta igienica
    Argonauta

  3. Tino says:

    X Ugo,
    Giuseppe Leoni non ha mai ritirato lo stipendio, pari a oltre 750.000€, mandato ad altra sede l’autista, non da ricarichi per alloggio e vitto.

    Politicamente ha recuperato i fondi giacenti da anni nelle casse dello stato.
    Se le cose non le sai informati, pensa e poi se ti rimane qualcosa parla o taci.
    Argonauta

  4. Tino says:

    Grazie Giuseppe NON MOLLARE per il bene di Ae.C.I. delle discipline aeronautiche nel Bel paese.
    Argonauta

  5. misirizzi says:

    Infamoni! Perchè pur di compiacere i nuovi padroncini attaccate i vecchi Leoni ? Pensate invece alle procherie che i nuovi stanno facendo in rai, pensate altro che il vecchio e innocuo Leoni!

  6. Ugo says:

    La proroga di Leoni di cui parla l’articolo, come si inquadra nella spending review?

  7. Unione Cisalpina says:

    spero ke non mi si tacci di leghismo… ma tu e il tuo amiko di FL (te li rakkomando kuelli!) al suo posto, ki vorresti: Ruggiero Cascitta !? 😀 … a ki stai tirando la volata ?

  8. pinopino says:

    al sud? invece al nord siete tutti onesti eh… fai ride.

  9. lory says:

    il pio Leoni un po canaglia è, ma al sud quante canaglie ci sono ?

Leave a Comment