Piacenza: “La Lega è solo chiacchiere e distintivo”

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Se è vero che i Piacentini da troppi anni sono abituati ad ogni sorta di telenovela politica, causata dalla poca serietà degli esponenti locali dei vari partiti e partitelli, per Unione Padana, è sempre triste dover constatare che il tempo passa ma le cose nella politica locale non cambiano neanche in momenti come questi, molto bui per le famiglie ed i lavoratori. Intanto che lo stato oppressore attanaglia le nostre famiglie e le imprese con tasse di portata inaudita, e burocrazie oggettivamente umilianti, la Lega il PDL e L’UDC giocano sulla pelle dei piacentini, inventandosi quotidianamente una sceneggiata.

Addirittura nell’ultima settimana, la Lega Nord ha per una giornata fatto credere ai piacentini di essere interessata più al referendum per decidere tra Emilia e Lombardia che hai rimborsi spese che si prende la giunta. “Constatiamo che la Lega Nord ha subito effettuato una decisa retromarcia dopo la sua ennesima sparata minacciando di far cadere la giunta provinciale per contrastare la decisione di Trespidi di congelare il referendum per il passaggio di Piacenza in Lombardia. –Dichiara Luca Podestà membro del direttivo di UP Piacenza e segretario di Caorso- Da via Trieste quindi si è successivamente adottata una linea più morbida dichiarando di voler scendere in piazza per una raccolta firme nel prossimo fine settimana. Si vede che con questa linea, evidentemente, si rischiano meno le poltrone in caso di ulteriore irrigidimento della giunta provinciale sulla questione.

D’altronde la Lega Nord non è certo nuova a numerosi dietrofront dopo i proclami dei suoi dirigenti. I casi si sprecano sia in sede locale a Piacenza, che federale in via Bellerio, che nazionale (per i leghisti…) a Roma.

Unione Padana Piacenza è sicura che questa politica di “chiacchere & distintivo” che la Lega si ostina a portare avanti finirà presto per opera dei cittadini piacentini che, contrariamente a quanto pensano al direttivo di via Trieste, -conclude Luca Podestà- hanno buona memoria.” “Sul tema bisognerebbe semplicemente stendere un velo pietoso, -dichiara Enzo Varani consigliere provinciale- io ricordo solo al consigliere Francesconi, che aveva promesso di dimettersi in caso non ci fosse stato il referendum, attendo con fiducia le sue dimissioni!”

Direttivo Provinciale – Unione Padana Piacenza

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

2 Comments

  1. Herman Gremlich says:

    E’ vero di promesse ne sono state fatte tante,mai mantenute,di chiachiere anche,e con la lega siamo sempre al punto di partenza.

    • Claudio says:

      Vorrei solo ricordare che la frase TUTTO CHACCHERE E DISTINTIVO e’ la frase che dice il criminale Al Capone al Poliziotto Eliott Ness che lo ha fatto arrestare.

      Quindi domando: se la Lega e’ identificata come Eliott Ness, chi fa la parte di Al Capone ? Forse l’Unione ?

      Rimane il fatto che mentre gli altri chiaccherano a vuoto la Lega Nord, con i suoi gazebo e i suoi Volontari raccoglie consensi dai Cittadini.

      Cittadini Piacentini che, di sicuro, rispetto agli autori del testo dell’Unione hanno meno tempo di andare al Cinema e hanno una visione ben piu’ concreta della realta’ !

Leave a Comment