Legge elettorale, dopo il porcellum ora arriva il calderolum

di REDAZIONE

Come nel gioco dell’oca i partiti sembrano tornati al via e sulla legge elettorale torna in campo un modello ‘simil-spagnolo’ non distante da quello sul quale quest’estate Pd e Pdl sembravano sul punto di accordarsi. E il protagonista è sempre lui: la mediazione, messa in campo dall’ex ministro della Semplificazione Roberto Calderoli e padre del Porcellum, parte da un documento di una pagina inviato dal leghista a capigruppo e relatori nei giorni scorsi. Non si tratta di un disegno di legge scritto in forma di articolato ma piuttosto di una serie di punti ”finalizzati – si legge nel testo – al superamento delle divergenze attualmente in essere tra Pd e Pdl” sulla riforma. Alcuni di quei punti sono superati dalla discussione tra i partiti e in commissione ma resta comunque una base di lavoro e spunto sul quale lavoreranno i relatori, Malan e Bianco in vista della seduta di giovedi’.

Eccone alcuni punti salienti: – PROPORZIONALE CON EFFETTO BIPOLARIZZANTE – I seggi vengono attribuiti con un sistema proporzionale circoscrizionale ma il numero esiguo di eletti per circoscrizione (in media 3 visto che le circoscrizioni previste da Calderoli sono 232) da’ un effetto bipolare perche’ premia i partiti maggiori. Come in Spagna vengono inoltre salvaguardati i partiti fortemente radicati sul territorio (come la Lega) che possono contare su alte percentuali a livello locale. – MICRO-COLLEGI PLURINOMINALI – Si vota sulla base di micro-collegi plurinominali (Calderoli ipotizza di ripescare per la Camera i vecchi collegi senatoriali) per concorrere nei quali ogni partito presenta liste di due o tre candidati. Nel modello spagnolo si vota sulla base di liste bloccate corte. Questo sistema non precluderebbe, di fatto, le preferenze. – PREMIO EVENTUALE – A livello nazionale per Camera e Senato (ma qui poi redistribuito a livello regionale) il premio di maggioranza e’ eventuale, attribuito cioe’ solo alla coalizione che superi almeno il 45% (ma e’ gia’ quasi certo che la percentuale scenda al 40) per portarla al 55% dei seggi. Nella prima bozza Calderoli e’ previsto anche un premio del 5% al migliore partito se nessuno supera il 45%. – SBARRAMENTO – Non e’ previsto ma e’ implicito visto che le circoscrizioni sono piccole e gli eletti per circoscrizione sono pochi.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

3 Comments

  1. Culitto Salvatore says:

    Sono felice che abbiamo avuto la meglio su una squadra di negri, immigrati, islamici, comunisti e froci.
    ~ Roberto Calderoli su Finale dei mondiali 2006

    Fuori i turchi dall’Italia, fuori i turchi dall’Europa e per sicurezza fuori i turchi dalla Turchia!
    ~ Roberto Calderoli su Turchia nell’UE

    Questa legge l’ho scritta io, ma è una porcata!
    ~ Calderoli ha molta considerazione delle leggi che scrive

    Roberto Calderoli è un uomo[senza fonte] di spicco della politica italiana, stimato persino all’estero, soprattutto da Libici, Cinesi, islamici (sia sunniti che Sciiti) e dai rettiliani.
    Di professione è meccanico dentista, ma ha dovuto cambiare lavoro perché i suoi pazienti morivano dalla paura vedendolo puntare verso di loro con le tenaglie in mano. Come ultima operazione si è evirato. L’ultima volta ha commosso l’Italia intera, cantando l’inno nazionale ruttando

    Accanto alle azioni politiche, Calderoli dà vita a una fervente attività pubblicistica, meritandosi gli appellativi di “Joseph Goebbels della Lega Nord” e “Ideologo di ‘sta nerchia”. Tra i suoi taglienti pamphlet ricordiamo:
    Napoli è una Fogna
    Napoli merda, Napoli colera, sei la vergogna dell’Italia intera (seguito del precedente)
    Lazzaroni, terremotati, con il sapone non vi siete mai lavati (che con i due titoli precedenti completa la trilogia detta “Critica della ragion vesuviana”)
    Roma e Lazio vaffanculo, questo è poco ma sicuro
    Atalanta violenza e droga
    Maometto e Maomotto mi fan venire il cagotto
    Grillini culo e culo chi non lo dice
    Roma ladrona, Padania non perdona
    Dio ha creato Adamo ed Eva, non Adamo e Giuseppe e nemmeno Adamo e Luxuria e men che meno Grillini e Luxuria

  2. Fabrizio says:

    Questo non è un Calderolum. Per uno stato che vuol mantenere inalterato il controllo di se stesso e della sua unitarietà, Il nome più appropriato della legge dovrebbe non potrebbe essere che Cagatellum.

  3. geom. S. Spavetti says:

    L’ autore della porcata (dallo stesso definita tale), da considerarsi tale fino a che il vero autore venga alla luce, è l’ unico politico italiano a cui va vietato di partecipare a qualsiasi tavolino per la modifica della “p……..”, e va cacciato a calci nel sedere dal locale, salotto o baita di montagna che sia. Il sig Calderoli è stato anche autore di un esibizione con maglietta satirica che ha causato tumulti nei paesi Islamici (con persone ferite negli scontri)e danno di immagine a Noi Italiani. Nonchè di altre trovate e pagliacciate. Non dico in merito a cene e altro. Invece di guardare al modello Spagnolo c’ è qui la vicina Svizzera, e il raffronto è subito fatto basta raffrontare le foto del Paesaggio e delle opere pubbliche , e i costi di tali opere.
    Saluti.

Leave a Comment