FRODE FISCALE, AGLI ARRESTI LEGHISTA DI GALLIERA (PD)

di REDAZIONE

GALLIERA VENETA. Il sindaco di Galliera, Stefano Bonaldo, valuta la sua sostituzione. Più duro e netto il presidente di Veneto Innovazione, l’ex consigliere regionale Raffaele Zanon, che chiede le dimissioni. Tutti garantisti a parole, ma si fa sempre più forte l’isolamento politico che sta subendo Maurizio Pontarolo (foto), 45 anni, commercialista di Galliera, da giovedì agli arresti domiciliari nell’ambito dell’inchiesta della Guardia di Finanza di Bassano del Grappa su una frode fiscale da 10 milioni di euro. Il suo legale ha escluso qualsiasi coinvolgimento di Pontarolo, un nome che compare in un paio di capoversi di un faldone di 90 pagine. Ma si sollevano i problemi di opportunità: Pontarolo ricopriva diversi incarichi ed è difficile non pensare che la “fiducia” accordatagli non passasse anche dalla sua adesione alla Lega Nord, di cui da una decina d’anni teneva in tasca la tessera di “sostenitore”.

Non solo. Il suo nome compare anche in una delibera del 2007 con cui la giunta regionale nomina i “candidati per il rinnovo del comitato consultivo della speciale sezione autonoma del Veneto della società Finest Spa”. La candidatura di Pontarolo era stata presentata niente di meno che dal consigliere regionale leghista Maurizio Conte, all’epoca coordinatore provinciale del Carroccio. Pare infatti che Pontarolo sia vicino all’assessore regionale all’Ambiente, che ne ha sostenuto anche la nomina tra i revisori dell’Usl 2 di Feltre.

Alla guida del Comune in cui risiede Pontarolo, ora, c’è una civica filoleghista. «Lunedì – osserva il sindaco – chiederò alla Guardia di Finanza di inviarmi qualche comunicazione, visto il ruolo che Pontarolo ricopre come revisore unico del Comune». La decisione appare già scritta, voltare pagina; si devono chiarire le forme: «Bisogna capire anche dal regolamento comunale, vista la situazione che sta maturando, se dovrò procedere alla sospensione o se Pontarolo è decaduto per incompatibilità con il suo ruolo, alla luce dell’arresto». Bonaldo osserva che «Pontarolo è uno tra gli storici sostenitori della Lega, anche se non è mai stato un militante vero e proprio». Aveva fatto la corsa come consigliere comunale a sostegno delle civiche di centrodestra in un paio di occasioni: «Nel 1999 era stato candidato a consigliere comunale con Angelo Tombolato, mentre nel 2004 era entrato nella lista di Dario Cusinato», il Cusinato che attualmente ricopre la carica di assessore della giunta Bonaldo.

Tranciante anche Zanon: «Sarebbe opportuno che Pontarolo inviasse una lettera di dimissioni. Ma se non lo farà, comunque a fine mese avremo il consiglio di amministrazione ed il codice etico di Veneto Innovazione provvederà alla sua sostituzione con un supplente già nominato dalla Regione».

La vicenda ha suscitato particolare clamore a Cittadella, dove Pontarolo ha lo studio, in via Isonzo; e da qui arriva una precisazione: «Lo Studio Seld ed i professionisti interni tengono a precisare di essere completamente estranei alla vicenda e che nessuno dei clienti dello studio risulta coinvolto. Il rapporto di collaborazione tra lo Studio Seld e Pontarolo è sempre stato corretto: confidiamo che la Magistratura faccia luce sui fatti».

FONTE ORIGINALE: http://mattinopadova.gelocal.it/cronaca/2012/02/19/news/il-leghista-pontarolo-incarichi-e-nomine-da-maurizio-conte-1.3197782

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

2 Comments

  1. batwoman says:

    uhe, Gianluca!!! Mi diventate come il corriere della sera dopo solo un paio di mesi? Intitolate FRODE FISCALE, AGLI ARRESTI LEGHISTA DI GALLIERA (PD) per poi leggere che il tizio in questione ha (forse) la tessera da sostenitore che costa 10 euro e che non fa certo entrare nella lega Nord ( se non dopo un anno di miitanza attiva). Oltretutto me lo fai passare da leghista con incarichi di partito nel primo capoverso e poi si scopre che è il revisore dei conti del comune che può essere scelto solo fra persone che ne hanno la attestata qualifica.
    uhei… un po’ di rigore.. su

    • gianluca says:

      Mia cara guarda bene che noi non abbiamo fatto proprio nulla: essendo un pezzo in rassegne stampa, ci siamo limitati a riportare quanto pubblicato dal Mattino di Padova, dove si parla ampiamente di leghista con numerosi incarichi. punto.

Leave a Comment