Leghisti sgraditi ai catalani, tensioni alla Diada a Barcellona

diada5Cosa è accaduto a Barcellona durante la Diada catalana? Esponenti della Lega nazionalista sono stati invitati a lasciare il corteo? Sul web gira il tormentone con un twitter che sostiene gli antifascisti in contrapposizione alla Lega partito della destra nazionalista italiana. Poi si aggiunge la cronaca del quotidiano Elmundo. Che dà notizia esplicita di tensioni in corteo per la presenza di esponenti del movimento di Matteo Salvini.

 

http://www.elmundo.es/cataluna/2018/09/11/5b979d76ca4741901c8b458f.html

 

 

diada2diada3

diada4

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

7 Comments

  1. xander says:

    C’è poco da sfottere, perchè questi squallidi antifascisti catalani hanno cacciato il movimento identitario catalanista che è amico della Lega. Dunque una presa di posizione vergognosa che chiarisce il lordume mentale di molti catalanisti. gentaglia che associa la sinistra politica all’indipendetismo. Chiunque abbia studiato seriamente la storia spagnola sa che il catalanismo è trasversale, ma negli ultimi anni questa feccia ha preso la leadership e pretende di dettare legge. Ma gli antifascisti non sono quelli che dicono no ai confini? E allora perchè metterne uno fra barcellona e madrid?
    Non sono quelli che dicono che le nazioni non esistono, ma solo una massa apolide di umanoidi? E allora perchè parlare catalano e chiedere la secessione?

    • Lorenzo says:

      Concordo con te. I movimenti autonomisti e indipendentisti in Europa dovrebbero rimanere ideologicamente trasversali, e non connotarsi a destra o a sinistra. Questo era anche il monito di Gilberto Oneto: nel momento in cui percorriamo la strada indipendentista, non dobbiamo più parlare di destra o sinistra e dividerci su questioni ideologiche e/o di coscienza individuale. La battaglia deve essere chiara: Padania (o Veneto, o Lombardia) contro Roma, contro stato centralista italiano, nel nostro caso. Meglio se uniti idealmente in federazione o confederazione del Nord, cioè padana, per quanto mi riguarda. Diciamo che questa era la linea che la Lega intraprese a metà degli anni ’90, al tempo della manifestazione sul Po, al tempo di Bossi e Miglio. Devo dire, e lo dico da federalista e indipendentista nordista, da uno che critica quindi l’attuale linea nazionalista “italiana” della Lega salviniana, che l’atteggiamento di questi catalani non mi è piaciuto per nulla: avrebbero dovuto apprezzare semmai il sostegno dei leghisti accorsi a Barcellona, invece li hanno contestati e cacciati in quanto sarebbero “di destra”. Teoricamente può essere anche vero, ma in quel momento i leghisti erano lì per sostenere la causa degli indipendentisti catalani. Quindi se costoro li contestano e cacciano, facendo prevalere un’impostazione ideologica “di sinistra”, non mi sento di sostenerli, anzi, personalmente non li appoggerei più. Tanto più che quei catalani sventolano bandiere catalane stilizzate come le bandiere degli “antifà”, che sono poi in tutta Europa i militanti di estrema sinistra dei centri sociali, in pratica i comunisti. Ora, questi non rappresenteranno certo l’insieme degli indipendentisti catalani, ma a mio parere, non meritano più di essere sostenuti. Almeno questa frangia.

  2. caterina says:

    La Padania non e’ la Catalogna, la prima e’ un’invenzione, la seconda e’ storia… Le parole sono pietre.. l’ha detto qualcuno… Non basta andare a Venezia per darla da intendere perche’ miei cari non si puo’ giocare su cose cosi’ importanti perche’ si generano equivoci che fanno danni e fanno perdere tempo rispetto all’aspirazione sempre piu’ sentita di tutti i popoli alla liberta’… I Veneti sono veneti e non basta ne’a loro ne’ ai lombardi essere stati leghisti… credo che convenga prenderne atto senno’ non si arrivera’ mai da nessuna parte… si rimane sempre alla merce’ del Salvini o Zaia o Maroni di turno..

  3. antonio giannetto says:

    …e’ normale ! tutto cio’ che e’ italiano NON e’ gradito da nessuna….anche perché vorremmo fare i NS interessi e non i LORO….ma si sa …NOI non siamo la Germania (…Uber Alles )

  4. mumble says:

    Non vorrei fosse una fake.
    Ma se è vero dimostra che i catalani sono gente tosta e che hanno capito al volo che razza di gente ha infiltrato il movimento autonomista Lega Nord: i catalani non volgiono fascisti e nemmeno i padani li hanno mai tollerati.
    Catalogna Libera. Padania Libera

  5. Ric says:

    Strumentalizzati , sono strumentalizzati dalla stampa e sfogherebbero la frustrazione di essere stati messi nel sacco come evince dalla vicenda Puigdemont .
    Inoltre puzzano di sinistrorsi che dove c’é del malandare sguazzano con disinvoltura ; infatti lo spirito libertario indipendentista catalano ha molto di etnico culturale e poco di politico .
    Ergo , non credo ad un commento così tranciante , fatto salvo come penso , manipolato ad uso e consumo .

  6. Riccardo Pozzi says:

    Un discreta figura di merda.

Leave a Comment