Leoni, il cattolico padano che bestemmia come un alpino ben filtrato

di TONTOLO

Ero uno che credevo che Giuseppe Leoni fosse la faccia semplice della Lega del popolo, un brav fioeul che combatteva per la libertà della sua gente. Un martorello  poco “imparato”, un massacratore di sintassi della lingua italiana, forse. Ma un uomo concreto e sincero.

Poi ho saputo delle sue avventure da presidente dell’Aeroclub e han cominciato a venirmi dei dubbi. Poi ho visto qualche filmato e letto un po’ di articoli, ho visto quanto ha guadagnato in 25 anni di stipendi parlamentari e han preso a girarmi le balle. Mi domandavo: ma cosa ha fatto di padanista questo qui in un terzo di secolo? Poi, pazienza mi sono detto, è un bravo cattolico e rappresenta i cattolici padani, non proprio delle aquile ma gran brava gente.

Ieri ho visto questo filmato ( http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/09/30/lega-nord-a-varese-vince-maroniano-matteo-bianchi-assente-umberto-bossi/368544/) e l’ho sentito bestemmiare in diretta, tirare fuori un moccolo da alpino ben filtrato, roba che neanche al mio bar… e mi sono proprio cascate le braccia e non solo quelle. Ma allora questo qui non è neanche quel gran pretone che ha voluto farci credere. Ma insomma: non è cattolico (nel senso che bestemmia come un turco), non è leghista (non ha mai fatto niente per esserlo), non è padanista (chi ricorda qualche iniziativa indipendentista?), mi dicono che anche come architetto non sia un granché. Perché lo mandiamo in Parlamento dal 1987? Non è ora di esodarlo e farlo tornare a casa sua dove può bestemmiare in pace ed evitare a lui (e a tutti noi) figuracce da carrettiere.

Tontolo

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

8 Comments

  1. Babbini says:

    Leoni VAFF….!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. Giorgio Milanta says:

    Mesi fa, a Radio Padania Libera, nel corso della trasmissione dei cattolici padani, il Leoni ha parlato della sua storia politica antecedente al suo ingresso nella Lega Lombarda, poi Lega Nord. Ha affermato di avere votato per il Partito Repubblicano Italiano.
    Se non ricordo male il PRI si ispira alle idee e alla persona di Giuseppe Mazzini.
    Non mi risulta che esista una continuità di ideali e di dottrina fra il pensiero mazziniano e la teologia cattolica. Anzi.

    Mi sbaglio o ci ho visto giusto?

    Nel caso ci avessi visto giusto, i dubbi sulla cattolicità del Leoni sarebbero fondati ed evidenti.

  3. puzzailsignorvincenzo says:

    Va bè, ma se non bestemmiava meritava di stare in parlamento? Chi se ne frega se è cattolico, da quando la Lega è un partito confessionale?

  4. Roberto Marcante says:

    Tra l’altro, vorrei porre una domanda al signor Leoni: a Roma si è aperto un secondo studio d’architetto oltre a quello che ha a Vergiate, in provincia di Varese?

  5. Antonino Trunfio says:

    Sono appassionato di volo, e di Leoni consiglio all’autore del post di leggere gli ultimi editoriali del direttore del mensile VOLARE, uno dei più autorevoli magazine del settore. Gli editoriali aggiungono, caso mai ce ne fosse bisogno, i pareri degli esperti di volo e non di politica della passera, e di gente che vola, usa gli aeroporti come quello di Bresso. Legga egregio Tontolo, gli editoriali di Volare su Leoni il cattolico leghista !!! Prima di leggerli però, se le sono già cadute le braccia e le balle, si prenda un visto di sola uscita dall’Italia. Non ci sono speranze.

  6. MauroLIB says:

    Tirate la catena dello sciacquone e leggetevi BRUNO Leoni.

  7. nibbio says:

    Leoni ha fatto tanti di quei danni all’Aero club d’Italia che in tutti gli aeroporti dello stivalo lo considerano la miglior arma della Lega per distruggere l’organizzazione statale !

    Contemporaneamente però ha contribuito ad allontanare dalla Lega i consensi del piccolo mondo dell’aria.

    Del resto il Carroccio viaggia terra a terra e trainato da buoi!

  8. francesca says:

    e se lo dice un leghista… è tutto finito!
    io ho sentito Leoni in radio (Padania) qualche volta… bleah! Durante la bufera di Belsito/Trota – che difende -ha raccontato millemila volte di quella volta che i giornali scrissero di lui che era un ladro!

Leave a Comment